Pubblicità

le storie dietro alle cover più iconiche di i-D

Naomi Campbell, Paolo Roversi, Lily Cole e Pat McGrath raccontano la storia delle immagini più memorabili della moda.

di Sarah Raphael
|
30 giugno 2015, 3:15pm

"I migliori fotografi di i-D sono capaci di catturare lo spirito del momento." Terry Jones

Nel 1994, Steven Klein scattò Kate Moss e Naomi Campbell mentre camminano a braccetto attraverso il Meatpacking District di New York, vicino al suo studio. Naomi ricorda le drag queen nel distretto che urlavano i loro nomi mentre lui faceva la foto. Quella foto, che è la cover di i-D per The US Issue, catturava a pieno lo spirito del momento.

Qui sotto alcuni estratti dell'i-D Covers Book del 2010, pubblicato da Taschen. Troverete le storie dietro alla cover iconica di Madonna del 1984, quella di Kylie Minogue del 1991, dietro quella del cane (RIP) di Tom Ford del 1991, del nudo di Daisy Lowe su The Couples Issue, raccontata dalle star, dai fotografi, dagli stylist e truccatori sul set. Abbiamo raccolto le nostre preferite.

The In Future Issue, No. 7, Settembre 1982
"Ho trovato Kate al Kensington Market, credo. C'è un ritratto intero di lei in questo numero, a pagina 23. La cover è stata scattata nel giardino nel retro della redazione di i-D e c'è stato bisogno di molta improvvisazione." James Palmer, fotografo

The Head to Toe Issue, No. 8, Ottobre 1982
"Scarlett O'Horror lavorava come parrucchiera da Antenna nella Kensington Church Street. Era anche molto conosciuta nella scena della nightlife londinese a quel tempo. L'ho fotografata con vari look negli anni '80 e ho fatto un corto horror e un video musicale con lei. Quando è venuta a trovarmi a Monaco, per colpa sua e del suo stile un'ondata di persone ci fermava per strada. 25 anni dopo l'ho incontrata a Londra, nel 2007. Ora è Scarlett la guaritrice del paradiso." Thomas Degen, fotografo 

The Out Already Issue, No. 10, Dicembre 1982
"Steve Johnston ha scattato questa foto un pomeriggio che avevamo lo studio tutto per noi. Abbiamo improvvisato uno sfondo stando addosso alla fotocopiatrice (avevamo almeno una fotocopiatrice?!), in uno spazio minuscolo di 4 x 4 mq. Dovevamo stare accucciati in modo da non spruzzare acqua sulle tavole grafiche. Mi sono messa un po' di eyeliner e rossetto rosso chiaro, ho riempito la pistola d'acqua e mi sono schizzata di brutto nell'occhio chiuso mentre Steve faceva delle foto. Mi ricordo che forse lo scatto con lo spruzzo d'acqua doveva essere solo una prova, quindi quando Terry mi ha detto che l'avrebbe usata non sapevo se essere contenta o turbata!" Moira Bogue, cover star ed ex Art Editor di i-D 

The All Star Issue, No. 14, Aprile 1983
"Il numero con Sade era il primo numero a cui lavoravo quando sono arrivato da i-D alla fine del 1983. Il numero era una svolta per i-D, perché non solo era un ritratto e non un disegno, ma era un'immagine di qualcuno che non faceva parte della club scene di Londra. Non era solo il tentativo di Sade di fare il botto, era anche quello di i-D. Era la prima cover di Sade di sempre, almeno sei mesi prima di The Face, e la amo perché sembra una pubblicità di Fiorucci. Arrivavo da due settimane in Giappone con l'ex membro dei Blitz Kids Stephen Linard, e ricordo che lo incoraggiavo a farsi fotografare con il suo stereo portatile da ghetto rosa - quello che ci ha mandati in panico quando siamo rimasti tre ore all'aeroporto di Mosca durante uno scalo. A quel tempo tutti quelli che conoscevo finivano in un magazine…" Dylan Jones, ex editor di i-D

The SeXsense Issue, No. 15, Maggio 1984
"Ho visto Madonna esibirsi in un nightclub a Parigi davanti a circa 100/200 persone e mi è piaciuta la sua energia. Quando è arrivata in studio per il ritratto di Mark Lebon, indossava una t-shirt nera semplice. Avevamo deciso che se sapeva fare l'occhiolino, la potevamo mettere in copertina. Terry era preoccupato per la sua t-shirt, quindi ho tirato fuori il mio nuovissimo maglione bianco in mohair di BOY e sono rimasta in reggiseno mentre lei posava per la foto. Mia sorella faceva la modella nello stesso servizio e lei e Madonna hanno parlato allegramente di New York. Era uno di quei servizi senza tante cerimonie molto frequenti a quel tempo." Caryn Franklin, ex co-editor di i-D

