Dai un primo sguardo al nuovo film dello Studio Ghibli, "Aya and the Witch"

E preparati a vedere qualcosa di radicalmente diverso ai mondi fatati a cui Studio Ghibli e Hayao Miyazaki ci avevano abituato.

di Douglas Greenwood
|
22 giugno 2020, 4:13pm

2020 Nkh, Nep, Studio Ghibli

Nessuno studio d'animazione è mai riuscito a padroneggiare così bene e così a lungo l'arte del disegno a mano libera come lo Studio Ghibli, capitanato da Hayao Miyazaki. Negli ultimi 36 anni, il leggendario gruppo di lavoro giapponese ha superato indenne qualunque rivoluzione tecnologica, sempre rimanendo fedele al proprio segno distintivo: un'estetica disegnata senza il supporto di alcun dispositivo virtuale. Neanche quando la Disney ha preso la decisione di realizzare tutti i suoi nuovi film in 3D (ormai nove anni fa), Ghibli non si è mai smentito.

Ma sembrerebbe che le cose stiano per cambiare. Il nuovo film dello Studio Ghibli, diretto dal figlio di Hayao Miyazaki, Goro, e prodotto da Toshio Suzuki (la mente di Spirited Away’s) è un radicale cambiamento rispetto al passato. Sembra che la nuova pellicola sarà interamente animata in 3D; un chiaro passo in direzione dello stile CGI.

Basato sul libro Howl’s Moving Castle di Diana Wyne Jones, il film si chiamerà Aya and the Witch, e racconterà la storia di una giovane orfana di nome Aya, i cui genitori adottivi sono una strega e un demone esperti in stregoneria e incantesimi vari. La giovane Aya si trasferisce nella nuova casa, che ben presto scopre essere abitata da spiriti e fantasmi.

Ci sarà comunque molto della tradizionale estetica dello studio Ghibli in Aya and the Witch: antagoniste donne che spaventano la protagonista, scamiciati e abiti dai toni pastello, intricati interni, gatti neri con occhi enormi e così via. Ma tutto sarà leggermente più patinato questa volta. Alcuni fan hanno espresso il loro malcontento per il remake, ma niente suggerisce attualmente che tutti i film dello Studio Ghibli seguiranno d'ora in poi l'esempio di Aya and the Witch in termini estetici.

Il film, che avrebbe dovuto essere presentato al Cannes Film Festival il mese scorso, verrà trasmesso in Giappone nella seconda metà del 2020, via tv. Ancora non si sa nulla su come raggiungerà il resto del mondo, ma preparatevi pure ad aspettare un bel po': la distanza tra la release giapponese dei film di Studio Ghibli e quella in occidente è solitamente di 6 mesi circa. Per placare la vostra curiosità, nel frattempo potete trovare qui le prime immagini di cosa vi aspetterà in Aya and the Witch.

prime immagini Aya and the Witch
2020 Nkh, Nep, Studio Ghibli
prime immagini Aya and the Witch
2020 Nkh, Nep, Studio Ghibli
prime immagini Aya and the Witch
2020 Nkh, Nep, Studio Ghibli
prime immagini Aya and the Witch
2020 Nkh, Nep, Studio Ghibli
prime immagini Aya and the Witch
2020 Nkh, Nep, Studio Ghibli
prime immagini Aya and the Witch
2020 Nkh, Nep, Studio Ghibli

Questo articolo è originariamente apparso su i-D UK

Tagged:
Hayao Miyazaki
Studio Ghibli
news di cinema
Aya and the Witch