vi portiamo nel backstage dell'ultimo progetto di hood by air da barneys

Shayne Oliver ha stupito tutti con la sua idea per le prime vetrine dedicate alle collezioni uomo di Barneys, sostituendo i normali manichini con copie verosimili dei corpi dei suoi modelli.

di i-D Staff
|
05 aprile 2016, 1:55pm

Tra gli appuntamenti attesi con più trepidazione del calendario della moda internazionale, le presentazioni di Hood By Air di Shayne Oliver sono diventate celebri per le loro visioni radicali di bellezza e moda, il cast vario (tra amici e muse) e le colonne sonore fortemente evocative, realizzate in collaborazione con il produttore venezuelano Arca, ora residente a Londra. Così, per le prime vetrine dedicate alle collezioni uomo dell'iconico Barneys Store nella Madison Avenue a New York, HBA non si sarebbe mai potuto limitare a vestire dei normali manichini. Shayne Oliver vuole sempre creare qualcosa di spettacolare, anche se nessuno avrebbe mai potuto immaginare quanto questo progetto sarebbe stato elaborato: 6 mesi di lavoro e una missione creativa da lasciare senza fiato. Ciò che ne è risultato sono le vetrine più originali e inventive che abbiamo mai visto.

Nel tentativo di ricreare la sfilata per la collezione HBA primavera/estate 16, Galvanize, che ha avuto luogo fuori della Filarmonica di Parigi il giugno dello scorso anno, le vetrine sono state riempite con sei manichini a grandezza reale, delle riproduzioni iper realistiche di sei modelli che hanno calcato le passerelle: Roman, Brandon, Golo, Hirakish, e i tatuati Chucky e Sunny. I modelli hanno posato affinché potesse venir realizzata una copia esatta del loro corpo, mentre il colore della pelle, i tatuaggi e gli altri dettagli sono stati ricreati in modo impeccabile dallo Studio UG di Yuji Yoshimoto (lo stesso studio che si è occupato dei modelli di Yoyoi Kusama per la sua collaborazione con Louis Vuitton). Le creazioni sono poi state vestite con lo stesso look con cui i modelli hanno calcato le passerelle, senza dimenticare gli accessori realizzati da Dolly Cohen.

Ecco il video esclusivo per i-D che vi mostra il completo processo di realizzazione dei manichini, con Hirakish che si libera dallo stampo in cui ha dovuto posare per lo Studio UG. Qui di seguito, invece, potrete ascoltare la colonna sonora composta da Wench, un progetto collaborativo di Shayne Oliver e Alejandro Ghersi (Arca). Quindi non temete se non riuscite ad andare a New York per darci un'occhiata, potete ricreare la vetrina sui vostri schermi.

Accompagnati dai pensieri dello stesso Shayne Oliver:

Shayne Oliver di Hood By Air

Com'è nata l'idea per le vetrine?
Dennis (Freedman, Creative Director) ci ha parlato dell'idea. Ha apprezzato moltissimo la sfilata primavera/estate 2016 alla Filarmonica di Parigi. Voleva catturare quel momento e portarlo a New York.

Com'è stato assistere al processo di creazione degli stampi?
Incredibile. Si tratta di un lavoro così preciso e dettagliato. Non ho mai visto nulla di simile.

Come ci si sente a vedere la collezione e i modelli presentati in questo modo a New York?
Mi piace che sia trascorso un po' di tempo dal lancio della collezione. La gente ha avuto modo di digerirla e noi l'abbiamo riportata a loro quando se n'erano quasi dimenticati. La vetrina di Barneys fa tanto New York e HBA è un brand nato a New York. È una figata.

Sentiremo presto nuova musica di Wench?
Sì.

Crediti


Testo Charlotte Gush
Foto su gentile concessione di Barneys New York

Tagged:
Hood By Air
Μόδα
Barneys