i migliori account ig che ironizzano sulla moda (e chi ci lavora)

Spesso nella fashion industry ci si prende tanto, troppo sul serio. È il momento di sdrammatizzare.

di Carolina Davalli e Giorgia Imbrenda
|
15 novembre 2019, 10:07am

Fotografia di Carolina Davalli e Giorgia Imbrenda

I cosiddetti meme sono diventati forse una delle forme di comunicazione più dirette e contemporanee degli ultimi anni, una sorta di evoluzione delle caricature vittoriane alla Punch, sopratutto per quanto riguarda la moda e i costumi del nostro tempo. Sui social ci sono un infinità di account che prendono in giro, ironizzano e mettono in luce tutte le situazioni che fanno del mondo della moda uno dei più dinamici e difficili in cui lavorare. Noi abbiamo selezionato quelli che per noi sono i più divertenti, e che a furia di ridere a crepapelle ci hanno fatto dimenticare (o ricordare) per un momento la prima volte che abbiamo fatto da vestierista.

Fashion Assistants

Nella bio dell'account c'è scolpito il motto "Chasing broken dreams". Una sorta di incombente mantra dantesco, un memento mori della moda, una rassegnazione di fondo che ogni assistente di moda deve accettare prima o poi. Questo è il mood di Intern 1 no name, il non-nome dell'account @fashionassistants, che con cinismo quasi disperato riporta tutte le difficoltà che deve affrontare uno stagista di moda alle prime armi. Sollecitazioni di pagamenti, ritardi e ritiri delle spedizioni, la presenza quasi sacrale di Tagwalk come piattafroma di ricerca. Inutile dire che le assistenti di tutto il mondo sono letteralmente impazzite. Leggete i commenti per crederci.

Miss PR Piggy

Miss Piggy vi ha mai ricordato qualcuno? Ok, se non vi viene in mente proprio nessuno aspettate di entrare nel flow dell'account @miss_pr_piggy, dove una persona interna a un'agenzia di PR ha avuto l'autoironia giusta per potersi immedesimare nel personaggio dei Muppet più amato (ed odiato) di tutti. Qui vediamo Miss PR Piggy alle prese con editori, giornalisti e la sua assistente, che bombarda costantemente di letture astrali e oroscopi quotidiani. La vita da PR è dura, ma Miss Piggy con i suoi look sempre al top sa come farti riderci sopra.

Tag The Manicurist

Questo, più che un account di meme è un vero e proprio esempio di Fashion Police. In nome di tutte le manicurist del mondo, @tagthemanicurist di impegna a scovare i post su Instagram delle testate più famose in cui non vengono taggati i nail artist, e metterli allo scoperto. Stupisce quanti e quali di questi magazine non abbiamo l'accortezza di dare visibilità a chi ha lavorato per loro, ma ci sono anche molti post di elogio a chi invece gli artisti delle unghie li tagga eccome!

MYSTENDHALSYNDROME

La sindrome di Stendhal è quella che induce una ripercussione fisica al cospetto di opere d'arte di straordinaria bellezza. Ebbene, se chi ne è affetto è pure un fan della moda queste immagini potrebbero portarlo sull'orlo di un tracollo. @mystendhalsyndrome è il prodotto visivo di Antonio Patruno Randolfi, che con destrezza tecnica fa indossare le nuove collezioni, i nuovi accessori e alcuni total look, direttamente dalla passerella alle tele di artisti classici. Da account di nicchia è subito diventato uno tra i preferiti degli insider della moda.

Raf Semens

@rafsemens è un'altro tra gli account IG che sta spopolando. Il suo stile di meme "retrò" descrive i problemi di tutti i giorni di giovani fashionistas, o meglio aspiranti fashionistas (da notare che qui il target è sorprendentemente quasi totalmente maschile). Questi sono i fan più sfegatati della moda concettuale contemporanea, spaziando da Raf Simons a Rick Owens, da Carol Christian Poell a Helmut Lang. E noi vorremmo davvero sapere il loro nome su Depop.

George Serventi

George Serventi si è recentemente laureato in Giornalismo della Moda presso la Central Saint Martins di Londra. Come progetto parallelo alla tesi ha aperto il suo account Instagram @skipdin, dove si diletta a sfornare meme su meme riguardo ciò che accade nel mondo della moda. Il suo tono viene descritto a volte un pò troppo brusco, ma sicuramente tutte le critiche vengono dalla voglia di sdrammatizzare sul sistema della moda, un pò troppo impettito ed elitario come afferma lui stesso.

Wardrobe V pantry

Non necessariamente un account di "meme" in senso stretto, @wardrobevpantry ci tiene a far entrare nell'equazione moda + immagini l'elemento fame. Vere e proprie campagne di moda, editoriali o scatti rubati, con qualche click di ricerca tra i suggeriti di IG può facilmente diventare la nuova pubblicità per un qualche delizioso cupcake, una golosissima zuppa o smoothie, oppure di una sanissima insalata verde. Facendo leva sulla moda dei tutorial di pasticceria, o di quelli per impattare in maniera Instagram-friendly un avocado toast, @wardrobevpantry fonde questa moda con la moda, diventando esso stesso un trend.

Segui i-D su Instagram e Facebook.

Se vi considerate meme-obsessed, ecco un altro account da seguire:

Crediti

Testo di Carolina Davalli e Giorgia Imbrenda

Tagged:
Instagram
meme
Μόδα
fashion assistant