Fotografia di George Nebieridze

 

"questo libro avrebbe potuto farmi finire in galera"

Il fotografo georgiano George Nebieridze ci ha raccontato l'insolita storia dietro il suo nuovo libro.

di Juule Kay
|
27 agosto 2019, 9:22am

Fotografia di George Nebieridze

 

Comodamente complicato. Queste sono le parole con cui il fotografo georgiano George Nebieridze descrive il suo nuovo libro '17. Non esattamente ciò che ci si aspetterebbe da un diario visuale che riassume un anno della vita del fotografo. In copertina c'è la foto di una placenta, nella prima pagina le foto di alcuni bambini, in quella successiva ricordi di una notte di clubbing selvaggia. In totale, oltre 300 immagini piene zeppe di riferimenti personali che solo nel giusto contesto hanno davvero senso.

Il 2017 infatti è stato un anno di grandi cambiamenti per il giovane padre: è in questo anno che è nata la sua seconda figlia, Ofelia. Inoltre, è sempre nel 2017 che per George arrivano le prime opportunità di fotografare i big names dell'industria musicale, insieme alle sue classiche foto di clubbing che non lo abbandonano mai. Momenti selvaggi accanto ad attimi di assoluta tranquillità. "Ho imparato che, in quanto artista, è necessario essere il più determinato possibile. Mai accettare compromessi. O tutto, o niente," ci ha detto senza tanti giri di parole Nebieridze.

E anche se, viste nel loro insieme, queste immagini acquistano nuovo significato, per il fotografo georgiano è necessario che ognuna venga osservata nella sua unicità. Alcune di queste trasmettono una nostalgia assoluta, mentre altre parlano chiaramente di sesso, corpi e libertà. "Questo libro avrebbe potuto farmi finire in galera, o quantomeno farmi finire seriamente nei guai," continua Nebieridze via e-mail. "È molto carico e provocatorio, sicuramente non una lettura adatta a tutti." Ecco perché il suo ultimo volume lascia spazio d'interpretazione all'osservatore, considerando che l'unica informazione oggettiva fornita dall'autore è il titolo del lavoro. Per noi, ovviamente, non era abbastanza, così lo abbiamo contattato per scoprire la storia che si nasconde dietro queste foto.

George Nebieridze '17 Ringo Lukas
Foto: George Nebieridze

Ringo for Hero e Smoke

"Ho aiutato il giovane musicista Ringo Lukas a promuovere il suo lavoro, e tra le altre cose gli ho anche fatto queste foto sul tetto di casa mia. Dello styling si è occupato l'incredible Erik Raynal, che per Ringo ha messo su un outfit completo Dior. La foto sullo sfondo invece l'ho fatta durante l'entrata di Sarah Devachi all'Acud Macht Neu, uno spazio artistico di Berlino. È stata un'esperienza surreale e spero che questa foto sia riuscita a catturarne l'essenza. Osservando insieme le due immagini, il cielo sfuma dal pieno giorno alla nebulosità, come se immortalasse lo scorrere del tempo."

George Nebieridze '17
Foto: George Nebieridze

Red Light Hand e Puma Tobias

"Probabilmente un'accoppiata kitsch, ma da quando kitsch significa brutto? Tobias è una persona la cui storia personale mi infonde sempre coraggio. Tutti dovrebbero sentire la sua risata, è così contagiosa e spontanea. Non siamo amici stretti, ma tengo molto a questa sua foto... E anche alla sua maglietta Puma trasparente. La foto sullo sfondo, invece, è il risultato di un esperimento con neon e luci al Led che ho trovato per caso in una ludoteca di Kreuzberg.

George Neberidze Kids
Foto: George Nebieridze

Ofelia and Wilhelmina

"Un ritratto di famiglia tanto personale quanto importante per me. È la prima foto in assoluto delle mie due figlie insieme. Sul volto di Ofelia si legge uno stupore assoluto, eppure aveva tra i 10 e i 15 giorni di vita appena. Stavano guardando insieme i cartoni animati, rapite dalle immagini colorate e dai suoni che provenivano dal televisore."

