date un primo sguardo al family values issue di i-D!

Di fronte a momenti difficili e ad un futuro incerto, noi celebriamo le famiglie, i gruppi e i collettivi di ​​tutto il mondo nel nostro ultimo numero. Uniti siamo più forti!

di i-D Staff
|
22 febbraio 2017, 1:50pm

La situazione politica in cui viviamo ci sta allontanando sempre più gli uni dagli altri. Proprio per questo, unirsi e creare un fronte compatto è più importante che mai. E se c'è qualcosa di positivo nei recenti eventi legati alla Brexit e a Donald Trump, è il rinnovato senso di comunità che si percepisce ovunque, dalle community online e offline a 'tribù' e collettivi. La cosa che conta è creare nuove famiglie in cui il legame non è dato dal sangue, ma da una comune visione della vita, da interessi, ideali e obiettivi condivisi. Se è raro per un uomo o una donna poter cambiare il mondo, non lo è per un gruppo. Quindi tenetevi strette le persone a cui volete bene e aprite occhi e cuore alle nuove amicizie. I grandi numeri sono sinonimo di potere.

Per i giovani stilisti che si stanno affacciando ora sull'industria della moda, la riflessione collettiva è un elemento fondamentale. Sarah Mower, Ambasciatrice dei Talenti Emergenti del British Fashion Council, ha uno sguardo sulla vita di cui non ci stancheremo mai, e l'editoriale in cui spiega quanto è importante che i giovani designer creino le proprie comunità creative cattura appieno lo zeitgeist. In questo numero abbiamo incontrato tre stilisti - Eckhaus Latta, Koché e Gypsy Sport - che hanno fatto delle collaborazioni creative il fulcro del loro brand, e ci siamo uniti a loro e ai loro team per discutere dei benefici che si possono trarre dal lavoro di squadra nel mondo della moda.

Proprio come nei video di MTV che guardava da piccolo (di cui "Freedom" di George Michael è l'esempio perfetto), lo stilista italo-belga Anthony Vaccarello ha raccolto attorno a sé un esercito di donne meravigliose. Per festeggiare la sua prima collezione per Saint Laurent ha discusso con Anders Christian Madsen della sua visione per il futuro del brand. Mario Sorrenti e Alastair McKimm, dal canto loro, hanno ritratto i nomi femminili più richiesti dell'industria, dalla cover girl Mica Arganaraz a Freja Beha.

In Russia, Gosha Rubchinskiy sta contribuendo a ridefinire il menswear con la sua poetica truppa di artisti, musicisti e skater russi. Scordatevi le divisioni. Gosha è convinto che il suo gruppo di spiriti affini rappresenti perfettamente quella che è la sua patria al giorno d'oggi. Sempre in questo numero, Kim Gordon e Coco Gordon Moore parlano della relazione madre/figlia, That Girl Sussi porta la nightlife newyorkese a Londra, Sampha ci parla dei concetti di amore e perdita al centro del suo album di esordio Process e gli XX si rivelano col loro terzo album, I See You. Il duo britannico Joe e Charlie Casely-Hayford, padre e figlio, è l'esempio perfetto di una famiglia vincente e unita; in questa stagione hanno deciso di spaziare nel womenswear, aprendo anche alle ragazze i loro apprezzatissimi tagli sartoriali.

Sono tempi duri, ma noi saremo ancora più duri. Gli amici e le persone a noi vicine sanno creare una vera e propria rete che ci tiene in piedi anche in momenti come questi e ci permette di andare avanti. Uniti siamo più forti.

Holly Shackleton, Editor-in-Chief

Crediti


Testo Holly Shackleton
Fotografia Mario Sorrenti 
Fashion Director Alastair McKimm

Tagged:
cover
family values issue