Elle wears Coat, jacket and trousers Dior. Sneakers Reebok.

nel nostro nuovo numero elle fanning si racconta

Non ha mai avuto Facebook, il suo Instagram è privato e non sappiamo nulla della sua vita amorosa. Elle Fanning è una delle poche giovani star di Hollywood a essere riservata. Ma è tutt’altro che timida, è vivace e affascinante, e sta per affrontare il...

di Francesca Dunn
|
28 settembre 2015, 9:50am

Elle wears Coat, jacket and trousers Dior. Sneakers Reebok.

Completo Vetements.

Camicia Jil Sander. Canottiera Calvin Klein Jeans. Pantaloni Dior.

Cappotto e guanti Alexander McQueen.

Cappotto e pantaloni Dior. Scarpe Reebok.

Cappotto e giacca Anthony Vaccarello. Cappello The Leather Man.

Top Anthony Vaccarello. Reggiseno Saint Laurent by Hedi Slimane. Pantaloni Dior.

Giacca Givenchy by Riccardo Tisci. Cappello Kaufman's Army Surplus.

Completo e reggiseno Saint Laurent by Hedi Slimane. Anello Repossi.

Giacca e pantaloni Louis Vuitton. Guanti Alexander McQueen.

Giacca e reggiseno Saint Laurent by Hedi Slimane. Pantaloni Dior. Anello Repossi.

Camicia Jil Sander. Canottiera Calvin Klein Jeans. 

Elle Fanning si è appena svegliata. Molto lontana dal mondo glamour di Hollywood in cui ti aspettarti di trovarla, quando chiamiamo la star, la diciassettenne sta girando per il cortile della sua casa di Los Angeles in pigiama. Sua sorella Dakota rientrerà da New York, dove va all'università, la sera stessa, quindi Elle e i suoi genitori si stanno preparando per il suo ritorno, sistemando la sua stanza che è stata utilizzata come magazzino. Secondo IMDb, Elle ha davanti a sé dieci nuovi progetti. Le chiediamo come fa a gestire tutto e lei ride, da persona che sa quanto sia assurda la sua vita. Ci conferma "Ci sono un sacco di cose, credo che sarà un anno molto impegnativo." Incredibilmente non ha girato nulla quest'estate, così si è potuta godere le vacanze scolastiche come una ragazza normale forse per la prima volta. "Vedo sempre i miei amici, andiamo in spiaggia e stiamo assieme. E poi sai, faccio servizi fotografici" ridacchia; è contagiosa. Uno di questi shooting è il suo primo servizio su i-D, che l'ha trasformata in una donna dal look più adulto anziché ritrarla con il suo solito stile femminile alla Rodarte. "Credo sia il mio shooting preferito," dice. "É molto, molto figo. È stato emozionante fare qualcosa di più crudo e lasciarsi andare". E possiamo dire che la cosa è reciproca. Il Fashion Director di i-D, Alastair McKimm, stylist del servizio di moda ha commentato: "Elle è incredibile. Sappiamo che è un'attrice di grande talento, ma vederla collaborare con Collier per queste immagini è stato davvero impressionante. È davvero una ragazza forte. E fa benissimo l'occhiolino!"

Parlando di film più crudi, quest'autunno vedremo Elle passare da ragazzina dolce che attraversa situazioni particolari (Babel, a 8 anni; Il Curioso Caso di Benjamin Button, a 10; Somewhere, a 12; Super 8, a 13, e così via) a protagonista di film come About Ray, girato da Gaby Dellal. La storia parla di un adolescente di New York che inizia la sua transizione da femmina a maschio, da Ramona a Ray, documentando gli alti e i bassi che derivano da un cambiamento così radicale. Ci chiediamo cosa pensasse Elle dell'argomento prima del film. "A scuola ho amici transgender" ci spiega "abbiamo un'associazione LGBT e un'alleanza gay-etero. La mia scuola è molto aperta, ma conosco posti che non lo sono." Elle frequenta la Campbell Hall da quando ha 9 anni e sta per iniziare il suo ultimo anno, ed è molto entusiasta della cosa. "Quando è arrivata l'opportunità di girare il film, sapevo che sarebbe stato un ruolo difficile, ma volevo farlo, per i miei amici e…per informare le persone."
Un ruolo del genere non poteva capitare in un momento più opportuno. Lavorando con Naomi Watts (mamma di Ray) e Susan Sarandon (nonna di Ray), Elle esplora un territorio nuovo e interpreta un ruolo che pochi attori, soprattutto così giovani, hanno avuto l'opportunità di avere. Ma c'è stata l'inevitabile reazione negativa. Dellal ha spiegato perché ha scelto la giovane veterana al posto di un attore trans, e, a parte il fatto che i finanziamenti sono concessi in base ai nomi legati al progetto, ha anche fatto notare che il personaggio di Ray è ancora agli inizi della transizione, ancora in un corpo femminile, e ancora alla ricerca della possibilità di iniziare i trattamenti ormonali. Inoltre, quale modo migliore di catturare l'attenzione di un'intera generazione se non usando una giovane attrice con cui sono cresciuti? "Io volevo solo rendere giustizia al personaggio." dice Elle. "Ci sono così tanti teenager là fuori come Ray, che lottano come lui." Per prepararsi al ruolo, Elle ha avuto molti appuntamenti via Skype con ragazzi transgender ed è rimasta sorpresa da come si aprissero facilmente con lei. "Sono così forti e coraggiosi. Sai io non credo che sarei in grado di raccontare la mia storia ad uno sconosciuto via computer. Erano così disponibili a rispondere a tutte le domande che ponevo e mi hanno davvero aiutato a capire." Ha passato anche molto tempo sui canali YouTube di adolescenti transgender, guardando, ascoltando e imparando dalla comunità online, mentre parlano delle loro esperienze personali sul prendere ormoni e mentre spiegano tutte loro le difficoltà quotidiane.