The Dramatic Issue, No. 39, Agosto 1986
"Robert Erdmann mi ha sostenuta molto; era uno dei tre fotografi di punta che mi utilizzava a Londra. Facevo la modella solo da quattro mesi, quindi era tutto nuovo per me. Ho lavorato molto con Robert ed è stato un vero onore essere su una cover di i-D! Era tipo 'wow!'. Erano bei tempi. Era così entusiasmante, c'era molta energia e amavo l'effetto in negativo e il copricapo indiano." Naomi Campbell, coverstar

The Love Life Issue, No. 90, Marzo 1991
"La mia prima cover di i-D è stata quando ho fatto da stylist per Kylie Minogue nel 1991. Era uno scatto in bianco e nero di Robert Erdmann. Kylie Minogue era molto famosa a quel tempo. Aveva appena finito Neighbours, appena pubblicato I Should Be So Lucky e stava per cambiare la sua immagine. Era davvero un momento di svolta per lei. Indossava un bustino nero in PVC, guanti lunghi neri ed era uno scatto davvero, davvero figo. Ho ancora le polaroid. Judy Blame era l'art director e ha cambiato le cose per Kylie. Ero l'assistente di Judy e poi mi ha promosso; quindi i lavori che non voleva o che non poteva fare li passava a me, e per i lavori in cui voleva una mano lui dirigeva e io facevo lo stylist. Kylie è stata brillante e ora siamo ancora amici. Ho continuato a farle da stylist per due video suoi e la vedo ancora. È forte. Abbiamo circa la stessa età credo. Il mio ricordo più grande è Kylie seduta ad editare una pellicola. Era prima che i fotografi avessero i diritti sulle loro foto e ogni volta che veniva fatta una foto a Kylie, lei prendeva il controllo totale della sua immagine. Rivedeva la pellicola e ogni foto che non le piaceva di lei, le faceva fuori con un paio di forbici. Ogni foto che avete visto di Kylie era stata approvata da Kylie. Non è mai uscito nulla che non lo fosse. Non ho mai visto nessuno avere così controllo della propria immagine ed esserne così ossessionato. Era davvero più davanti di tutti." David, Stylist

The Europe Issue, No. 116, Maggio 1993
"Bjork è vera gioia. Ricordo che abbiamo cantato l'opera insieme tutto il giorno" Pat McGrath, Beauty Director, i-D

The US Issue, No. 131, Agosto 1994
"Ricordo di aver scattato fino alle 3 o 4 del mattino. L'abbiamo scattata al Meat Packing District di New York e c'erano folle di persone in strada che urlavano il nome di Kate e Naomi. Era assurdo!" Pat McGrath, Beauty Director i-D

The US Issue, No. 131, Agosto 1994
"Kate abitava con me a quell'epoca, tra la mia casa e quella di Christy (Turlington). Eravamo molto vicine a quel tempo e ci divertivamo molto a New York. Abbiamo scattato questa foto al Meatpacking District e tutte le drag queen stavano impazzendo! Era il momento in cui anche Pat McGrath è entrata nella mia vita. È stato stupendo scattare questa cover per i-D, un giornale inglese, sembra sempre qualcosa di speciale quando lo fai per l'Inghilterra. " Naomi Campbell, cover star

The World Class Issue, No. 174, Aprile 1998
"La libertà creativa da i-D è qualcosa in cui mi identifico ancora oggi. L'intero team - editor, fotografi, stylist, parrucchieri e truccatori - erano tra le persone che più mi hanno ispirato nella mia carriera. Entrambe le mie cover di i-D celebrano la donna che sono. È stata un'esperienza così bella e divertente e ho adorato fare l'occhiolino per i-D!" Alek Wek, cover star

The Very Blue Issue, No. 178, Agosto 1998
"La mia prima cover di i-D è stata fotografata da Juergen Teller. Sono arrivata con un paio di pantaloni vecchissimi a coste che ho comprato al liceo e una vecchia t-shirt vintage decorata con la scritta 'FEEL THE FORCE'. Decise che voleva scattarmi esattamente com'ero - faccia pulita e capelli scompigliati. La mia scelta di abito quel giorno si è rivelata emblematica, dato che il team creativo ha deciso che sembravo a mio agio e felice nei miei panni. Juergen voleva la vera bellezza, lasciando che brillasse la mia personalità non abbiamo avuto bisogno di abbellimenti." Erin O'Connor, cover star

