Pubblicità

new genuary: vi presentiamo ian kenneth bird

Anno nuovo, talenti nuovi. Per tutto il mese di Gennaio vi presentiamo i fotografi che definiranno il 2017. Scattano il mondo che li circonda, interpretandolo attraverso il prisma delle loro esperienze, ogni fotografo ha la sua storia da raccontare, e...

di Tish Weinstock
|
18 gennaio 2017, 10:53am

Photography Ian Kenneth Bird

Ian Kenneth Bird, 25

Raccontaci qualcosa di te e del posto in cui sei cresciuto.
Sono cresciuto nelle contee nel mezzo dell'Inghilterra, sono andato in università a Nord e tre anni fa mi sono trasferito a Londra.

Come sei entrato in contatto con la fotografia?
Inizialmente studiando e grazie ai miei amici ma non i sono reso conto di ciò che mi piaceva scattare fino a che non mi sono laureato.

Cosa ti attira di questo medium?
È un modo di farsi nuovi amici, mi piace scattare ripetitivamente le persone fino a costruire una vera e propria amicizia.

Come e quando hai imparato a scattare?
Da solo in realtà, in università mi insegnavano maggiormente il perchè scatatre fotografie, non come farlo.

È necessaria una laurea per intraprendere la carriera di fotografo?
Per niente, è una cosa in più ma sicuramente non è necessaria.

Come descriveresti la tua estetica?
Onesta.

Chi o cosa ti ispira?
Essere cresciuto nell'ambiente dello skateboard mi ha fornito un sacco di ispirazione fino ad ora.

Il momento più importante della tua carriera fino ad ora?
La mia pubblicazione e dare una mostra su una serie di lavori personali. Vedere il mio libro in uno dei miei negozi preferiti.

Chi ti piacerebbe scatatre?
Ali Boulala del 2002.

Chi è il fotografo che ammiri di più?
Mark Steinmetz per il suo documentario, Ari Marcopoulos per la sua produttività.

Dove ti piacerebbe scattare nel mondo?
Mi piacerebbe tornare a New York per scattare un lavoro personale.

Dove cerchi l'ispirazione?
Ovunque.

Con chi ti piacerebbe collaborare?
Con i miei amici.

A cosa stai lavorando al?
Don't Know What I Want But I Want It Now.

Per cosa ti batti?
Per la semplicità, preferisco immagini oneste ed accessibili piuttosto che contestualizate.

Quali sono le tue speranze e i tuoi sogni per il fututo?
Pubblicare un nuovo libro e viaggiare di più.

Crediti


Testo Tish Weinstock
Fotografia Ian Kenneth Bird