Il cinema queer come antidoto all'omofobia

Non vediamo l'ora che inizi Festival MIX Milano, la rassegna di cinema LGBTQ+ che da 34 anni cerca di combattere l'omo- e transfobia attraverso la cultura.

di Benedetta Pini
|
15 settembre 2020, 3:29pm

Still dal film "Portale Venezia"

Negli ultimi anni il cinema queer è uscito dalla sua nicchia e si è progressivamente fatto spazio nei circuiti mainstream. Il rischio della tokenizzazione è dietro l’angolo, ma è innegabile che negli ultimi anni siano comparse sempre più pellicole oneste, dirette e feticizzazione o spettacolarizzazione. Ma prima che tutto questo diventasse la normalità, quando per vedere un film di Dolan dovevamo fare i salti mortali per andare all’unico spettacolo delle 15:30 del mercoledì, esistevano già realtà volte a promuovere e valorizzare il cinema queer.

Una delle più importanti in Italia è il Festival MIX Milano di cinema LGBTQ+ e queer, che quest’anno compie ben 34 anni. Nato nel 1986 come rassegna culturale trasversale intitolata Uno sguardo diverso, diventa nel 1993 il Festival di Cinema Gay e Lesbico di Milano, e nel 2005 entra a far parte del circuito internazionale di Festival MIX, insieme a quelli di New York, San Paolo, Copenaghen e Città del Messico, un network dedicato alla ricerca nel linguaggio cinematografico e alla costruzione di socialità e di interconnessione tra le persone.

festival-mix-milano-2020.jpg
Still dal film "Port Authority"

Il titolo di questa edizione, scelto in tempi non sospetti, è #LoveTogether, e anche se con la pandemia è cambiato tutto, inclusa la data del festival—spostato da giugno, come da tradizione, a settembre—quello dell’unione si dimostra un tema ancora attualissimo.

“#LoveTogether doveva essere una ribellione al clima imperante pre-pandemia [e aggiungerei anche post-pandemia, NdA], dove a proliferare erano (e in molti casi sono ancora) l’odio, lo scontro, la discriminazione e la diffidenza. A un appello di unione, uguaglianza, accoglienza e collaborazione si aggiunge ora una nuova importante missione, di cui il nostro festival si fa partecipe: quella di alimentare la speranza in un futuro di ripresa e soprattutto quella di continuare a sostenere il mondo del cinema, della cultura e dello spettacolo, fra i più colpiti dalle conseguenze economiche della pandemia di Covid-19,” dichiara il Manifesto del Festival MIX.

Una missione in questo momento più importante che mai. “Non esiste film, così come nessun’altra opera d’arte o creativa, che possa essere valutato indipendentemente dal mondo circostante. Questa metafora assume ancora più significato in questi tempi di emergenza, in cui il coronavirus ci costringe a riscoprire un senso di solidarietà e vicinanza proprio quando, paradossalmente, è bene mantenere le distanze,” si legge ancora nel Manifesto. Così, dal 17 al 20 settembre ci sarà il Festival MIX Milano, in un formato doppio, sia fisico, al Piccolo Teatro Strehler e al Piccolo Teatro Studio Melato, sia digitale, in streaming su MYmovies.it.

festival-mix-milano-2020.jpg
Still dal film "Queering the Script"

Tra film ancora inediti nel nostro paese, lungometraggi, documentari e cortometraggi che indagano la comunità LGBTQ+ contemporanea, il programma è fittissimo e variegato, anche se gli eventi collaterali, da sempre parte integrante del Festival, ci mancheranno da morire. Ma la solidarietà non mancherà, secondo una catena reciproca e continua di generosità: per ogni abbonamento sottoscritto grazie all’adesione a questa campagna, verrà messo a disposizione un “abbonamento sospeso”; inoltre, per ogni sottoscrizione sarà devoluto un euro al fondo di OutRight Action International che aiuta le comunità LGBTQ+ colpite nel mondo dal virus Covid-19.

“Tutto questo perché siamo convinti, oggi più che mai, che si vive, si crea, si ama veramente solo quando si vive, si crea e si ama insieme. Si ama di più se si ama insieme, nonostante tutto. More Love. #LoveTogether,” conclude il Manifesto.

Il Festival MIX Milano si terrà dal 17 al 20 settembre a Milano, al Piccolo Teatro Strehler e al Piccolo Teatro Studio Melato, e in streaming su MYmovies.it. Qui trovi tutte le informazioni.

Segui i-D su Instagram e Facebook

Crediti

Testo di Benedetta Pini
Immagini: still dai film

Tagged:
cinema
queer
LGBTQ
festival mix milano
diritti civili
COVID-19