#distractinglysexy contro il sessismo nelle scienze

Scienziate di tutto il mondo stanno postando immagini di loro stesse “talmente sexy da distrarre” in risposta ai commenti sessisti avanzati dal premio Nobel britannico Sir Tim Hunt.

di i-D Staff
|
16 giugno 2015, 11:07am

Ah, le donne: non capiscono i film, hanno rovinato la cultura con i loro programmi da donne e, ora, pensano di rovinare anche la scienza? Non c'è più niente di sacro! Quando la smetteranno di immischiarsi negli affari da uomini?!

La scorsa settimana, lo scienziato vincitore di un premio Nobel e attualmente professore presso la University College London, Sir Tim Hunt, ha raccontato durante un intervista in Corea del Sud dei suoi "problemi con le ragazze", sostenendo che: "Possono succedere solo tre cose quando ci sono loro (le donne) in laboratorio: ti innamori di loro, loro si innamorano di te e, quando le critichi, piangono".

Dopo questa dichiarazione Hunt ha rassegnato le dimissioni alla UCL ("sono molto, molto dispiaciuto") come conseguenza anche della campaga avirale promossa dalla rivista femminista Vagenda che ha incoraggiato scienziate di tutto il mondo a condividere loro foto sul posto di lavoro, con l'hashtag #distractinglysexy.

In poche ore, l'hashtag è stato utilizzato in più di 1000 tweet con migliaia di immagini di donne che mostravano le loro "curve provocanti" in tute anti-radiazioni o mentre raccoglievano "seducentemente" campioni di feci. Ahh, la rivincita delle donne!

Crediti


Testo Alice Newell-Hanson
Immagine via @lu_debeauchamp

Tagged:
sessismo
femminismo
distratingly sexy