gli influencer stanno perdendo la loro influenza

Secondo un nuovo studio, sempre meno persone interagiscono con gli influencer.

di Erica Euse; traduzione di Benedetta Pini
|
18 luglio 2019, 5:00am

Image via YouTube tratta dal film Ingrid Goes West, Matt Spicer, 2017

Quando Instagram qualche mese fa ha annunciato che stava pensando di rimuovere la possibilità di mettere "like" ai post altrui, molti hanno pensato che sarebbe stata la fine per gli influencer. Ma un recente studio ha rilevato che in realtà la loro caduta potrebbe essere già iniziata tempo fa. Stando a questa ricerca, l'engagement (e cioè il coinvolgimento a suon di like, commenti e condivisioni di un determinato contenuto sui social media) creato dai post degli influencer sembra aver toccato la soglia più bassa di sempre.

Ad aver fatto emergere questo trend è stato Mobile Marketer, sulla base delle statistiche elaborate dalla società di analisi InfluencerDB, rilevando che durante il primo quadrimestre del 2019 il rate dei post non sponsorizzati è sceso sotto al 2 percento, rispetto al 4.5 percento registrato nello stesso periodo tre anni fa.

Lo studio ha inoltre rilevato che, in generale, l'engagement rate degli influencer appartenenti a ogni tipo di categoria, incluse beauty, fashion, food e lifestyle, è sceso drasticamente nel corso degli ultimi anni. La spiegazione avanzata da InfluencerDB è che il costante bombardamento subito dagli utenti per via dei post sponsorizzati abbia causato un calo dell'interesse generale, portandoli a scrollare passivamente il feed senza soffermarsi sui contenuti.

Questa ricerca si allinea al report di The Streetwear Impact, pubblicato su Hypebeast qualche mese fa, secondo il quale gli influencer stanno perdendo la loro efficacia. Dai dati dello studio emerge inoltre che a dare i migliori risultati sono i nano-influencer, il cui engagement risulta maggiore rispetto a quelli che ne hanno più di 5.000.

Anche se non ce la sentiamo di affermare con certezza che sia arrivata la fine degli influencer, questi dati mandano loro un segnale molto chiaro: è il momento che gli influencer riconsiderino le loro strategie, perché i follower sono evidentemente stufi di contenuti poco interessanti e stimolanti. Insomma, la lezione che vogliamo trarre dall'analisi di InfluencerDB è che fiducia, studio della propria audience e creatività sono elementi imprescindibili tanto nella fashion industry quanto nel mondo del digital marketing.

Segui i-D su Instagram e Facebook.

Se ti sei sempre chiesto come funzioni l'algoritmo di Instagram, abbiamo la risposta (forse):

Questo articolo è comparso originariamente su i-D US

Tagged:
Instagram
Influencer