The Man and Beast Issue, No. 211, Luglio 2001
"Dormivo e ha suonato il campanello. Era Terry Richardson, ero così contento di vederlo che ho saltato su e giù scodinzolando, ma a quel tempo lo facevo quando c'era qualsiasi persona alla porta. Terry era venuto per fotografare Tom per una cover di i-D. Ad un certo punto durante la sessione, Terry disse, "Che ne dici di John nella foto?" Ero eccitato all'idea di avere attenzioni. All'inizio lo scatto di me e Tom assieme non funzionava, quindi Terry disse, "John apri un po' la bocca, è più sexy." L'idea di fare la bocca alla Linda Evangelista era assurda, sono scoppiato a ridere. FLASH! Era fatta." John Buckley-Ford (RIP), cane, cover star

The Bedroom Issue, No. 213, Settembre 2001
"Era uno degli ultimi servizi di Aaliyah prima di morire in un incidente aereo. Era così giovane; è stato folle. La cover uscì giorni dopo l'incidente; era già in stampa quando era morta. Ricordo di aver sentito la notizia e di non riuscire a crederci." Matt Jones, fotografo

The Artistic Issue, No. 228, Febbraio 2003
"Amo questa cover per la lattina di zuppa! Ho sempre cercato di collezionare tutto ciò che avesse la scritta Campbell… Ma Warhol è carissimo! È stata una grande collezione quella che ha fatto Philp [Treacy] e ho amato tutti i cappelli di questa collezione. Michael Boadi mi aveva fatto i capelli in questa foto e di nuovo lui era il model booker, direttore artistico, tutto! Amiamo Michael, era molto di più che un parrucchiere. Aveva una grande passione e dava sempre il 110%." Naomi Campbell, cover star

The Iconic Issue, No. 235, Settembre 2003
"Questa cover scattata da Tesh è una delle mie cover preferite. È stato davvero entusiasmante, sexy e bellissimo. Abbiamo scattato a Berlino e indossavo una parrucca enorme bionda, il che era abbastanza fuori di testa, ma sembrava davvero bello. Ho scattato la mia seconda cover con Matt Jones quando ero incinta [The Name Issue, No. 258, Settembre 2005]. È stato il mio primo nudo, ma siccome ero incinta è stato molto diverso. Ho ancora la foto. È una foto che ho incorniciato. Amo quella foto; c'è così tanta bellezza in quell'immagine." Liya Kebede, cover star e topmodel

The New Dawn Issue, No. 247, Settembre 2004
"Abbiamo scattato le foto di i-D di notte perché Pat McGrath, Edward Enninful, Richard Burbridge e io non riuscivamo mai a trovare un giorno libero. La notte era l'unico momento in cui potevamo incontrarci!" Jessica Stam, cover star

The Celebration Issue, No. 250, Dicembre/Gennaio 2004"
Scattare Gwen Stefani vestita d'alta moda a Kentish Town, con i fan che le cantavano serenate dalle case popolari del vicinato. Era il 250th Special." Matt Jones, fotografo 

The Faith Issue, No. 260, Novembre 2005
"Il mio assistente a quel tempo, Chris, era vestito con una tuta ridicola di Ape per lo shooting. Naomi e lui saltavano su un trampolino. In qualche modo, nonostante Chris sia un omone, Naomi è riuscita a rimbalzare il doppio di lui. Il problema era che stavamo scattando su un tetto all'undicesimo piano, sopra una delle strade più trafficate di New York. Negli istanti assurdi per scattare l'immagine, gli ho detto di essere più deciso. Guardandoci alle spalle siamo stati fortunati che Chris non sia diventato 'Chris la scimmia volante' che atterrava sul traffico! Cosa non si fa per una bella foto." Ben Watts, fotografo 

The Home Issue, No. 261, Dicembre 2005
"Ero orgogliosissima di essere sulla cover di i-D. Ripensandoci, è stato un rischio mettermi sulla cover; specialmente a quel tempo. Non dico che fossi particolarmente stilosa. Portavo bene la mia felpa adidas e non mi importava molto dello stile o delle direttive, ma ad essere sincera è stato un bello scatto e il risultato è stata una cover geniale." Lady Sovereign, cover star

The Scratch and Sniff Issue, No. 266, Maggio 2006
"Amo i-D. Da ragazza londinese sono cresciuta con le sue storie all'avanguardia e l'immaginario iconico, quindi ero onorata di fare parte delle donne (e degli uomini) che avevano strizzato l'occhio su una cover! Questa cover fu scattata da Tim Walker e Edward Enninful, è sempre una gioia lavorare con loro e l'occhio coperto dal fiore è stata un'idea nata spontaneamente in un giorno di sole a Londra!" Lily Cole, cover star

The We Got Issues Issue, No. 273, Febbraio 2007
"Scattare un surfista tredicenne brasiliano come un maschiaccio, mentre sua madre guardava, poteva succedere solo da i-D. È per questo che amo così tanto i-D." Collier Schorr, fotografo

