rosa, rosae, rosam: tutti i capelli rosa in passerella

La modella del momento di Nicolas Ghesquière, Fernanda Ly, è solo l'ultima di una lunga serie di bellezze dai capelli rosa.

di Courtney Iseman
|
20 maggio 2015, 9:49am

Anche se spesso questo colore per i capelli viene associato al punk e al grunge (pensate a Kurt CobainL7), il rosa ha anche una lunga storia come simbolo di bellezza femminile. Nel 1937, il leggendario hair stylist Leo di Vienna disse all'Associated Press che i capelli rosa erano perfetti per gli eventi formarli "perché le donne, la sera, dovrebbero sempre somigliare ai fiori." Forse è per via del suo essere allo stesso tempo forte e delicato, folle e romantico, che ultimamente si vedono sempre più capelli color Big Babol alle sfilate. Ispirato dall'eterea Fernanda Ly - la modella prediletta da Nicolas Ghesquière - guardando alla sua recente Louis Vuitton Resort 2016 in Palm Springs, abbiamo ripreso i nostri pink look preferiti da Chloe Norgaard a Rodarte fino a Kate Moss in Versace negli anni '90. 

via @louisvuitton

Fernanda Ly per la Louis Vuitton Resort 16
Il termine "trippy" è saltato fuori in continuazione nelle recensioni della collezione Louis Vuitton Resort 2016. Nicolas Ghesquière ha unito una tendenza surreale con le sfumature di vari periodi: vibrazioni hippie unite con silhouettes vittoriane, per un effetto complessivo molto Palm Springs. La combinazione di righe, colori pastello e tagli al laser degli abiti catturano perfettamente l'estetica dello show: medievale, matto e anche un po' punk. 

Foto Mitchell Sams

Linn Arvidsson e Marjan Jonkman per l'autunno/inverno 15 di Gucci
La prima collezione femminile di Alessandro Michele per Gucci dello scorso febbraio non ha deluso le alte aspettative del pubblico. Con ondeggianti ritorni agli anni Settanta uniti ai più tradizionali capi della casa italiana, ha dato una scossa grunge a questi look grazie alle punte rosa. "Alessandro ama profondamente lo stile di Courtney Love quando era nelle Hole e aveva i capelli di due colori diversi," ha spiegato lo stylist Paul Hanlon. Hanlon ha tinto le ciocche di Linn Arvidsson e Marjan Jonkman con Crazy Color e poi ha risciacquato il tutto per un effetto sbiadito.

via Blouin Artinfo on Youtube

Chloe Norgaard per l'autunno/inverno 14 di Rodarte
Chloe Norgaard è conosciuta per i suoi capelli cangianti. È stato un incontro perfetto quello con le sorelle Mulleavy, che hanno deciso di giocare con tinte romantiche per la collezione dell'autunno/inverno 2014. Norgaard ha rivelato a Vogue che lei, le designer e l'hairstylist Odile Gilbert hanno deciso insieme il colore e che lei si è poi tinta i capelli da sola con l'aiuto di Gilbert per due giorni.

Cara Delevingne per la Chanel Resort 13
Karl Lagerfeld non era affatto intimidito quando aveva scelto di ispirarsi a Marie Antoinette per la Chanel Resort 13 - e ha tenuto la sfilata negli opulenti giardini di Versailles. Tratti del XVIII secolo uniti a elementi futuristici, ma pensati per una ragazza moderna. Ciascun look indossato dalle modelle aveva come ultimo tocco una parrucca dai toni dei macaron, un caschetto tagliato in modo netto che rivelava dietro una bassa coda dai colori più intensi. Lo stile sempre in evoluzione di Cara ha perfettamente catturato l'unione tra le dame parigine dell'epoca e i ragazzi punk di oggi. 

Jean Paul Gaultier Couture Primavera/Estate 12
Jean Paul Gaultier ha presentato la sua collezione primavera  2012 sei mesi dopo la morte di Amy Winehouse. La sua collezione catturava perfettamente il suo stile da vamp anni '60 - in un modo che sarebbe risultato troppo effetto costume se non fosse stato fatto da Gaultier. Per completare le basi tipiche del look Winehouse come le gonne diritte unite alle polo, le modelle portavano anche altissimi beehive, soprattutto nei toni del blu e del rosa. 

Charlotte Free per la Primavera/Estate 12 di Jeremy Scott 
Ci sono pochi designer che sono "pop", uno di questi lo è Jeremy Scott. E potete usare gli stessi aggettivi anche per Charlotte Free. Loro sono un'unione perfetta nel paradiso della moda. Per la sua collezione "Hollywood goes to the farm" per la primavera/estate 2012, Scott ha mandato Free in passerella con un abito-cactus, completato con una fondina porta pistola abbinata alle treccine rosa da pin-up. 

Comme des Garçons Autunno/Inverno 09
Per l'autunno/inverno 09 di Comme, le modelle erano state avvolte in leggeri veli di tulle, o coperte in interessanti look con effetto trompe l'oeil. La spiegazione di Kawakubo della scelta di questa estetica è stata "il paese delle meraviglie", e tutti gli elementi ripresi erano completati da un taglio colorato con uno spray rosa. L'omogeneità dei capelli delle modelle ha aiutato a mantenere la sensazione di trovarsi su un altro pianeta. 

Kate Moss per la primavera/estate 99 di Versace 
La super star Moss faceva parte delle passerelle Versace dagli anni '90, e il marchio non ha mai fatto problemi a farle prendere il sopravvento sullo show - Donatella ha parlato entusiasta del fatto che Kate sia nata per essere un'icona. Per la primavera/estate 99, la supermodella spiccava con un lungo e seducente taglio rosa. Rappresentava una vera e propria bomba per il XXI secolo che si stava avvicinando: sempre glamourous. Questa sfilata è spesso riconosciuta come il momento di passaggio della Moss da povera trovatella a sirena della moda. 

Crediti


Testo Courtney Iseman

Tagged:
rosa
Μόδα
Fernanda Ly
nicolas ghesqui?re