La nuova docu-serie che ti fa scoprire le fotografe italiane emergenti

Ogni episodio esplorerà la visione, il percorso e la pratica di una delle 8 artiste selezionate. E molte di loro sono dell'i-D Family!

di Carolina Davalli
|
24 maggio 2021, 11:23am

Immagine di sinistra: Ritratto di Maria Clara Macrì; Immagine di destra: Fotografia di Carolina Amoretti

La fotografia è una pratica artistica e progettuale che permette di creare mondi artificiali, ma anche di indagare introspettive, sociali, poetiche ed espressive. Può essere specchio della realtà o documento di sfere emozionali, ma anche residuo di un futuro ancora inesplorato.

Le Fotografe è la serie di Terratrema Film e Seriously per Sky Arte creata e diretta da Francesco G. Raganato per indaga proprio questo concetto. Interamente dedicata a otto fotografe italiane e alla loro pratica, intesa come mezzo creativo e veicolo di una visione, ciascuna puntata del progetto antologico si sofferma su una di loro, dando spazio al suo guardo, ai suoi gesti e alla sua sensibilità individuale; ossia gli elementi che rendono la sua fotografia il mezzo irripetibile tramite il quale trasmettere le sue ossessioni, i suoi obiettivi e i suoi sogni.

Le Fotografe parla infatti di artiste che provengono da background diversi, che hanno età diverse e che scattano con stili anche diametralmente opposti. Ad accomunarle c’è semplicemente l’utilizzo della macchina fotografica come strumento di ricerca, per tracciare nuovi contesti immaginifici e alimentare così il presente di una cultura visuale eterogenea e multidisciplinare, che tocca la moda come l’arte, la musica come la politica.

Molte di loro fanno parte della i-D Family! Qui sotto te le presentiamo tutte col loro universo creativo, dandoti qualche anticipazione sui temi che esploreranno nelle puntate della docu-serie.

Guia Besana

Fotografia di Guia Besana

Se c’è una fotografa che crede fermamente nell’idea che “il personale è politico”, questa è Guia Besana. Partendo da ambienti familiari e situazioni casalinghe, la fotografa riprende il proprio vissuto per spingersi in territori politici e sociali, dedicando la propria fotografia al ruolo della donna nella società contemporanea. La sua è una pratica ispirata da una poetica precisa, che lei stessa chiama Una questione personale.

Ilaria Magliocchetti Lombi

Fotografia di Ilaria Magliocchetti Lombi

Se avete in mente alcune fotografie iconiche dei grandi della musica italiana, probabilmente sono state scattate da Ilaria Magliocchetti Lombi, fotografa che ha seguito praticamente tutti i gruppi rock e indie della scena—e anche Ariete, che abbiamo intervistato poco tempo fa. Ma oltre all’ossessione di fermare il tempo, catturando l’energia dei concerti e delle star della musica, Ilaria dedica i propri scatti anche a quelle donne che con determinazione e passione stanno cambiando il mondo per come lo conosciamo.

Sara Lorusso

Fotografia di Sara Lorusso

E se “il personale è politico”, così lo è anche il nostro corpo, territorio che Sara Lorusso esplora con sguardo espanso e capiente. La sessualità viene documentata senza alcun giudizio o previsione, i tabù, di conseguenza, vengono ridotti a pezzi, lasciando che sia l’identità del soggetto a parlare e a performare la più libera e fluida espressione di sé.

Carolina Amoretti

Fotografia di Carolina Amoretti

Fantagirl non è una donna immaginaria, sintetica, ideale. È il termine con cui Carolina Amoretti descrive la donna reale, quella con body type diversi, imperfezioni, disabilità, a cui dedica interamente la propria pratica e il proprio progetto di moda, incentrato sulla celebrazione inclusiva dei corpi femminili in tutta la loro naturale e spontanea bellezza.

Maria Clara Macrì

Fotografia di Maria Clara Macrì

Quello che Maria Clara Macrì fa è tracciare delle vere e proprie geografie emozionali. Utilizzando la macchina fotografica tanto quanto la propria sfera emozionale, la creativa scatta quelli che definisce “empathy shot”, immagini risultate dalla tattile intesa che riesce ad instaurare con ogni suo soggetto. Da qui, il raggio d’azione della sua fotografia si amplifica, toccando temi come l’indipendenza intellettuale della donna, l’inclusività e i canoni di bellezza.

Roselena Ramistella

Fotografia di Roselena Ramistella

Vincitrice del Sony Photo Award e del Vogue Italia Prize, Roselena Ramistella ha bisogno di ben poche introduzioni. Il suo racconto visuale della Sicilia e delle sue donne è crudo e imparziale, e i suoi scatti, per quanto immersi in un contesto locale, tracciano dei fili di congiunzione con condizioni e problematiche universali. L’episodio a lei dedicato non poteva che chiamarsi in un solo modo: L’isola delle femmine.

Zoe Natale Mannella

Fotografia di Zoe Natale Mannella

La fotografia di Zoe Natale Mannella oscilla facilmente e spontaneamente dagli editoriali di moda a scatti intimi e onirici, che parlano di female gaze, amicizia, confidenza e sorellanza. Quello che infatti contraddistingue la sua pratica è un approccio istintivo, naturale e libero, che trasuda dalla sua macchina fotografica fino agli immaginari che crea.

Simona Ghizzoni

Fotografia di Simona Ghizzoni

Attratta magneticamente alla macchina fotografica, Simona Ghizzoni ha presto iniziato a sperimentare con la fotografia come mezzo per esplorare la propria persona e la relazione del proprio corpo con il mondo. Dalle luci e le ombre della propria interiorità, il suo sguardo si espande infatti a tematiche condivise dall’esperienza dell’essere uomini, come la relazione con la Natura.

Le prime due puntate della docu-serie “Le Fotografe” andranno in onda stasera lunedì 24 maggio alle ore 21.15. Le prossime puntate usciranno ogni lunedì su Sky Arte fino al 5 luglio 2021 e saranno disponibili anche on demand e in streaming su NOW.

Segui i-D su Instagram e Facebook

Crediti

Testo di Carolina Davalli
Immagini su gentile concessione di Sky Arte

Leggi anche:

Tagged:
sky
Fotografia
Documentário
serie tv
Female Gaze