Fotografia di Maria Clara Macrì

Il 2019 secondo Maria Clara Macrì: 12 scatti intimi e di iper femminilità

Mariaclara racconta il suo anno tra scatti di intimità in giro per il mondo

di i-D Staff
|
23 dicembre 2019, 11:02am

Fotografia di Maria Clara Macrì

Questo contenuto fa parte della nostra rubrica Il 2019 in foto, in cui abbiamo chiesto ai nostri fotografi italiani (e non) preferiti di scegliere le 12 immagini che meglio rappresentano l'anno che si sta per concludere.

Le fotografie di Mariaclara Macrì immortalano l’universo femminile, i loro sentimenti, il rapporto con i corpo e la loro intimità. I suoi scatti in giro per il mondo instaurano un canale comunicativo profondo e intenso con chiunque passi davanti al suo obbiettivo.

2019 Mariaclara Macrì fotografia

Gennaio sorelle
Milano 4 gennaio. Stella e Angelica si completano.

2019 Mariaclara Macrì fotografia

Febbraio in appartamento
La luce negli appartamenti milanesi in inverno è un incubo. Da un po' di tempo dico a Paola che l’unico momento per scattare nella sua stanza è al mattino presto, tra le sette e le nove. Pur essendo molto diverse l'una dall'altra, sia di me che di lei si potrebbe dire che l’improvvisazione e i fuori programma costituiscono la vera essenza delle nostre vite. Per restare fedeli a noi stesse, decidiamo di scattare una domenica pomeriggio, dopo aver trascorso un sabato notte di festa insieme, usando gli unici 10 scatti rimasti nella mia Contax e i 3 nella sua Yashica.

2019 Mariaclara Macrì fotografia

Marzo e le mie muse
Ho l’onore di partecipare come assistente di Spencer Tunick a uno dei suoi shooting di nudo di massa a Valencia. Alle cinque del mattino centinaia di donne infreddolite ma emozionate mettono i loro corpi al servizio dell’arte. Tra loro incontro alcune delle mie future muse e la ragazza rossa, Julie, che mi ospiterà nella casa ad Azul.

2019 Mariaclara Macrì fotografia

Aprile femmine
Denisse Ariana Pèrez a casa mia a Reggio Emilia, appena dopo aver svolto un rito di rinascita e ricongiunzione con la nostra energia femminile.

2019 Mariaclara Macrì fotografia

Maggio fine e inizio
Il mio mese. Il giorno del mio compleanno ho chiuso il progetto con l’ultima stanza romana. Mi sento alla fine di un ciclo e già vedo l’inizio di una nuova luna.

2019 Mariaclara Macrì fotografia

Giugno e la natura
Mi trasferisco in campagna da Guido per lavorare al mio libro. La natura e l’isolamento favoriscono l’ispirazione per scrivere e ordinare le mie foto. Le mie gite solitarie nell’orto a raccogliere salvia e menta e odorare le rose mi aiutano a superare un momento difficile. Non è facile stare ferma, senza staccare da me stessa, senza ubriacarmi di vita frenetica. A volte mi sento un animale in gabbia impazzito e a volte invece ringrazio di avere la possibilità di partorire il mio libro circondata dalla natura e sostenuta dall’amicizia di Guido.

2019 Mariaclara Macrì fotografia

Luglio libertà
Le mie amiche curano la mia irrequietudine e accolgono le mie richieste di libertà. Finalmente posso fotografare le visioni che la nuova vita in campagna mi regala.

2019 Mariaclara Macrì fotografia

Agosto estate
Napoli, Gaiola. L'’estate nella città delle mie origini è una necessità, senza non potrei vivere. In fondo sono anche io una Napolide, come scrive saggiamente Erri de Luca in uno dei suoi testi a me più caro.

2019 Mariaclara Macrì fotografia

Settembre e le prove
Sono a Milano e comincio a fare prove per il libro, scansionando il mio scrap book con petali di tulipano e bustine di plastica, grazie ad Andrea Mariani di Yes We Scan che sopporta le mie follie creative e mi accoglie in famiglia. Nel frattempo, una delle mie più care amiche si sta per sposare e della notte in cui la festeggiamo questo è lo scatto più sobrio.

2019 Mariaclara Macrì fotografia

Ottobre Istanbul
Sono a Istanbul. Mi sento al mondo.

2019 Mariaclara Macrì fotografia

Novembre “Reflection” e “inspiration”
Lee viene a trovarmi da New York. Ci accorgiamo che è passato esattamente un anno da quando ci siamo conosciute. Lee sembra appartenere alle mie stanze, alle mie piante, ai colori delle pareti e dei miei oggetti, come se tutto questo fosse sempre stato qui pronto per accoglierla. Camminiamo ondeggiando nella stessa maniera e per strada ci chiedono se siamo sorelle, nonostante le evidenti differenze. “Reflection” e “inspiration” sono le parole che più ricorrono nei nostri discorsi.

2019 Mariaclara Macrì fotografia

Dicembre a casa
Sogno nella mia stanza.

Segui i-D su Instagram e Facebook

Crediti

Fotografie e testi di Maria Clara Macrì

Tagged:
giovani fotografi
i-d family
Il 2019 in foto
Mariaclara Macrì