6 scatti mozzafiato dal primo libro fotografico di Hugo Comte

Diciamo che il fotografo dietro all'artwork di "Future Nostalgia" è stato alquanto impegnato ultimamente, per usare un eufemismo.

di Ryan White
|
04 marzo 2021, 5:00am

Il nuovo libro del fotografo Hugo Comte non ha titolo e al suo interno non c’è praticamente alcun tipo di testo. Ogni ritratto contenuto nel volume è accompagnato da un nome, un barcode e nient’altro. Così come il suo profilo Instagram, completamente ripulito da tutte le immagini precedenti al libro—un gesto che ci invita a prendere in considerazione questo suo lavoro più di tutti gli altri.

“Con questo libro ho voluto creare un oggetto simbolo dei miei primi tre anni di lavoro,” scrive Hugo, sottolineando la velocità con cui è diventato uno dei nomi più influenti del panorama della moda. “In quel periodo percepivo che le persone stavano costruendo una sorta di identità attorno alla mia persona, e volevo creare un oggetto che riunisse tutti queste idee.”

La sua prima monografia, creata assieme all’Art Director David McKelvey, include una serie di volti e scatti molto familiari. C’è Dua Lipa, ovviamente, il cui immaginario è strettamente collegato a quello che Hugo ha ideato per il suo album. E poi ci sono le modelle—Bella Hadid, Anok Yai, Ana Jorge, Cara Taylor, per nominarne giusto alcune—scattate dal fotografo per svariati editoriali, che ciascuna nella sua singolare maniera ha incarnato l’essenza della moda contemporanea. 

Diviso in tre sezioni, Hugo descrive la prima parte come “qualcosa di molto cinematografico, che sembra quasi reale,” la seconda, invece, come “qualcosa di più neutro, dove il mio processo è quasi inesistente” e la terza come “qualcosa di più surrealista,” in cui esplora archetipi, “come il concetto dell’eroe o la versione più mistica e magica della figura delle donne e del loro intelletto. […] Lego queste tre parti del mio lavoro attraverso diversi medium,” aggiunge, “come still life, dipinti e CGI,” conclude.

I barcode, nel caso ve lo steste chiedendo, sono lì per dare un senso di corporeità alle immagini sulla carta stampata. “Lo uso come oggetto indipendente, che prende vita, invece che utilizzarlo solamente come semplice mezzo,” spiega Hugo. “Nel libro, il barcode diventa il leitmotif della narrazione: è sulla copertina, sul dorso e detta il numero delle pagine, oltre a essere presente in diverse dimensioni.”

Qui sotto, Hugo ha selezionato per noi di i-D sei immagini chiave del suo libro.

Bella Hadid Fotografia dal nuovo libro fotografico di Hugo Comte
Bella Hadid per POP Magazine

Bella Hadid

“Quando guardo questa immagine penso che non credo di aver mai visto in vita mia una donna così concentrata… nulla può disturbarla. I suoi pensieri e le sue intenzioni sono così forti e intensi, ma restano comunque segreti e intimi.”

Dua Lipa Fotografia dal nuovo libro fotografico di Hugo Comte
Dua Lipa per l'album "Future Nostalgia"

Dua Lipa

“Per me questo è il simbolo definitivo di Future Nostalgia, l’album di Dua. La macchina per questa immagine era ispirata a Starman, lo space driver di Elon Musk.”

Ana Jorge Fotografia dal nuovo libro fotografico di Hugo Comte
Ana Jorge

Ana Jorge

“Mi piace come le sue mani siano sincronizzate perfettamente con la sua espressione facciale… È una piccola diavola che si sta compiacendo dei propri pensieri maligni.”

Anok Yai Fotografia dal nuovo libro fotografico di Hugo Comte
Anok Yai

Anok Yai

“È un’interpretazione contemporanea della Mona Lisa—c’è molto mistero dietro a questa immagine.”

Cara Taylor Fotografia dal nuovo libro fotografico di Hugo Comte
Cara Taylor

Cara Taylor

“Questa immagine è una rappresentazione della dicotomia tra l’innocenza dell’infanzia e l’intenzione di una donna cresciuta.”

Malgosia Bela Fotografia dal nuovo libro fotografico di Hugo Comte
Malgosia Bela

Malgosia Bela

“Quando l’ho scattata, ho subito pensato che questa immagine sarebbe stata meglio come dipinto, e lo adoro.”

Segui i-D su Instagram e Facebook

Leggi anche:

Tagged:
Bella Hadid
dua lipa
Μόδα
editoriale
libro fotografico
anok yai
Hugo Comte