abbiamo chiesto a @thedailybulge quali sono le loro cinque dick pic preferite

Il motivo è nobile: oggettificare chi oggettifica.

di Georgie Wright
|
23 novembre 2017, 3:54pm

I rigonfiamenti sono una questione complicata. Che si tratti di tette, sederi o di quel rotolino di grasso che compare magicamente dopo aver mangiato la terza pizza in tre giorni, i rigonfiamenti sono un territorio complesso in cui fare incursione. Vanno approcciati con attenzione e cura, ma è impossibile non notarli e non rimanerne affascinati. Dai, ammettiamolo: i rigonfiamenti ci affascinano, non c'è storia.

Il problema nella gestione dei rigonfiamenti sta nel modo in cui vengono trattati dalla stampa: stando a riviste e affini, un giorno le tette sono all'ultima moda e il giorno dopo sembrano essere invece terribilmente out. Non parliamo poi della cellulite, ovviamente Il Terribile Disturbo di cui nessuna di noi dovrebbe soffrire e che forse dovremmo risolvere con pozioni magiche, a questo punto. Insomma, in un modo o nell'altro è sempre la vostra genetica—insieme alla predilezione per medie chiare e calici di vino—a decidere se sarete di moda o meno quest'anno.

Sfortunatamente, come accade per la maggior parte dei "problemi" legati all'aspetto fisico, sono le donne a pagare il prezzo più alto, perché sono sempre i nostri rigonfiamenti a venir presi di mira, feticizzati e oggettificati. Kati e Juan di The Daily Bulge l'hanno capito e vogliono dire la loro con un profilo Instagram interamente dedicato alla squisita perfezione del rigonfiamento per eccellenza: il pene. "Esiste su Instagram," si sono chiesti "un account che pubblichi esclusivamente foto di uomini e dei loro rigonfiamenti, così enormi da far dubitare di sé anche il fidanzato più spavaldo?" Esattamente. Se le donne devono essere scrutinate, perché lo stesso non vale per gli uomini? Un po' di uguaglianza non ha mai fatto male a nessuno.

Definiscono il loro account come "un mix in ugual misura di invidia per un pene gigante, perversione e genuino apprezzamento per le forme maschili." Per farlo, la coppia sfoglia libri fotografici, video musicali e cassette d'epoca. Il risultato sono splendide e imbarazzanti immagini di David Bowie, di Tom Selleck e della sua tavola da surf e di ogni ballerino di sesso maschile.

Gli abbiamo chiesto quali sono i loro cinque rigonfiamenti preferiti. Divertitevi, non c'è di che.

5. Bruce Dickinson

"Stavo prendendo il sole in piscina a Miami nel febbraio del 2016 e mi è arrivata una notifica da Juan Montoya di @montoyablackmagic nel mio account Instagram nuovo di zecca sui rigonfiamenti maschili. Il suo profilo è praticamente leggendario, specialmente ad Atlanta. È un mix di rock 'n' roll, cultura e arte. Insomma, Juan mi aveva mandato proprio questa foto di Bruce, in tutta la sua gloria. The Daily Bulge era appena nato, aveva forse 100 follower, quindi ricevere un contributo da @montoyablackmagic è stato come ricevere l'endorsement di una celebrità per me. Poi ho scoperto che io e Juan avevamo degli amici in comune, e proprio quel weekend anche lui era a Miami, così ci siamo visti per bere qualcosa insieme e conoscerci. Ecco com'è davvero cominciata la storia di The Daily Bulge."

4. Paul Stanley

"In una band dallo styling così folle come i KISS, attirare l'attenzione e distinguersi può essere difficile. Eppure, tra glitter, capelli cotonati e chili di trucco, il pacco di Paul riesce comunque ad attirare l'attenzione di tutti. E posso assicurarvelo: è tutta carne naturale, al 100 percento. Ho ricevuto un Messaggio Privato da una delle mie seguaci più accanite in cui mi ha raccontato della notte che ha passato con lui negli anni '80: "è stato incredibile," mi ha scritto, "e nudo è ancora meglio!" Dite a Gene che può metter via quella lingua—il mio nuovo preferito dei KISS è Paul!"


3. Robert Plant

"Sa che lo stai guardando, lo sa! Basta notare quel sorrisetto che ha, l'enorme fibbia della cintura, il modo in cui ci appoggia la mano sopra. È enorme, lui sa che è enorme e vuole che anche noi lo sappiamo. Jack White (altro portatore orgoglioso di un rigonfiamento non sospetto) tempo fa ha detto: "Beh, è che non mi fido della gente a cui non piacciono i Led Zeppelin." Vorrei aggiungere che io non mi fido di nessuno che dica di non aver mai fissato il magnifico rigonfiamento di Plant."

2. Prince

"Un uomo così piccolo e un rigonfiamento così grande. Prince è stato uno degli artisti più sensuali di sempre, ma in questa foto in particolare sembra quasi un'entità divina scesa sulla terra per appagare la nostra vista. Prince ha saputo fare dell'androginia un simbolo, giocando volutamente tra mascolino e femminilità: poco importa se siate ragazzi o ragazze o qualunque altra cosa, Prince è un icona sessuale per tutti."

1. David Bowie
"Ecco a voi Jareth di Labyrinth e il rigonfiamento che ha dato avvio a mille e più pubertà. Sono nata nata nel 1984, quindi mi sono persa tutti i precedenti momenti di gloria del rigonfiamento di Bowie. Il primo Bowie su cui ho messo gli occhi è quello di un cosiddetto film per bambini fatto con pupazzetti e una ragazzina persa che viene tentata da un re goblin sexy e crudele. Sono sicura ci siano un sacco di messaggi importanti su casa, famiglia e indipendenza in questo film, ma l'unica cosa che ci ho visto io è quel rigonfiamento. È stata la prima volta in cui ho guardato i pantaloni di un uomo e mi sono davvero chiesta: 'Cosa sta succedendo là sotto?' E da allora sto ancora cercando una risposta."

Tagged:
Instagram
thedailybulge
the daily bulge