sandro kopp e i nudi via skype

Gli autoritratti e i nudi via Skype dell'artista in mostra a Milano.

di i-D Team
|
11 dicembre 2014, 8:10am

Sandro Kopp, Florida, 2014

"Perché iniziare a dipingere via Skype? Dipingo da sempre e volevo provare qualcosa di nuovo. Tutto è iniziato chattando con un amico con il quale pitturo spesso. Essendo lontani ci siamo detti: 'facciamolo via Skype!'. Ciò che ho visto sul mio pc ha catturato i miei occhi. I colori, i diversi riflessi sullo schermo. Concettualmente credo che si tratti di qualcosa che riguarda il nostro tempo: il nostro modo di interagire, quale significato ha oggi il concetto di presente, che è un concetto già interessante di per sé. Da qui sono partito e non mi sono più fermato".

Sandro Kopp, Florida, 2014.

Chi parla qui è Sandro Kopp, artista classe 1978 nato a Heidelberg da madre neozelandese oggi con base in Scozia (si definisce apolide e sì, è anche il compagno della nostra icona di stile preferita, Tilda Swinton). Per la sua prima personale a Milano alla Galleria Otto Zoo, dal titolo Sono qui, presenta The New Me, una serie di autoritratti realizzati davanti allo specchio una volta al giorno nell'arco di un mese lunare, e You Are There, una serie di ritratti realizzati ad amici sparsi in tutto il mondo che hanno posato durante le loro conversazioni via Skype trasformate in sessioni di pittura. "Per lo sfondo ho chiesto a ogni soggetto di inviarmi una foto scattata da ognuno di loro. Un luogo, un paesaggio naturale per il quale provassero un'emozione. Questa serie è diventata una sorta di collaborazione che instauro con chi ho davanti, perché si tratta di ciò che loro scelgono, ciò che hanno visto e ciò che vogliono come ambiente dal quale essere circondati". Voi intanto siete pronti per il vostro #skypeartselfie da Otto Zoo? 

Sando Koop - Sono qui è in mostra alla Galleria Otto Zoo di Milano fino al 17 gennaio.

Crediti


Immagine courtesy Sandro Kopp

Tagged:
arte
milano
sandro kopp
otto zoo