una ​suicidegirl ha risposto all'artista che voleva vendere la sua foto a $90k

Le SuicideGirl rivendicano la loro immagine al controverso artista Richard Prince, che se n'è appropriato per venderla a $90,000.

|
29 maggio 2015, 3:57pm

The Creators Project: We Talked to the Suicide Girls About Richard Prince's "Appropriation Art"

La scorsa settimana il controverso artista Richard Prince ha inaugurato la sua mostra al Frieze, ricordando a noi tutti che una volta pubblicato qualcosa nel mare magnum digitale non ci appartiene più. Ha avuto la brillante idea di fare lo screenshot dei post di vari utenti Instagram e venderli ingranditi per $90,000. Ed era quasi (sicuramente) consapevole della cascata di reazioni del mondo del web. È giusto che questa sua azione di vendere immagini altrui per tornaconto personale non infranga nessuna legge? Quindi, Prince è stato il catalizzatore di una serie di discussioni riguardanti il copyright, la privacy e l'appropriazione.

L'unico elemento originale delle opere è rappresentato dai commenti fatti dall'account personale Instagram di Prince sotto le foto selezionate. Sul post di SuicideGirl ha commentato "Vita privata, vi spiace se ci starnutisco sopra," prima di fare un fermo immagine e stamparla su un supporto di quasi due metri. Un gruppo composto da modelle e performer di burlesque con 3.3 milioni di follower, le SuicideGirls non hanno deciso di procedere con una causa (come hanno tentato senza successo tutti coloro che invece ci hanno provato), ma hanno invece optato per una risposta a tono.

La fondatrice Missy Suicide ha postato questo sul loro blog, vendendo esattamente la stessa opera d'arte (con l'aggiunta di un nuovo commento "vera arte") per $90 anziché $90,000. Così invece di dare decine di migliaia di dollari a un artista milionario, il ricavato ottenuto dalle SuicideGirls grazie a coloro che compreranno le stampe andrà direttamente in beneficenza. Per cosa deciderai di spendere i tuoi soldi?