Fotografia di Rosario Rex di Salvo. Maggio indossa giacca e pantalone Prada Linea Rossa.

15 domande a maggio, nuovo volto della scena hip-hop italiana

Abbiamo passato un pomeriggio insieme a lui e Tanca, producer con cui vive una simbiosi musicale che ha portato alla nascita di "I Nostri Fallimenti", il nuovo EP di Maggio.

di Benedetta Borioni; traduzione di Rosario Rex Di Salvo
|
22 novembre 2019, 6:00am

Fotografia di Rosario Rex di Salvo. Maggio indossa giacca e pantalone Prada Linea Rossa.

“Mi tuffo per principio.”

Partiamo da qua. Partiamo da una strofa che racconta chi è Maggio, artista classe 1993. Nasce a Roma, all’anagrafe Roberto He. Il nome che si è scelto per il palcoscenico mi incuriosiva perché sono nata a maggio. Toro ascendente Bilancia. Così sono andata ad ascoltarmi Raffeddore, altra parola che inspiegabilmente risuona in me, il primo singolo uscito da I nostri fallimenti EP.

1574243003135-DSC_0642
Maggio indossa giacca Gucci, t-shirt UNIQLO

“Mi tuffo per principio,” dicevamo. Filosofia o attitudine o anche solo modus operandi che mi rappresentava molto in quel periodo. Fortunatamente poi quel periodo è passato e poco dopo è uscito anche Latte Versato dove la morale è, com’è facile intuire, che non bisogna piangere sul latte versato ma tuffarcisi appunto e andare avanti, in un modo o nell’altro.

Passavano i mesi, e intanto Maggio a sua insaputa continuava a supportarmi in un modo o nell’altro. Oggi invece esce il suo secondo EP, I nostri fallimenti, prodotto da Tanca, con cui Maggio vive in una sorta di simbiosi musicale da quando Roberto è arrivato a Milano ed è nata la Klen Sheet. Membri ufficiali: Maggio, Ngawa, P Lo Bro, Ratematica, Tanca e Monoryth. Per l’occasione ho passato con loro un sabato mattina di metà ottobre, in cui mi hanno parlato di come hanno unito i loro background per dar vita a una nuova parte della scena hip-hop italiana (che Maggio definisce hip-hop emozionale), di dove (non) si vedono tra 10 anni e del potere terapeutico dei loro pezzi.

1574243055191-DSC_0646
Da sinistra a destra. Tanca indossa cappello Gucci e t-shirt dall'archivio della stylist, Maggio indossa giacca Gucci e t-shirt UNIQLO

Ciao Roberto AKA Maggio, cosa stavi facendo prima di rispondere a queste domande? O cosa stai facendo mentre rispondi a queste domande?
Sono seduto su un gradino fuori dal set fotografico di una campagna pubblicitaria. C’è anche Ste’ qui con me.

Dove sei cresciuto? E com’è stato crescere dove sei cresciuto?
Sono nato e cresciuto a Roma, anche se i primi cinque anni della mia vita li ho passati a Bracciano, un paesino non distante dalla Capitale. È stato strano trovarsi in mezzo a culture, contesti e persone diverse. Vivere le prime sensazioni in un paese di poche migliaia di abitanti e poi di nuovo a Roma, in quartieri che in fondo in fondo sono come paesi.

Ripensandoci ora, è sempre stato un ibrido che mi ha permesso di sapermi adattare a situazioni diverse fra loro. E tutto sommato, traumi a parte, sono contento del mio vissuto, perché le persone che ho conosciuto nel corso degli anni mi hanno arricchito anche grazie al modo in cui ho imparato a vivere la mia parte di mondo in continua espansione.

1574243076959-DSC_0544
Da sinistra a destra: Maggio indossa giacca Gucci e t-shirt UNIQLO. Tanca indossa cappello Gucci e t-shirt dall'archivio della stylist

E da Roberto, come sei diventato Maggio?
Già da bambino partiva la battuta su Roberto Baggio. Se fossi rimasto a Bracciano probabilmente avrei giocato a calcio—sport che comunque ho sempre amato, nonostante le svariate problematiche sull’ambiente calcistico che da ragazzino mi intimorivano molto. Tempo dopo una mia amica prima di partire per Milano cominciò a chiamarmi Roby Baggio, che poi senza un reale motivo è diventato Roby Maggio, poi è rimasto solo Maggio.

Dopo il trasloco a Milano sentivo la curiosità, che poi è diventata necessità, di imparare a fare freestyle per passare il tempo, e insieme alleggerire ansie e pressioni. Quando ho iniziato a registrare le prime cose ho capito che mi divertivo e mi sentivo realizzato, ma non sapevo come firmarmi. Così, invece che pensare un nome ad hoc, ho deciso di rimanere Maggio.

