gucci chiede all’artista ignasi monreal di realizzare la nuova campagna s/s 18

In esclusiva per i-D, Alessandro Michele e Ignasi Monreal ci mostrano il magico e surreale mondo di Gucci.

di Steve Salter
|
19 dicembre 2017, 10:29am

Dopo aver partecipato al progetto #GucciGram, averci aiutato a Guccify ourselves durante la sfilata Cruise 2018, aver trasformato i muri di New York e Milano per il Gucci Bloom e aver creato visual in esclusiva per le campagne, l'illustratore e artista spagnolo Ignasi Monreal collabora ancora una volta con la maison italiana. Visti attraverso le sue surreali lenti, i quadri digitali che costituiscono la nuova campagna ci permettono di esplorare la straordinaria narrativa di Alessandro Michele.

"La creazione è un atto poetico." Si apriva così la show note della collezione Gucci primavera/estate 2018. "È un processo vulcanico che emerge da un nucleo magmatico abitato da urgenze, spettri e desideri. Un vortice in cui le forze vitali, prima intrappolate, vengono finalmente liberate." Sono parole che non hanno solo spiegato la visione che ha guidato il design della collezione primavera/estate 18, ma che hanno anche ricordato al pubblico che Alessandro Michele ha creato e curato fin nei minimi dettagli una nuova galassia Gucci, dichiarando al mondo che non sarebbe mai cambiato. Per nessuno. Con i suoi continui "vogliamo di più, di più, di più," quella della moda è un'industria dall'insaziabile appetito per le novità che spinge molti stilisti a reinventarsi completamente in ogni nuova collezione. Ma Michele non ci sta. A interessarlo è l'evoluzione, non la rivoluzione. E che evoluzione, Signore e Signori. Stagione dopo stagione, la sua ammaliante e sconfinata enciclopedia di riferimenti e ispirazioni ci porta un po' più a fondo nel suo coltissimo universo di cui le collaborazioni artistiche sono parte integrante e irrinunciabile.

Dopo aver sollevato la sua mano ingioiellata per premere sul tasto pausa di un'industria sempre più volta al cambiamento repentino, Alessandro Michele ci invita attraverso i 108 look della primavera/estate 18 ad abbandonarci alla sua visione estetica. Continuando l'atto poetico del direttore creativo, l'artista Ignasi Monreal incorpora all'immaginario guccy il suo personale universo mitologico, fatto di personaggi misteriosi e paesaggi sognanti che evocano una 'Fantasia Utopica'. Ci sono borse oversize portate a mano dai Cavalieri Gucci durante un'avventura guidati da Google Maps, c'è la replica del video Where The Wild Roses Grow di Nick Cave e Kylie Minogue nel reclinarsi. O forse il riferimento è all'Ophelia di John Everett Millais? La ricchezza di rimandi e riferimenti dà vita a immagini che ci trasportano immediatamente in un mondo agli antipodi dello stress da ufficio. La campagna verrà svelata a gennaio, ma intanto fate più attenzione del solito agli edifici di Milano e New York. Non sia mai che arrivi qualche sorpresa.

Artwork by Ignasi Monreal
Artwork by Ignasi Monreal
Artwork by Ignasi Monreal
Artwork by Ignasi Monreal
Artwork by Ignasi Monreal

Crediti


Testo Steve Salter
Tutte le opere d'arte sono state realizzate da Ignasi Monreal
Un ringraziamento speciale al Gucci Press Office

Tagged:
News
Gucci
alessandro michele
Ignasi Monreal
news di moda
primavera/estate 18
gucci s/s 18