pronti per vedere dal vivo charlotte gainsbourg?

Suonerà a Milano mercoledì prossimo, noi di i-D siamo media partner dell'evento e vi aspettiamo in prima fila.

|
29 novembre 2018, 1:52pm

Fotografia di Michael Momy per il numero The Memory Issue di i-D, novembre 2001

L’elaborazione del trauma tramite la musica. Questo è Rest di Charlotte Gainsbourg, l’album che lo scorso novembre ha rotto un silenzio artistico iniziato ben sei anni fa. Fuggita a New York nel 2013 dopo la perdita della sorella Kate Barry, la cantante francese ha scelto di superare il lutto mettendosi a nudo, aprendo il vaso di Pandora dei suoi pensieri e trasformando in arte quell'esperienza.

Lontana da Parigi, città a cui resta comunque indissolubilmente legata per attitude, temi e stile musicale, compone un gioiellino di french electro intimo e sofferto. Per la prima volta canta in francese, e i testi sono (quasi) interamente scritti da lei. È il lavoro intimo, mezzo sussurrato e squisitamente francese che i fan aspettavano da tempo.

Ma Charlotte è anche una grande attrice, icona del cinema contemporaneo europeo e musa di Lars von Trier. Quella stessa malinconia lugubre e affascinante dei personaggi che sceglie di interpretare, come Claire in Melancholia, Lei in Antichrist e Joe in Nimphomaniac, è ben presente anche in Rest, sottoforma di suoni lunari e sintetici. Dopo Barcellona, Londra, Parigi, Los Angeles, New York, Oslo e altre tappe in tutto il mondo, Charlotte porterà questa sua intima autobiografia a Milano, grazie a Radar Concerti.

Noi di i-D siamo media partner dell'evento, vi aspettiamo in prima fila, ovviamente.

Segui i-D su Instagram e Facebook.