Se Elle si dichiara una ragazza molto femminile, Ray è uno skater grunge cresciuto a New York, e per recitare questo ruolo ha dovuto prendere lezioni di skate. "Non l'avevo mai fatto prima e mi ha fatto sentire una figa!" ci dice, raggiante. "Voglio sicuramente tornare dove ho imparato a fare skate e incontrare di nuovo i ragazzi che sono lì. Hanno anche insegnato come si fa ai ragazzi di Lords of Dogtown e sono molto cool." Ma fare skate è stata la parte più facile… Elle è dovuta entrare nella testa di Ray. "Ovviamente non si è trattato solo di essere un maschio. Ci sono un sacco di cose complicate, come Ray che aspetta di essere riconosciuto come ragazzo. Questo è quello che desidera più di qualsiasi altra cosa." Ci spiega che questo ruolo l'ha fatta sentire una persona completamente diversa, e si ricorda di aver trovato difficile tornare ad essere come prima finite le riprese. Mentre andava in giro per New York durante le riprese si è ritrovata a essere più come Ray. Mentre indossava ancora i costumi del film durante le pause pranzo, ricorda un momento che l'ha davvero segnata: "Stavo guardando il menu e il cameriere mi disse 'Cosa desidera ordinare signore?' e ho gridato dell'emozione. Mi sono sentita un po' come si sarebbe sentito Ray se fosse stato identificato come ragazzo." Ha avuto anche esperienze negative? "Un'altra volta, di notte, siamo andati da Starbucks e fuori c'erano questi due ragazzi enormi e io non ho detto niente ma loro continuavano a fissarmi in modo strano. Nessuno mi ha mai guardata così prima, quindi ero molto incuriosita. Ti chiedi se stanno pensando, 'Perchè sei fatta così?'" O forse si stavano solo chiedendo perché Elle Fanning fosse vestita come un ragazzo. A ogni modo, la sua sensibilità è riconosciuta e apprezzata.

"Io penso che essere transgender non sia niente di che. Chissenefrega - sii chi vuoi essere. L'ho sempre pensata così, poi è arrivato questo ruolo e ora la sento come una cosa personale. Dobbiamo veramente accettare tutti quanti." Stiamo vivendo in un periodo incredibile in cui stanno cambiando molte cose, con persone trans che spopolano su social media, sulle passerelle, in TV, nella musica e nel cinema. Si parla molto della question trans e ciò può solo essere un bene. Elle ha una particolare ammirazione per Jazz Jennings, l'attivista trans quattordicenne, star televisiva e esempio per alcuni, con la quale ha presentato durante un Award l'anno scorso e la descrive come "davvero cool". Lo pensa anche di Caitlyn Jenner: "Ero così felice per la sua copertina su Vanity Fair" dice. "E il feedback che ha online è fantastico. È stato molto coraggioso fare outing a sessant'anni ed essere se stessa, prova che non è mai troppo tardi." Elle crede che questo sia l'inizio di un periodo di grande apertura mentale e, spera, di un nuovo modo di vivere. "Credo che i miei figli e la gente che vivrà in futuro, guardando ai giorni nostri si ricorderà di gente come Caitlyn Jenner, Jazz Jennings e Laverne Cox, le prime a portare in luce la questione."

