Perché più stiamo con qualcuno e più gli assomigliamo?

Si chiama "Entanglement", ed è il motivo per cui quando passiamo tanto tempo con una persona tendiamo a vestirci e comportarci come lei.

di Benedetta Pini
|
15 ottobre 2020, 10:19am

Marco Waldis

Nella quantistica esiste un principio conosciuto come “entanglement”, che determina il legame di natura fondamentale esistente fra particelle costituenti un sistema quantistico. Lo stato quantico di ogni costituente dipende dallo stato degli altri costituenti, come sovrapposizione di più stati, dunque la misura di un sottosistema determina simultaneamente il valore anche per gli altri. Tale legame si mantiene anche quando le particelle sono a distanze molto grandi, teoricamente senza alcun limite, e ha conseguenze sorprendenti.

Insomma, per dirla in modo più grossolano, significa che gli elementi che si trovano a interagire in un determinato contesto si influenzano a vicenda, e quel legame continua a sussistere anche se gli elementi si allontanano.

Perché le coppie si assomigliano (anche se non sono fidanzate)?

Il principio dell’entanglement può essere applicato anche all’essere umano: anche le cellule di cui siamo composti potrebbero essere soggette a questo fenomeno. Se ci pensate, a volte riusciamo a trasmettere alle persone a cui siamo legati amore e appartenenza in modi impliciti, eppure potentissimi, anche a distanze enormi (e il lockdown ne è stata la prova definitiva).

Altre volte parliamo di un luogo lontano a cui siamo legati e sentiamo una connessione vera e propria, anche se impalpabile. Potrebbero solo essere casualità, o casi singoli, ma se allargassimo l’indagine a livello globale potremmo scoprire che, in fondo, così non è.

Perché le coppie si assomigliano (anche se non sono fidanzate)?

Il fotografo Marco Waldis sta cercando di dimostrare questa teoria con il suo progetto Entangled, appena selezionato nella sezione speciale del PX3 “State of the World” e in mostra a Parigi a dicembre. L’approccio è meta scientifico, certo, ma Waldis vuole “rendere tutti più consapevoli dei possibili modi di instaurare una vicinanza, comprensione e accoglienza tra persone distanti,” come ci spiega quando lo raggiungiamo telefonicamente.

“In qualche modo, questo legame ci porta ad essere sempre più simili alle persone con cui passiamo tanto tempo, e mi piacerebbe che più persone ne fossero consapevoli. Credo che la consapevolezza sia il primo passo per fare un sacco di cose,” aggiunge.

Perché le coppie si assomigliano (anche se non sono fidanzate)?

Da quando ha scoperto l’esistenza dell’entanglement, Waldis ha iniziato a osservare i passanti in modo completamente diverso: “Se ci fai caso, è facile accorgerti che due individui che escono spesso insieme si vestono in modo simile. Dopo aver avvistato alcuni casi veramente eclatanti di entanglement mi sono reso conto della portata del fenomeno: essere entangled non significa solo vestirsi in modo simile, ma anche condividere un legame a un livello più profondo.”

Pian piano, trovare l’entanglement nelle coppie che incontrava per strada è diventata quasi un’ossessione: “È diventata una specie di mania, incontravo casi ovunque, mi tormentavano. Ma ho dovuto incontrare e perdere decine di potenziali scatti prima di decidermi a prendere in mano la macchina fotografica e realizzare un vero e proprio progetto. Ora vedo persone entangled ogni giorno, ma mi rendono la giornata più bella.”

Perché le coppie si assomigliano (anche se non sono fidanzate)?

Sempre con la sua Nikon alla mano, Marco va a caccia di coppie che si somigliano per pomeriggi interi, e l’obiettivo è arrivare a un centinaio di scatti, idealmente in ogni continente, così da dimostrare che si tratta di un fenomeno globale.

“Durante una vacanza alle Canarie,” ci racconta “ero sul lungomare a mangiare un panino. All’improvviso noto un signore molto affascinante che si ferma in mezzo alla strada, forse per fumare una sigaretta. Jeans e camicia a righe verticali. Passano 5 minuti, e noto un altro signore, stessa età e stessi jeans e camicia a righe orizzontali, arrivare da lontano. ‘Che si conoscano?’ penso. Li vedo incrociarsi e riconoscersi, si baciano e cominciano a chiacchierare allegramente. Un entangled! Finisco il panino in dieci secondi e parto alla carica, macchina fotografica alla mano. Il mio spagnolo lascia a desiderare ma imbastisco comunque un dialogo. Si erano incontrati per caso sotto casa, e da allora non si sono ovviamente resi conto di indossare una specie di divisa solo loro. Mi confidano di comprare i vestiti dallo stesso fornitore, anche la sarta che gli fa l’orlo è la stessa. Si conoscono da una vita e sono diventati addirittura parenti acquisiti. È una delle mie foto preferite.”

Perché le coppie si assomigliano (anche se non sono fidanzate)?

Ma non si tratta solo di una somiglianza estetica, perché Marco si è accorto che tutte le coppie hanno spesso anche delle reazioni istintive quasi identiche, nel momento in cui le avvicina per scattarle. “Si assomigliano anche per la mimica facciale e le posture.”

E questo emerge con evidenza dalle foto (notare il dettaglio delle dita delle signore russe con borsetta a San Pietroburgo): “I soggetti non sono mai in pose studiate, anche perché non ci sarebbe il tempo; chiedo solo una cosa a tutti: di guardare dritti in macchina ed eventualmente di allontanarsi di un piccolo passo tra loro,” ci spiega Marco.

Perché le coppie si assomigliano (anche se non sono fidanzate)?

“La cosa più divertente è che quasi nessuno è consapevole di essere entangled, e amo osservare gli sguardi dopo che le persone ritratte realizzano la cosa,” racconta. E che ne è della questione che siamo tutti unici come singoli individui? “Bé, lo siamo, l’entanglement non nega questo aspetto, per quanto al nostro ego farebbe bene darsi una regolata.”

“Semplicemente seguiamo processi mentali che forse non lo sono, i nostri cervelli seguono regole simili, in fondo siamo animali da branco. Sono cresciuto credendo che omologarsi agli altri fosse una cosa brutta, da evitare. Ora ho cambiato idea.”

Perché le coppie si assomigliano (anche se non sono fidanzate)?
Perché le coppie si assomigliano (anche se non sono fidanzate)?
Perché le coppie si assomigliano (anche se non sono fidanzate)?
Perché le coppie si assomigliano (anche se non sono fidanzate)?
Perché le coppie si assomigliano (anche se non sono fidanzate)?
Perché le coppie si assomigliano (anche se non sono fidanzate)?
Perché le coppie si assomigliano (anche se non sono fidanzate)?
Perché le coppie si assomigliano (anche se non sono fidanzate)?

Segui i-D su Instagram e Facebook


Crediti

Testo di Benedetta Pini
Fotografie di Marco Waldis

Tagged:
coppie
amicizia
divisa
entanglement
fotografia documentaristica
marco waldis