The Couples Issue, No. 279, Agosto 2007
"Era la seconda volta che ero a New York e abbiamo scattato nell'East side nello studio di Terry [Richardson]. Era caldissimo e Terry aveva questo poveretto che saltava in giro e ballava come un dannato per ore senza una pausa. Mi sentivo a mio agio con Daisy di fronte alla fotocamera a quel tempo, ma ricordo uno dei nostri amici che ci ha chiamati "stupidi pervertiti!" quando l'ha vista stampata per la prima volta (di fronte alla madre di Daisy). Era la documentazione di un periodo incredibile della mia giovane vita e sono orgoglioso di averlo condiviso." Will Blondelle, cover star

The Artisan Issue, No. 290, Agosto 2008
"E' stato davvero speciale per me. Ricordo di aver lavorato per la prima volta per Yves Saint Laurent quando avevo 17 anni e poi mi è stato chiesto di essere il volto di YSL per l'autunno/inverno 2008, almeno vent'anni dopo, e scattare questa foto con Stefano… è stato davvero travolgente e incredibile. È stato lo stesso anno che abbiamo perso Yves, ma ho sentito che era molto contento che io fossi il volto della pubblicità. Stefano fece la cover ed era incredibilmente moderna e classica ed elegante. Gli ho chiesto "Cosa indosserò?" e disse "Nulla!". Aveva questa visione, è fantastico e un amico stretto. Ho davvero amato lavorare anche con Inez e Vinoodh. Mi piace ricevere istruzioni, e loro sapevano esattamente cosa volevano quindi è stato veloce. È stato un onore fare questa cover. La amo." Naomi Campbell, cover star

The Best of British Issue, No. 297, Marzo 2009
"La cover The Best of British è stata scattata a New York appena prima di Natale e fuori dallo studio stava nevicando da matti. Ero così entusiasta di lavorare quel giorno. Edward e Solve sono una coppia esplosiva, mettono assieme così tante belle immagini mentre fanno ridere tutti come pazzi. Mi hanno fatta sentire una vera donna tutto il giorno…Era la prima volta che mi sentivo così. Che sensazione bellissima! Grazie i-D!" Daisy Lowe, cover star

The F.U.N Issue, No. 301, Pre-Fall 2009
"SpongeBob è una spugna che vive sotto il mare a Bikini Bottom, quindi la parte più divertente del creare 6 pagine di moda per i-D è stato scoprire come fosse possibile che la nostra adorata spugna di mare indossasse Tom Ford. Come risultato la grafica della foto creata per l'occasione dal team di Nickelodeon US, è un vero servizio di moda. SpongeBob vince l'ambito premio 'Cuoco dell'anno' per la sua dedizione e il suo talento nel cucinare i Krabbie Patties al Krusty Krab. Per la seconda volta nella vita, SpongeBob ha i riflettori puntati addosso e diventa una celebrità, passando la giornata ad essere sistemato per il suo debutto sul tappeto rosso. Dopo aver provato Tom Ford e Marc Jacobs SpongeBob sceglie un tema marinaresco e indossa abiti vintage di Jean Paul Gaultier per il suo momento di gloria. Un sacco di amore da entrambi i lati dell'Atlantico ha contribuito alla creazione delle 4 immagini di moda e delle due cover di SpongeBob. Siamo orgogliosi di averle appese alle nostre pareti." Nickelodeon

The Home Is Where The Heart Is Issue, No.306, Primavera 2010
"Quando scatto una cover per i-D, faccio sempre qualcosa di fresco e naturale, come la foto che ho fatto di Georgia Jagger per la Flesh and Blood Issue dell'inverno 2009. La prima cover che ho fatto per i-D era Kirsten Owen per The Anarchy Issue [No. 82, Luglio 1990]. Non strizzava l'occhio, stava quasi piangendo ed era una cover speciale. Sono molto felice della mia cover con Natalia Vodianova [Spring, Aprile 2010] perché penso che Natalia sembri una ragazza molto, molto giovane. È giovane, ma è madre di 3 figli, ma sembra una bambina lei stessa e mi piace. Quindi, voilà, c'est tout. Ciao." Paolo Roversi, fotografo

The Head, Shoulders, Knees and Toes Issue, No.307, Estate 2010"
Chiedi a qualsiasi modella che lavora oggi se si è mai esercitata per una posa e la sola risposta che sentirai è "il mio occhiolino". Scattare per i-D è il sogno di qualsiasi modella ed essere premiati con una cover è la ciliegina sulla torta. Faccio tesoro di quei giorni spesi nel deserto ventoso di LA con il sole a picco, pensando a quanto mi sono allontanata dalla Jamaica, ridendo alle battute di Dan, ridacchiando con Marie. Congratulazioni i-D per 30 anni tra i migliori." Jeneil Williams, cover star

Crediti


Testo Sarah Raphael

Tagged:
NAOMI CAMPBELL
i-D
cover
Fotografia
Paolo Roversi
lily cole
pat mcgrath
the 35th birthday issue