1574243216097-DSC_0902
Tanca indossa t-shirt Eucarestia, jeans Levi's e scarpe Gucci

So che una parte fondamentale della tua evoluzione artistica è legata a Tanca, il tuo producer. E quindi mi rivolgo proprio a lui. Tanca, come sei diventato Tanca? E come hai iniziato a lavorare con Maggio?
Tanca: Da Stefano sono diventato Tanca poco prima di conoscere Maggio, più o meno un annetto. Ero arrivato a Milano da poco e avevo due progetti musicali all'attivo: i Backside, con cui facevamo post-hardcore e gli Inni, con cui tutt'ora si sperimenta con l'elettronica.

Suonavo e cantavo da sempre, ma ad un certo punto ho iniziato a cimentarmi nella produzione e ho conosciuto Maggio proprio mentre stavo sfornando i miei primi beat, quelli che restano nell'archivio delle robe che non usciranno mai. Se dovessi trovare un momento specifico in cui sono diventato Tanca, sceglierei quello in cui ho pubblicato su Soundcloud (come Zteph, non ancora Tanca) il mio primo remix di un pezzo dei Black Sabbath, Planet Caravan. Maggio lo sentì, e mi scrisse. That's it.

1574243152744-DSC_0733
Tanca e Maggio indossano total look Prada Luna Rossa

Qual è stato il successo più grande della vostra carriera finora?
Maggio: Ritrovarmi legato a delle persone che condividono con me la vita anche al di fuori della musica.
Tanca: Non saprei, credo che il successo più grande fino ad ora sia stato rendermi indipendente da subito, venire qui a Milano e focalizzarmi su ciò che ho sempre voluto fare, cioè fare musica, lavorare con la musica e soprattutto condividere queste due cose con i miei amici. Sta andando bene, le persone che reputo colleghi sono le persone che reputo amici, le stesse con le quali fai sbagli, serate, cazzate e quant'altro.

1574243106683-DSC_0691
Maggio indossa total look Prada Luna Rossa

Descriviti in 4 parole Maggio!
Penso troppo ma okay.

Descrivi anche la musica di Maggio in 4 parole!
Parlo troppo ma okay.

1574243138073-DSC_0773
Tanca indossa total look Prada Luna Rossa

Descrivi anche la tua musica, Tanca… E come diventa parte integrante dell’idea creativa di Maggio?
La mia musica segue molto il concetto di sfogo e terapia. Faccio uscire le mie sensazioni e i miei sentimenti suonando e seguendo ciò che Maggio vuole raccontare. Se non ho un input esterno, creo seguendo ciò che in quel momento ho dentro di me.

La nostra unione di forze funziona proprio perché partiamo da temi affini: la musica di Maggio parla di lui, delle sue esperienze, ma allo stesso tempo chiunque può rispecchiarsi e immergersi nelle sue parole. Visto che mi hai chiesto una descrizione, credo che il termine giusto per descrivere quella di maggio sia terapeutica. Terapeutica per lui e per gli altri. Anche per me. Flusso di coscienza, anche qui, e credo che questo in un qual modo ci leghi e ci faccia sentire coerenti con la musica che produciamo.

Tre musicisti da tenere d’occhio nei prossimi tempi?
Ovviamente Ngawa col suo producer Superfluo e Giumo degli Inni, che fra poco usciranno coi loro progetti.

1574243191466-DSC_0927
Maggio indossa gilet Gucci, Tanca indossa t-shirt Eucarestia

Qual è la cosa che ti rende più fiero del tuo lavoro, Maggio?
Sapere che a qualcuno le mie cose sono servite, sapere che mi fanno stare in pace con me stesso.

Dove ti vedi 2029?
Non mi vedo da nessuna parte o comunque non mi interessa, ma spero di sentirmi soddisfatto.

Parliamo un po’ del tuo nuovo EP, I Nostri Fallimenti, che esce proprio oggi. Come racconteresti questo lavoro a chi ancora non ti conosce?
Se abbiamo lavorato bene basterà ascoltarlo per capire. In linea generale, racconta come possiamo vivere le insoddisfazioni sotto diversi punti di vista, non necessariamente in maniera negativa.

1574243235382-DSC_0875
Maggio indossa total look Gucci

E a chi ti conosce già da tempo, invece, come spiegheresti la differenza tra il nuovo EP e i tuoi precedenti lavori?
Ora abbiamo a fuoco ciò che vogliamo fare e più consapevolezza nei nostri mezzi. Nonostante non sia passato nemmeno un anno, abbiamo fatto tante cose e la pratica cosciente è sempre importante

Nel paradiso ci credi?
Al mio sì, ma è diverso da quello dell’immaginario comune. Quello non lo so, ma semmai fosse ho comunque cercato di vivere da persona decente.

1574252901121-1574243257421-DSC_0811
Maggio indossa giacca e pantalone Prada Linea Rossa e t-shirt KLEN SHEET

Cosa farai domani?
Andremo a Lucca a suonare. È ancora strano ma vero.

Segui i-D su Instagram e Facebook

Leggi anche:

Crediti


Intervista di Benedetta Borioni
Fotografia di Rosario Rex Di Salvo
Creative Direction di Gloria Maria Cappelletti
Styling di Giorgia Imbrenda
Make Up di Greta Giannone
Assistente alla fotografia Guglielmo Del Signore

Tagged:
Fotografia
maggio