perdetevi nel sound di corbin

Durante l'anno passato un adolescente inizialmente conosciuto come Spooky Black che ora si fa chiamare con il suo vero nome, ‘Corbin’, ha incantato il web e Dj Khaled con i suoi inni cerebrali. Oltre due Ep, Black Silk e Leaving, e un album omonimo...

|
09 febbraio 2015, 5:05pm

Jamie Hawkesworth

Abbiamo parlato con Corbin di…

Keith Sweat
"Mi sono appassionato alla musica quando ho iniziato a prendere lezioni di chitarra in terza elementare, a circa otto anni. Suonavo tipo gli AC/DC e cose del genere, la solita roba rock da ragazzini, ma negli anni poi mi ha incuriosito un genere di musica diverso; mi piaceva la dubstep, ero un emo e poi in seconda media ho iniziato a cantare. In prima liceo ascoltavo Gregory Alan Isakov, un artista folk del Colorado. Mi sono ispirato molto a lui per il mio stile vocale. Poi mi sono appassionato di Lil Ugly Mane, un rapper underground di Richmond, in Virginia. Fa un rap cupo e triste. Ho fatto un album di rap cattivo, Forest, prima uscire con il mio primo EP Black Silk. Era da pazzi, era così strano. È da qualche parte su Youtube. Ho creato Black Silk ispirandomi a Keith Sweat. Ho iniziato ad ascoltarlo dopo che un amico di mio padre me l'aveva raccomandato. Lo ascoltava con sua moglie quando si baciavano o facevano altro, quindi era piuttosto divertente. Una delle maggiori ispirazioni per il video Without u è stato il video di Joe I Wanna Know, ecco perché ero vestito tutto di bianco. Mi ispirano molte cose adesso. Ascolto molto Björk, James Blake, Beirut, Nils Frahm, Olafur Arnalds; mi sta prendendo Zoo Kid, e anche il vecchio King Krule …"

EDM
"La cosa bella in America è l'EDM. Ho visitato il college di mio fratello in Iowa ed era il college più stereotipato che possiate immaginare. C'era un festival Paint EDM, dove si spruzza colore alle persone; in ogni stanza le persone ascoltavo l'EDM. Non mi sono divertito [ride]. Io e mio fratello abbiamo lo stesso donatore di sperma ma con madri diverse. Quindi abbiamo lo stesso padre diciamo. Non ho avuto nessun problema con i miei genitori; il matrimonio gay è legale ora e St. Paul è sempre stata una città liberale e non critica; è sempre stata un posto sicuro per le comunità LGBT, e questa è una cosa bella. Quindi non ho avuto problemi a crescere, non sono mai stato preso di mira. Ai miei genitori piace la mia musica ora; all'inizio no, quando parlavo di uccidere me stesso o altri, nel mio primo mixtape. Ma ora mi supportano. Mia madre ascolta la mia musica quando fa le pulizie."

La morte di Spooky Black
"Ho inventato il nome Spooky Black in prima liceo. Doveva essere un nome da rapper quando ho creato quell'album di rap malvagio, Forest. Se lo ascoltate, capirete qual era il senso che intendevo dare con Spooky Black. Ma non mi aspettavo che rimanesse. Poi ho usato Lil Spook; era come se Spooky Black fosse il mio nome da rapper, e Lil Spook il nome da R&B. Era un nome per scherzo. Rabbrividisco quando le persone mi chiamano così. Lo odio. Mi fa sentire a disagio come musicista. Ho deciso di debuttare come 'Corbin' per soddisfare il mio status di musicista serio. Sono sempre stato serio riguardo alla mia musica, ma mi è sempre piaciuto inserirci anche dell'ironia. È solo che preferirei non avere un nome di cui mi vergnogno."

Seminterrati
"Quando sono a casa a scrivere, dev'essere tarda notte perché è il momento in cui mi trovo in uno stato d'animo profondo e contemplativo. Quando le luci sono spente mi prendo il mio tempo per gironzolare nel mio seminterrato. Se mi sento dentro qualcosa, mi siedo e inizio a scrivere. [Tutti i miei video sono girati a St. Paul] perché mi piacciono molto i boschi e l'aspetto grezzo della natura. Io e Psymun (membro della band thestand4rd con Corbin) recentemente stavamo guidando verso il Wisconsin e il viaggio in macchina è stato fantastico, i colori erano pazzeschi. C'era dell'erba marrone che sporgeva dalla neve e gli alberi dietro, ero invidioso di chi viveva lì, perché io vivo in città. Probabilmente scriverò così il mio album, o guidando o prendendo un taxi verso nord, riunendo tutti i miei suoni insieme e isolandomi. Il mio album sarà soprattutto sull'isolamento, e di come sono cresciuto solo perché sono stato solo per tanto tempo. La gente pensa sia deprimente ma non lo è, mi piace stare da solo, è molto spirituale. Il mio nuovo album, finora, dà una sensazione strana. Non mi piace fare musica positiva."

