Immagine di sinistra via @a_sistainable_home; Immagine di destra via @leitalienne

6 profili Instagram per informarti sul lato green della moda e del beauty

Queste creator stanno gettando le basi per un nuovo futuro del fashion system, a colpi di post divulgativi e consigli pratici.

di Benedetta Curti
|
13 luglio 2021, 10:46am

Immagine di sinistra via @a_sistainable_home; Immagine di destra via @leitalienne

È ormai qualche anno che il sistema della moda discute di sostenibilità. Lo spettro della crisi ambientale si è abbattuto sull’impazzante mondo della fast fashion e della produzione di massa, risvegliando un urgente bisogno di cambiamento. Una svolta che certamente la pandemia non ha reso meno necessaria. E i protagonisti di questo risveglio collettivo sono personaggi in moto verso la cosiddetta green revolution, un manifesto che pianta le proprie radici nel sottosuolo etico di una moda cosciente, consapevole e attenta.

Non solo le grandi maison e i nuovi talenti, ma anche creator e attivist* digitali scendono in campo per la creazione di una moda etica, di un ecosistema più che di un’industria, dove ogni prodotto, azione e valore, propaga una volontà di innovazione e miglioramento. Non più un’utopia lontana, ma una realtà che vive nell’oggi. I green influencer del mondo della moda e del beauty sono una nuova categoria di creator che usano i social media per fare dell’attivismo sostenibile una bandiera. Questi paladini del consumo etico e consapevole si dimenano nel vortice fittizio di Instagram per ricordarci che nulla potrà cambiare se non saremo noi stessi i primi a farlo. L’obiettivo? Costruire una nuova coscienza su cosa sia davvero ecosostenibile e cosa non lo è, rompendo le catene del consumismo isterico e della logica del “more is more”. Tra i capisaldi della loro filosofia c’è lo stop al greenwashing per dare spazio a rinnovate forme di creatività più umane.

Noi di i-D Italy ci siamo fatti affascinare dall’energia di queste personalità, e abbiamo scavato più a fondo per conoscere il loro mondo e i loro modo di fare attivismo. Tra guru della cosmesi etica, trend-setter della slow fashion, attiviste con progetti imprenditoriali, chi vive la sostenibilità a 360 gradi e profili completamente zero waste: di fatto, tutti questi profili si impegnano quotidianamente per diffondere il verbo del vivere una vita più attenta a lasciare un impronta positiva su questa Terra con l’unico motto “There is no Planet B”.

Ecco quindi una selezione di 6 profili Instagram italiani per andare alla scoperta dell’emisfero più green di moda e beauty

@carotilla 

Se si parla di moda green il nome d’appuntarsi è sicuramente Camilla Mendini, AKA @carotilla, blogger naturalizzata americana che tratta le tematiche di slow fashion, economia circolare e zero waste dal 2016. La lotta allo spreco per una moda più giusta è alla base della sua filosofia che le ha fatto guadagnare il ruolo di prima Green Influencer Italiana secondo le classifiche di Green Style (2019) e Il Sole24Ore (2020). "Ho iniziato ad occuparmi di sostenibilità come consumatrice. Il mio primo passo l’ho compiuto nell’ambito della moda sostenibile: ho iniziato ad informarmi grazie a libri e documentari da cui ho imparato molto e di cui ho iniziato a parlare in video su YouTube, quando nessuno ancora trattava di questo argomento in Italia,” si legge sui suoi canali.

Ma parlare di sostenibilità non basta. Camilla vuole per se stessa e per gli altri di più. Dopo il blog, nell'aprile 2018, lancia un marchio di abbigliamento green, dal nome Amorilla, basato su principi di sostenibilità ed etica, creando le proprie collezioni Love Stories con tessuti sostenibili e tinture naturali, il tutto rigorosamente attraverso processi artigianali. "Ogni Storia d’amore nasce e si sviluppa in quella parte di mondo in cui ho amato una particolare tradizione locale e qualsiasi aspetto della sua lavorazione avviene in loco: utilizzo stoffe locali, collaboro con lavoratori e laboratori del luogo, addirittura le etichette e i fili vengono dalla zona,” ha dichiarato sul suo profilo.

Segui @carotilla qui.

@cami _ al _ naturale

Il panorama della moda green è molto vasto e riesce farsi spazio anche Camille, meglio nota come @cami _ al _ naturale. Fiorentina, ama i fiori, il gatto Leonardo e andare in bici, ma soprattutto ama la moda consapevole, Camille dal 2017 parla di sostenibilità a 360 gradi sul suo canale Instagram con un approccio trasversale, spaziando dalla moda al beauty, fino a consigli su come trattare i capi, grazie ad un percorso “in continua evoluzione, verso uno stile di vita più consapevole e responsabile,” racconta sul suo spazio. Dopo essersi guadagnata una forte credibilità nel settore, Camille viene scelta per collaborare con altre realtà stendardo di un consumo più umano e uno stile tutto green. Tra le più rilevanti c’è Il Vestito Verde, la prima piattaforma italiana creata da Francesca Boni per scoprire negozi fisici ed e-commerce di moda sostenibile. Per Camille anche lo shopping è attivismo e lo dimostra attraverso contenuti cool, consapevoli e dal palpabile allure romantico.