Elle è una delle poche giovani attrici che non documenta la sua vita privata su internet. È incredibile e la cosa sembra funzionare visto che ha ancora una vita (relativamente) privata. Certo, l'abbiamo vista sulla "sidebar of shame" del Daily Mail— paparazzata in giro per LA, con descrizioni tipo "La fresca Elle Fanning dà un tocco glamour femminile al suo comodo outfit con una borsetta firmata mentre va dal parrucchiere", "Così seventies! La bellezza acqua e sapone Elle Fanning è sempre così cool con un abito in denim" e la nostra preferita, "È proprio una come noi! Elle Fanning ha voglia di schifezze, va da Taco con sua mamma" - ma a parte queste banalità non c'è nulla su di lei, perché lei non alimenta i media con storie scandalose, Elle ha conservato la sua privacy. Non ha mai usato Facebook, e anche se ha un account Instagram privato per amici e parenti, le sembra strano avere profili fake con decine di migliaia di fans. I suoi amici stanno cercando di convincerla a renderlo pubblico (pensa ai followers!) ma il concetto non le piace. "Se tocco quel pulsante perderò una parte di me? Chi lo sa?" dice ridendo. "Sembra un lavoraccio. La gente usa sempre descrizioni argute e pubblica foto fantastiche mentre il mio account non è per niente così. Ah l'ansia di essere cool…"

Elle Fanning ha i piedi per terra. Davvero. Complimenti ai genitori per averla cresciuta così bene. Nonostante il suo stile di vita fuori dal comune, non crede di essersi persa niente e si sente una vera e propria diciassettenne. Come le disse una volta Annette Bening "Sono solo film. Ci sarà sempre un altro film, ma non ci sarà mai un altro ballo della scuola." Questo non vuole dire che non apprezzi i pregi del suo lavoro. "Vado in un sacco di posti, faccio molte cose e incontro tanta gente. È da quando sono piccola che sono su set con persone adulte, quindi sono una persona molto socievole," racconta. "Posso parlare con chiunque." Con la sua capacità a socializzare e la sua ultima scoperta, lo skate, è destinata ad andare molto lontano. Ci saranno degli aspetti della sua vita che riportano alla magia di Hollywood? "Ogni volta che mi chiedono di fare un servizio fotografico o di camminare sul red carpet mi emoziono sempre come la prima volta perché è sempre una nuova avventura. Ma altre volte, quando sto in casa come oggi… beh non c'è niente di glamour oggi" dice ridendo.

Se Elle passa un anno senza girare un film diventa irrequieta. Ama aver un personaggio su cui concentrarsi e passare il tempo libero fantasticando su di esso. "Spero davvero di poter recitare per sempre. Questo è quello che voglio fare davvero," racconta. In particolare, vorrebbe girare un film con la sorella, in cui però non siano sorelle. "E un giorno vorrei dirigerne uno. Sarebbe davvero emozionante." Le consigliamo di prendere due piccioni con una fava e fare da regista con Dakota. "No! Oddio litigheremmo così tanto! Saremmo tipo i fratelli Cohen… discuteremmo tutto il tempo. Non credo di potercela fare." Forse potrebbe infilare un altro progetto tra una ripresa e l'atra di 20th Century Women con Greta Gerwig e di The Neon Demon con Christina Hendricks, Jena Malone e Abbey Lee. Oppure potrebbe anche realizzare il sul sogno di mettere in pratica ciò che ha imparato scattando i suoi amici durante le lezioni di fotografia e documentare la sua vita su pellicola, preparandosi per lo spettacolo che forse un giorno metterà in scena. Elle ha grandi obiettivi e non abbiamo dubbi sul fatto che li realizzerà. Sembra che il suo successo non abbia mai fine. È la nuova generazione di giovani: informata, informata sul valore della libertà e dell'uguaglianza, consapevole degli effetti negativi dei social media, e entusiasta di tramandare il suo bagaglio di conoscenze. Non perde tempo cercando di essere cool, ed è cool proprio per questo. Se avesse potuto dare un consiglio a se stessa da piccola, quale sarebbe stato? "Il futuro sarà impegnativo ed emozionante, ma tieniti forte perché ce la puoi fare…e ti divertirai molto!"

Seguiteci su Facebook per rimanere aggiornati sui nostri articoli di moda e cultura

Crediti


Testo Francesca Dunn
Foto Collier Schorr 
Fashion Director Alastair McKimm
Capelli Holli Smith at Total Management using Bumble and bumble
Trucco Lisa Storey at The Wall Group using Chanel AW 2015 and Chanel Body Excellence
Unghie Ashlie Johnson at The Wall Group using Chanel le Vernis
Set Design Peter Klein at Frank Reps
Digital technician Jon Ervin
Assistente fotografia Ram Gibson, Cris-Ian Garcia
Assistente moda Lauren Davis, Katelyn Gray, Sydney Rose Thomas, Isa Kriegeskotte
Assistente capelli Nathan Nguyen
Prop assistance Maxim Jezek, Sean Fabi
Production Connect the Dots Inc. Wes Olson, Jane Oh, Cassandra Bickman

Tagged:
Elle Fanning
transgender
about ray