benetton in difesa delle donne

In occasione del suo cinquantesimo anniversario, il colorato brand italiano di maglieria ha annunciato un'iniziativa sociale al femminile per trasformare il mondo in un posto migliore.

di i-D Staff
|
26 ottobre 2015, 11:25am

In occasione del suo 50esimo anniversario, Benetton ha stanziato 2 milioni di euro per alcuni progetti volti a migliorare la condizione delle donne nel mondo. Seguendo gli obbiettivi di sviluppo sostenibile previsti per il 2030 e recentemente annunciati dalle Nazioni Unite, l'iniziativa di Benetton per la legittimazione femminile ha come scopo quello di aiutare le donne impegnandosi in cinque campi diversi: vita sostenibile, nessuna discriminazione e uguali opportunità, educazione di qualità, sanità ed eliminazione di tutte le forme di violenza.

Inizialmente il progetto si concentrerà sulle donne che lavorano nel settore tessile e nell'industria dell'abbigliamento in Asia. Benetton precisa però che l'intero scopo dell'iniziativa sarà quello di raggiungere non solo le donne che lavorano nella loro catena di distribuzione, ma si estenderà anche in Paesi dove il brand non è attualmente attivo.

Nonostante non siano ancora stati annunciati progetti specifici, Benetton ha fondato un Comitato di Sostenibilità, che include membri esterni e indipendenti, per selezionare dei partners commerciali con cui Benetton possa lavorare - tra i quali saranno probabilmente coinvolti NGOs, i governi, la beneficenza e, molto importante, organizzazioni locali a chilometro zero. Formazione, sanità, sicurezza sul posto di lavoro e piccoli prestiti sono le aree potenziali su cui è stato concentrato il progetto, e per ognuno di essi ci saranno degli obbiettivi, decisi in partenza, in modo che la loro efficacia possa essere costantemente misurata.

Benetton è consapevole che per ottenere obbiettivi concreti e riuscire veramente ad aiutare le donne di tutto il mondo, non basta l'impegno di una singola realtà. La speranza è infatti che il programma incoraggerà altri rivenditori e altre compagnie, anche fuori dal settore moda, a seguire il loro esempio, e che il loro desiderio di creare dei modelli di sviluppo sostenibili che possano essere replicati con successo dagli altri diventi presto realtà. Il direttore delle Worldwide Communications, Gianluca Pastore, ha spiegato alla stampa incontrata nel loro centro di formazione, situato a Treviso, "Non si parla di competizione, ma di cooperazione".

E non riguarda nemmeno la pura beneficenza, secondo Mariarosa Cutilo, presidente del programma di legittimazione delle donne. "Credo fermamente che quello che stiamo presentando ora non sia beneficenza, la nostra è una cosa completamente diversa," ha detto a i-D. "Quando pensiamo alla beneficienza vediamo un business. Si tratti di altri che stanziano soldi per i poveri e per altre necessità; ma qui c'è qualcosa di diverso: vogliamo cambiare il mercato, vogliamo cambiare la società".

Oltre all'iniziativa per la legittimazione delle donne, Benetton celebra il suo 50esimo anniversario lanciando quattro nuove collezioni, ispirate rispettivamente ai suoi archivi, alla danza, ai colori carnevaleschi e allo sport. Queste collezioni saranno presentate in una nuova campagna pubblicitaria, chiamata 'A Collection of Us'. Sarà un modo per esaltare le storie delle donne coinvolte nelle battaglie per l'emancipazione: che si tratti di superare una sfida personale, come resistere nel mondo degli chef, dominato dagli uomini, o fare campagna per la libertà e i diritti sessuali.

La campagna non è assolutamente scioccante, come le famose immagini sociali e politiche, o come le foto di persone sulla sedia elettrica o malate di AIDS, fotografate da Oliviero Toscani negli anni '80 e '90; oppure come le più recenti immagini create al computer di leader politici di opposte fazioni che si baciano; anche se tutto questo è voluto, come conferma il direttore delle vendite di Benetton John Mollanger. "[Le campagne di Toscani] erano fatte per portare consapevolezza. Questa volta invece abbiamo l'ambizione di impegnarci a un livello molto più forte," dice, spiegando che è una mossa che punta l'indice verso una causa sociale, e che vuole spingere a "fare qualcosa in proposito".

Scoprite di più riguardo all'iniziativa di Benetton di legittimazione delle donne su we.benetton.com.

@benetton

Tagged:
Politică
donne
femminismo
anniversario
Μόδα
Benetton
oliviero toscani
sociale
legittimazione femminile