Amore, ragazze e scuola
"Ho una ragazza da poco, ma non so quanto durerà. Sono abituato a stare da solo. Non desidero troppo la compagnia. Trascorro la maggior parte del mio tempo o in studio o da solo nel mio seminterrato. È così che affronto i miei problemi, non parlandone con le persone, ma stando con me stesso. Trovo me stesso attraverso me stesso, di solito. C'è stato un lungo periodo in cui mi sono isolato da tutti. Ho cambiato scuole e rotto con un sacco di amici con cui non volevo avere più rapporti, ragazzi con problemi di abuso di sostanze che sono diventati dei classici cretini del liceo. Alla fine non ho mai più parlato con loro, e probabilmente è stato il modo peggiore di farlo perché li ho davvero feriti. Cerco di fare le cose in modo da non ferire nessuno, cerco di rendere felici le persone ma quando si tratta di persone a cui voglio bene, mi chiudo ed è una cosa che non mi piace. In Black Silk non parlo di ragazze; è solo il modo con cui ho scelto di comunicare i miei sentimenti, in un momento in cui stavo attraversando un periodo di depressione. Leaving riguarda di più le ragazze, ma poi mi sono rovinato le possibilità che avevo con loro, quindi non dirò molto di più a proposito…"

Bandane
"Non indosso più le bandane, ma con qualsiasi cosa che ho addosso mi piace apparire stupido; credo sia divertente. Non mi sento umiliato da un'auto- umiliazione. Mi piace farmi vedere a disagio; nessuno può prenderti in giro perché ovviamente stai indossando quello che stai indossando in maniera consapevole. Se ti fai vedere come un idiota, le altre persone si sentiranno meno idiote. Prima dei concerti con la mia band dacevo il DJ suonavo nightcore. La nightcore è una musica pop accelerata e io urlavo nel microfono e mi rendevo ridicolo. Un mio amico mi ha detto che qualcuno nella folla durante un concerto a St. Paul - un coglione che indossava un berretto Obey all'indietro e una maglietta dei Diamond - diceva tipo 'Che cazzo sta suonando?' Si stava arrabbiando con me. Questo è il genere di persone che voglio fare incazzare. Non faccio musica per far arrabbiare la gente ma faccio il Dj per fare incazzare le persone."

DJ Khaled is my father
"Ho fatto quella canzone quando ho cominciato a pensare ' DJ Khaled è un essere umano così assurdo e strano.' È intrigante. Ho pensato fosse davvero simpatico e bizzarro. È stata una decisione su due piedi, tipo "Come dovrei chiamare questa canzone? Oh, la chiamerò DJ Khaled is my father. Lo scherzo è andato oltre, perché poi l'ho incontrato; ha aperto per noi un live a New York. Mi seguiva su Twitter, e poi mi ha chiesto il numero e abbiamo parlato. È esattamente come immaginate possa essere di persona. Gli ho detto una cosa del tipo 'Che ne pensi di aprire per me?' e lui mi ha risposto ''Certo!' È andata alla grande, lui ha suonato e poi siamo usciti noi e io ho suonato DJ Khaled is my father. È stato pazzesco."

Fan
"Non è mai stato il mio sogno diventare famoso. È fantastico che le persone ascoltino la mia musica. È tutto ciò che mi interessa, ma non mi piace quello che ne deriva… tipo alcuni fan che sono così interessati a te e ti adorano. È difficile da capire, perché io non vedo nessuno meglio di me. Non vedo i famosi come Dio. Sono una persona normale; probabilmente sono più impacciato di voi. Molti miei fan sono adolescenti che di solito hanno più presenza su Internet che di persona, ed è figo. Un mio amico mi diceva che quando è uscito il video di DJ Khaled is my father, ha capito che c'era qualcosa di speciale. Era puro ed è così che cerco di mantenerlo. Se vi piace la mia musica, sappiate che io continuerò ad essere me stesso e a fare la mia musica, dove metterò dentro tutto ciò che posso e dirò quello che penso. Credo che la gente lo apprezzerà, penso che le persone rispettino l'onestà."

soundcloud.com/spookyblack

Crediti


Testo Hattie Collins
Foto Jamie Hawkesworth
Produzione Sylvia Farago 
Un ringraziamento speciale a Julia Sarr-Jamois