Fotografia di Ana Tabatadze

tre anni di edonismo, techno e sesso a berlino

Momento nostalgia: abbiamo incontrato il fondatore di uno dei party più leggendari di Berlino, l'Herrensauna.

|
dic 5 2018, 5:00am

Fotografia di Ana Tabatadze

Il sudore gocciola dal soffitto mentre l'aria si fa sempre più irrespirabile. Sono circondato da raver di vecchia data, e vedo le loro gambe farsi sempre più pesanti con il passare delle ore. Eppure, anche all'alba l'atmosfera qui rimane estatica. Sono a una delle serate più leggendarie di Berlino, l'Herrensauna.

A differenza di quanto sembrerebbe suggerire il nome, qui tutti sono i benvenuti. Non solo gli uomini. "Pensiamo sia molto più interessante ampliare l'idea di cosa potrebbe essere un party queer", mi spiega Jordan Davidson, uno dei fondatori di Herrensauna. Siamo in un luogo in cui tutto è permesso: in ogni angolo si è liberi di esplorare la propria sessualità e identità, o semplicemente ballare fino a quando si hanno energie. Ad accompagnare gli ospiti, in sottofondo continua a battere pesante la cassa techno degli artisti underground della città.

Per celebrare il terzo anno di vita di Herrensauna, abbiamo pensato di lasciarci prendere dalla nostalgia e abbiamo chiesto al fondatore Jordan Davidson e ai due resident DJ Nicolas Maxim Endlicher e Cem Dukkha di raccontarci cos'è per loro questa serata.

Herrensauna Gang George Nebieridze
Giacca customizzata Herrensauna. Fotografia di George Nebieridze

Com'è stata la prima serata Herrensauna?
Jordan: Oh, abbiamo sempre avuto fiducia in noi e in quello che facevamo. Non ci è mai passato per la testa che potesse essere un disastro.
Cem: Non ci siamo mai dovuti preoccupare, perché lo spazio era piuttosto piccolo e ci aspettavamo poche persone. Giusto i nostri amici, ecco. Non pensavamo si sarebbe trasformato in una serata così nota in tutta la città.
Nicolas: È stato tutto molto intuitivo. Facevamo ciò che ci sembrava giusto fare in quel momento.In realtà non avevamo capito le proporzioni del fenomeno che avevamo messo in moto. Oggi tutti si aspettano molto da quello che facciamo, ma quando abbiamo iniziato non era così.

Cem Herrensauna
Cem si rilassa con Enyo dopo aver suonato con Hector al Tresor. Fotografia di Nicolas M. Endlicher.

Herrensauna non esiste solo a Berlino. Vi state espandendo anche all'estero e da poco siete stati invitati a suonare al Kisloty di San Pietroburgo, in Russia.
Cem: Vogliamo portare Herrensauna in più posti possibile.
Jordan: È interessante vedere le comunità nate in altri paesi. Quando un organizzatore etero viene da te e ti chiede di fare qualcosa insieme, beh, è sempre un onore. Non vogliamo portare una 50ina di persone da Berlino a fare serata in un altro posto, più che altro capiamo che oggi al nome di Herrensauna sono legate tutta una serie di cose, ed è bello poterlo ricreare anche all'estero.
Nicolas: Non voglio usare l'espressione "fenomeno mondiale", ma effettivamente chi si interessa di questa scena ci ha notato un po' in tutto il mondo, associando il nostro nome a quello di un certo tipo di libertà di cui vogliono fare parte. È per questo che ci invitano.

Herrensauna Behind The Scenes
Una darkroom del locale poco prima dell'inizio della serata. Fotografia di George Nebieridze.

Cosa significa per voi "comunità"?
Nicolas: Rispettarsi. Ci si incontra, ma non ci si giudica mai, specialmente nella comunità queer, perché si becca già un sacco di cose negative dall'esterno. Nella tua comunità puoi essere te stesso, e sai che comunque gli altri saranno gentili con te.
Cem: Puoi sperimentare con la tua identità senza essere per questo giudicato.
Jordan: È interessante vedere tutte queste foto di persone che si lasciano completamente andare. Sfortunatamente, nella vita quotidiana non funziona proprio così. Herrensauna è una sorta di pausa dal mondo reale. Conosco tante persone che a Berlino ce l'hanno fatta, ma hanno nel loro passato storie veramente incasinate. Alcune vengono da posti dove Herrensauna non solo non sarebbe possibile, ma anche illegale.

Herrenscheide und Cem
Nicolas e Cem dietro la consolle. Fotografia di Ana Tabatadze.

Cosa avete imparato su voi stessi negli ultimi anni?
Jordan: Ho imparato a collaborare con le persone e rispettare le decisioni altrui. Ho anche imparato ad avere più rispetto per l'ethos DIY. Ci sono state occasioni in cui siamo rimasti per più di 24 ore di fila a organizzare e sistemare la location, perché ci sentiamo responsabili dell'esperienza che vivranno le persone lì. Vogliamo che si divertano e che siano felici.
Nicolas: Mi ha aiutato a vedere la bellezza delle cose, senza preoccuparmi di quanto "sporche" sembrino dall'esterno. Tutto è bello, e tutto può sorprenderti. Non importa quante volte tu abbia visto una determinata cosa, perché ci sarà sempre un dettaglio nuovo pronto a stupirti. Inoltre, oggi sono molto più aperto nei confronti delle scelte altrui.
Jordan: Sono diventato molto più tollerante.
Cem: Abbiamo imparato ad accettare quello che gli altri fanno senza mai giudicare.

Lyra Herrensauna
Il musicista e performer Lyra Pramuk. Fotografia di George Nebieridze.

C'è un momento indimenticabile in questi tre anni? So che è difficile, ma...
Jordan: C'è stata questa notte in cui si sono esibiti i The Empire Line. Il frontman era chino sul controller e quasi toccava il soffitto con la testa. Musicalmente parlando, lui ha un background noise ma stava suonando techno. A un certo punto la sua voce ha rotto gli amplificatori... Ma lui ha continuato anche con il microfono distrutto e la testa che sbatteva contro il muro. Sembrava uno show hardcore a un rave queer. C'era sudore ovunque, le luci pulsavano e tutti avevano capito che non avrebbero mai più assistito a nulla del genere. È stato davvero unico. Così unico che i ragazzi hanno chiamato un loro pezzo proprio di Herrensauna.
Cem: Ricordo quella serata, insieme a molte altre. La mia preferita in assoluto è stata quella in cui ho suonato prima di DVS1, un DJ che ho sempre ammirato moltisssimo. In realtà credo sia la stessa sera di cui parla Jordan, ho i ricordi un po' confusi.

Herrensauna- The Empire- Line Konzert
Isaac Hansen aka Iron Sight nel 2016 esibendosi con i The Empire Line. Fotografia di George Nebieridze.
Herrensauna Berlin Party
Due ragazzi appena usciti da Herrensauna. Fotografia di George Nebieridze.
Queens Herrensauna Party Berlin
Due ospiti all'Herrensauna. Fotografia di George Nebieridze.

Segui i-D su Instagram e Facebook.

Altra serata leggendaria, ma questa volta made in UK:

Questo articolo è originariamente apparso su i-D Germany