Segui @cami _ al _ naturale qui.

@cotoncri 

Ex modella, aspirante attrice e ora voce e volto della sostenibilità su Instagram, Cristina Coto, meglio nota come @cotoncri, è sicuramente uno dei profili di riferimento quando si vuole scoprire di più su un lifestyle green al 100%. Moldava di origini, arriva a imboccare il suo percorso per caso, disillusa dai ritmi supersonici della fashion machine e nostalgica della sua vita a contatto con la natura di quando era bambina. Così, dopo anni a correre sulla ruota della moda, diventa mamma e capisce che ognuno di noi, attraverso le proprie azioni, può mettere le basi per un futuro migliore. E perché non partire da quello che indossiamo? Con questa consapevolezza, Cristina decide di cambiare vita e di iniziare a impartire buone pratiche per vivere in armonia con l’ambiente trattando con brillante ironia e padronanza i temi più gettonati, dal fast fashion all’alimentazione vegana. La moda sicuramente ha una posizione di primo piano, ma approfondisce anche tematiche concrete con consigli pratici per la cura del corpo, l’organizzazione della casa e per come viaggiare in modo più etico e a impatto zero.

Segui @cotoncri qui.

@gglaska 

Lo stesso attitude viene incarnato da Giorgia Pagliuca, su Instagram conosciuta come @gglaska, torinese trapiantata a Bra che con il suo blog cerca di risvegliare le coscienze assopite di un sistema saturo e veloce, riportandole verso il panorama del vivere sostenibile. Il suo attivismo è concreto, schietto e mai banale. Giorgia studia, legge, parla e vive la sostenibilità in tutte le sue forme e declinazioni. Attraverso il suo spazio web, nato dall’esigenza di condividere, informare e fare rete per determinare consapevolezza e voglia di cambiamento, Giorgia si batte per un sistema libero dalle logiche della mass production e del “compro tutto e subito”, ma anche che rifugga da un patinato greenwashing, non solo nella moda, ma in ogni aspetto della nostra quotidianità. Per lei avere uno stile di vita sostenibile non vuol dire riempire la casa di oggettistica in bambù, o l’armadio di abiti slow fashion, piuttosto fermarsi a riflettere sui propri consumi smodati, utilizzando a pieno ciò che si ha già a disposizione.

Segui @gglaska qui.

@asustainablehome

Ma sotto i riflettori della sostenibilità non c’è certo solo la moda. Anche la cosmesi strizza l’occhio alla nuova necessità di un consumo più etico. Se cercate un green advocate mondo beauty, segnaliamo sicuramente @asustainablehome, AKA Lucia Valentina Nonna. Genovese, autrice del libro Diario di una famiglia vegan di Anima Edizioni, Lucia collabora con diverse case editrici come editor e traduttrice di volumi, è redattrice della sezione Green lifestyle per la rivista Slow Home Slow Living ed è anche founder di un blog dove condivide le sue scelte quotidiane per abbracciare uno stile di vita a meno spreco. I suoi sforzi per la sostenibilità trovano spazio anche in un progetto imprenditoriale, la piattaforma virtuale Rete Zero Waste, nata nel 2017 con lo scopo di promuovere e diffondere uno stile di vita a rifiuti zero.

Segui @asustainablehome qui.

@leitalienne

Chiude il cerchio Marika Zaramella, beauty queen e paladina della body positivity che abbraccia la sostenibilità in maniera forse meno radicale delle altre compagne di lista, ma pur sempre con un approccio onesto e trasparente. Su Instagram la conosciamo come @leitalienne, è una make-up artist freelance e autodidatta, che crede profondamente nella bellezza unica e non scontata, e nella forza della personalità, da trasmettere attraverso il trucco e i capi che indossa. Con la sua energia, sta cavalcando l’onda del web battendosi per una comunicazione più inclusiva che abbracci tutti, pronta a sfidare i comuni concetti di bellezza, distruggerli e poi dar vita a nuove, mirabolanti estetiche del futuro. L’aspetto sostenibile? Oltre a schierarsi quotidianamente per una moda più positiva e prodotti beauty consapevoli, Marika da poche settimane ha svelato la collaborazione con Almace, micro-brand tutto italiano fondato da due sorelle e a gestione familiare. Il marchio tratta capi in limited-edition, realizzati a mano con sole fibre naturali e sostenibili come la viscosa e il cotone bio, recuperati dallo scarto dell’industria tessile.

Segui @leitalienne qui.


Segui i-D su Instagram e Facebook

Crediti

Testo di Benedetta Curti
Immagini per gentile concessione delle creator

Leggi anche:

Tagged:
green
Μόδα
sostenibilità