vi presentiamo hannah jinkins, la vincitrice degli h&m design awards 2016

Olivier Rousteing, Kate Bosworth e Nick Knight sono solo alcuni dei membri della giuria che quest'anno ha incoronato Jinkins.

|
dic 9 2015, 2:14pm

Hannah Jinkins è stata proclamata vincitrice degli H&M Design Awards 2016 durante una sfilata e una cerimonia svoltasi presso The Orangery a Kensington Palace. Hannah, che ha conseguito il Masters of Art al Royal College of Art MA e il Bachelor od Art a Salford, è stata scelta tra otto stilisti emergenti da una giuria che includeva Olivier Rousteing, Nick Knight, Katy England, Kate Bosworth, la blogger Chiara Ferragni e la talent scout Florian de Saint-Pierre, così come Ann-Sofie Johansson e Margareta Bosch Van Den di H&M.

Ann-Sofie ha detto che Hannah si è guadagnata il premio perché ha proposto "un nuovo approccio all'abbigliamento femminile", ha spiegato, "Il modo in cui ha lavorato sugli abiti - spillandoli al corpo - è stato geniale e anche molto bello. Il modo in cui ha fatto uso del denim, ma rivestito internamente di seta: questo mix ci è sembrato qualcosa di molto innovativo. Semplice e raffinato." Olivier Rousteing, direttore creativo di Balmain, ha aggiunto, "Hannah è strepitosa. Ha una visione personale e unica, è forte ed energica, è moderna, giovane e sa veramente quello che vuole. Lavora con tessuti pesanti, ma riesce lo stesso a renderli sexy ed eleganti."

Nick Knight di SHOWstudio ha affermato che la collezione di Hannah era la sua preferita perché l'ha sorpreso e ha dimostrato di avere una marcia in più "che la potrà portare avanti nella sua carriera: lei veste il corpo, ha consapevolezza di un corpo femminile, e se cerchi uno stilista a lungo termine credo che questo aspetto sia molto importante." Ha aggiunto inoltre che la collezione, con la sua "nuova silhouette" sarebbe "molto bella da fotografare."

Riguardo ai €50,000 vinti, Ann-Sofie ha detto, "Dovrebbe investirli in maniera saggia. E forse per comprarsi qualcosa di nuovo! Magari anche per fare un po' di festa, dato che hanno lavorato tutti così duramente!". Nick Knight ha lodato H&M per aver messo a disposizione una somma di denaro così generosa e una tale supporto nuovi talenti; quando però gli è stato chiesto se nel Regno Unito ci fosse abbastanza attenzione nei confronti dei giovani, ha detto, "Credo sia fantastico che H&M stia facendo qualcosa a riguardo, ma penso anche il governo dovrebbe fare qualcosa in più. Questa è una delle aziende più grandi in assoluto e dovremmo assolutamente supportarla, cosa che non stiamo facendo. Il governo ha davvero bisogno di rendersi conto che questo non riguarda solo un mucchietto di studenti di arte che si divertono e che fanno cose. È un'industria enorme e piena di artisti davvero appassionati e noi dobbiamo aiutarli."

Abbiamo incontrato Hannah nel backstage subito dopo l'annuncio della vittoria.

Prima stavi cercando di contattare i tuoi genitori per dire loro la fantastica novità. Ci sei riuscita?
Mia mamma sta lavorando e non risponde al telefono. Ho mandato un messaggio a mio padre e mi ha risposto subito. Mia mamma si arrabbierà molto per il fatto che lui l'ha saputo per primo!

Come ha preso forma questa collezione?
Ho iniziato con 10 o 15 giacche identiche che avevo creato - stupidamente erano grandi giacche di jeans da uomo - e ho chiesto ad alcune ragazze di provarle. Ho adattato le giacche alle ragazze usando una pinzatrice e delle spille. Ho chiesto loro come volessero indossarle. Tutto stava nel trovare qualcosa di rigido e pesante, come il denim e un cotone misto a paraffina e cera. Mentre, per la maglieria, ho usato alcuni tipi di seta e di lana. È stato una sorta di processo sartoriale. Alla fine lo abbiamo chiamato "pinzato per poter essere indossato", riprendendo il motto "ristretto per poter essere indossato" di Levi's. Per le chiusure degli abiti ho collaborato col RCA e con alcune ragazze che fabbricano gioielli fantastici. Mi hanno aiutato a capire come avrei potuto chiudere i miei abiti creando delle spille più grandi. Le spille sugli abiti sono spille di cartone e i bottoni sono stati creati da queste ragazze apposta per me.

Ann-Sofie ha lodato il tuo "approccio nuovo all'abbigliamento femminile." Qual è secondo te il futuro della moda donna?
Non credo che la mia collezione abbia un genere definito. Ci sono pezzi che sono decisamente più femminili e alcuni che sono più maschili. Credo che, vedendo il modo in cui l'industria della moda si sta evolvendo, ci saranno più incroci, ma non penso che arriverà mai il giorno in cui la moda sarà unisex in tutto e per tutto. Credo sia un bell'ideale per molti, ma non funziona così per tutti. La cosa che bisogna fare è quindi trovare un equilibrio.

Raccontaci della tua formazione. Dove hai studiato?
Ho conseguito il mio Masters of Art al Royal College of Art, mentre il mio Bachelor of Art a Salford. È stato un corso di moda fantastico e lo consiglierei a tutti. Ero l'unica persona che veniva da Londra, erano tutti dal nord. Mi chiedevano "Come mai sei venuta fin qui?" E io, "Volevo andarmene da Londra." Ero lontana chilometri da tutti i negozi di tessuti migliori, quindi dovevo impegnarmi e fare le mie creazioni con materiali economici. Ecco perché anche adesso cambio in qualche modo qualsiasi tessuto che compro. Come per le stoffe: le ho raschiate affinché diventassero molto grezze e le ho rivestite di denim. Sono stata molto privilegiata a essere stata sponsorizzata da una fabbrica in Giappone.

Com'è stato il Royal College?
Difficile! Ma molto bello. Durante il mio ultimo anno, Zowie Broach è entrata come insegnante e ha portato molti cambiamenti. Era tutto ciò di cui avevo bisogno. Mi ha fatto riflettere molto sulle mie capacità. Avevo degli insegnanti molto gentili, mi supportavano molto, ma lei invece ha iniziato a pormi delle domande, anche se mai in maniera dura. Mi ha insegnato molto. Non so come il suo cervello riesca a stare nella sua testa senza esplodere! Perché quella donna sa troppe cose. È grandiosa.

Cos'hai intenzione di fare con i soldi dal premio?
Questo significa che posso dare il via al mio marchio. La mia collezione MA è ora in vendita al LN-CC e tutto questo è molto eccitante. Ho sempre detto che avrei preso una pausa di un paio di anni per guadagnare un po' di soldi, ma ora non ne ho più bisogno!

hm.com

ln-cc.com