Fotografia di Alessandro Merlo

Il folclore e le tradizioni di Napoli spiegate attraverso 6 assurdi personaggi

Ingorda, Vanesia, Devota, Scaramantica, Scoglio e Annunciazione. Napoli è tutto questo, ma solo se la si guarda con ironia.

di i-D Staff
|
06 maggio 2020, 3:31pm

Fotografia di Alessandro Merlo

Cicerone contemporaneo ma inconsueto, Dramna è un'icona queer, performer e club kid delle notti partenopee. Con i suoi travestimenti, in Napoli Svelata incarna le tante facce della città, reinterpretando le maschere tradizionali con fare ironico ed iconoclasta.

Dramna è l'alter ego sviluppato da Daniele Ragosta per studiare il modo in cui la società giudica i suoi membri più sui generis. Delle sue origini vi abbiamo parlato lungamente qui, all'interno del progetto Partenope Vive, quando Daniele decide di prendere il controllo della propria narrazione e inizia a sperimentare con look eccentrici, tra copricapi cuciti a mano e travestimenti.

In una società in cui l’idea di maschera è spesso demonizzata perché associata alla falsità, alla menzogna, Dramna ne rivela un aspetto molto più onesto, presentandola come mezzo espressivo e tela su cui proiettare nuove identità. I suoi abiti sono un simbolo di rinascita e Dramna è interprete, protagonista e ideatore di mille storie, che ci racconta oggi proprio nel suo progetto Napoli Svelata.

Composta da sei performance-tributo, la serie racconta il folclore e le tradizioni partenopee attraverso maschere e simboli, ma sempre cavalcando con eleganza il sottile crine che separa sacralità e leggerezza. Ogni fotografia si concentra dunque su un diverso lato di Napoli, accompagnandoci in un surreale viaggio alla scoperta di una città che ha fatto dello stereotipo un motivo d'orgoglio—ma solo se ci si può scherzare su.

fotografia napoli svelata dramna
Ingorda
fotografia napoli svelata dramna
Stare insieme a tavola è un momento “sacrosanto” e fondamentale. Il napoletano è fortemente legato alla sua squisita tradizione culinaria, che è parte integrante dell’identità della città. Ingorda è una rappresentazione romantica, al limite del grottesco, dell’ingordigia e dell’ossessione patenopea per il cibo. Dramna indossa una maschera fatta di cibo, con la testa che sbuca dalla tovaglia e arriva direttamente su un tavolo imbandito di leccornie tradizionali.
fotografia napoli svelata dramna
Vanesia
fotografia napoli svelata dramna
Vanesia vuole essere una rappresentazione concettuale e massimizzata delle così dette “vrenzole” e in senso lato della femminilità partenopea nelle sue diverse sfumature. È una rivisitazione degli elementi iconici dell’estetica napoletana: manicure, ciglia finte, extension, trucco, chirurgia estetica e ossessione per i vestiti firmati. Ma non sono solo elementi estetici, sono attitudini insite nella cultura della città, che includono anche certi gesti o atteggiamenti. Vi rientra anche l’amore per la musica neomelodica e il culto dei cantanti di quella scena. Dramna prende tutto questo ma lo riconduce all'interno di una visione più ampia, restituendo una rappresentazione dell’ossessione per l’apparire, del culto dell’essere sempre pronti alla performance, che spesso caratterizza e contraddistingue il popolo Napoletano.
1588777167923-1588762724596-4
Devota
fotografia napoli svelata dramna
Tra sacro e profano si interpone un velo sottilissimo, così labile che spesso queste due componenti essenziali della cultura partenopea finiscono per mescolarsi e diventare un tutt’uno. A Napoli questo connubio si declina in una sentita devozione alla vergine Maria, che include le funzioni dedicate, gli ex voto e le richieste di grazie. Ma anche in un forte legame con la morte, nella forma di preghiere ai defunti e rituali para cristiani contro il malocchio. Esternazioni di un rapporto con la fede di natura arcaica con la fede e intrinsecamente pregno di contrasti, che ancora oggi viene vissuto dai napoletani.
fotografia napoli svelata dramna
Scoglio
fotografia napoli svelata dramna
Così come la nascita di Venere, scoglio nasce dalle profondità del mare. Un legame viscerale tra terra e acqua, una risorsa naturale che da sempre viene amata e valorizzata dal popolo napoletano. La maschera è realizzata interamente utilizzando cozze vere, che come risaputo filtrano l’acqua marina: il risultato è una rappresentazione che è anche un monito ai cittadini a prendersi sempre cura delle acqua che bagnano le coste della città.
fotografia napoli svelata dramna
L’annunciazione
fotografia napoli svelata dramna
L’annunciazione rappresenta la parte più oscura di Napoli, quella della Napoli criminale, e il suo rapporto contorto tra fede e mala vita. Il sistema camorristico è infatti inscindibile dalle funzioni religiose: è presente il sicario che prega e chiede la benedizione prima di fare un morto, oppure il boss sotto il giglio della Madonna. L'annunciazione è la rappresentazione di questo contrasto, come un angelo nero che veglia solenne e con aria mietitrice sull’ennesima vittima innocente della criminalità.
fotografia napoli svelata dramna
Scaramantica
fotografia napoli svelata dramna
Scaramantica è la manifestazione della parte più folcloristica di Napoli, fatta di rituali, formule e simboli antichissimi. Dramna prende le sembianze rivisitate dello Sciò Sciò, una figura tradizionale della cultura partenopea che allontana il malocchio e la sfortuna. Incarnazione di un feticcio tra sacro, profano e legenda.

Napoli è di tutti.
Raccontatela, amatela, odiatela, osannatela, proteggetela e fatela vostra.

Segui i-D su Instagram e Facebook

Crediti

Testo: Dramna
Direzione: Vincenzo D'Ambrosio
Fotografia: Alessandro Merlo
Produzione: Ease Production
Abiti: Davide Favetta
Talent: Dramna

Tagged:
Napoli
Dramna
Napoli Svelata