George Nebieridze '17
Foto: George Nebieridze

Light e Yonatan

"La foto sulla sinistra è uno still life di due bicchieri di plastica vuoti. Rappresentano il ricordo di un pranzo insieme alla mia ex findanzata durante un weekend al lago. A livello visivo è un'immagine luminosa, caratterizzata dal colore celeste. I toni tenui trasmettono la volatilità di quell'istante, che sapevamo non sarebbe mai più tornato già nell'esatto momento in cui lo abbiamo vissuto. Il collegamento con la foto accanto sta nel personaggio, Yonatan, seduto nel backstage durante uno dei party di Herrensauna. Vedo Yonatan come un essere umano puro, sincero e con un grande cuore, qualcuno che non ha un vero peso specifico.

George Nebieridze '17
Foto: George Neberidze

Beers

"Questa foto rappresenta Berlino. Gli Späti [minimarket aperti tutta la notte che è possibile trovare in tutta la città, NdR] sono parte integrante di Berlino. Chiunque viva qui ha dei ricordi legati agli Späti. L'immagine è stata scattata proprio durante una di quelle notti di divertimento assoluto che non dimenticherò mai, in cui hai la sensazione che il tempo non esista e tutto sia ancora possibile. Nonostante l'alcool, però, ho azzeccato simmetria e forme, incredibile!"

George Nebieridze
Foto: George Nebieridze

Me and Nika

"Il mio ultimo libro si chiude con una foto di me in costume da suora, e così ho voluto portare avanti la tradizione. Accanto a me qui si vede il mio caro amico Nika, uno dei miei artisti preferiti, un'ispirazione vera e propria per me da oltre dieci anni. Mi bacia il collo. Amo la tonalità di giallo freddo che esce dall'immagine. Mi ricorda anche che dovrei mettere il mascara più spesso."

George Nebieridze '17
Foto: George Nebieridze

Blurry Thiago e Late Night Construction Work

"Questo è Thiago Dias, la persona onestamente più carina che io conosca, e anche una delle più belle. È la mia musa da tempo. Mi piace andarmene dai bar e gironzolare con il mio drink in mano. Piace anche a Thiago, chiaramente. Il fatto che l'immagine non sia perfettamente messa a fuoco gli dà una sorta di dinamismo interno. Accanto c'è un'altra foto in cui la sfocatura ha un ruolo importante. Late Night Construction Work è il risultato di una sfocatura volontaria, consapevole. Attraverso la poca luce disponibile sono riuscito a immortalare la tonalità del cielo notturno.

George Nebieridze '17
Foto: George Nebieridze

Another Placenta

"Ci sono più ragioni per cui questa foto è diventata la copertina del libro '17: volevo dare forza alla femminilità, generare consapevolezza sul corpo della donna e sicuramente colpire l'osservatore. La maggior parte degli uomini non sanno cosa sia la placenta, né quale funzione abbia. Spero che vedere questa immagine così forte li spinga a incuriosirsi, documentarsi, scoprire qualcosa di nuovo sulla dinamica del parto. D'altra parte, però, è uno scatto estremamente personale, che ho realizzato proprio pochi attimi dopo la nascita della mia seconda figlia, Ofelia. È una foto che ti rimane nel cervello. Ti rende curioso. È qualcosa di insolito, d'impatto, affascinante, se la vedi nella libreria di un amico."

Segui i-D su Instagram e Facebook

Trovi qui tutte le altre informazioni necessarie sul libro 17.

Se invece vuoi vedere altre foto di George, ecco qui uno dei suoi primi progetti che abbiamo pubblicato:

Crediti

Testo di Juule Kay
Fotografia di George Nebieridze

Questo articolo è originariamente apparso su i-D Germania

Tagged:
17
berlino
george nebieridze
interviste di fotografia