Fotografia di Alessandro Vullo 

Il 2019 secondo Alessandro Vullo: 12 scatti tra rave, festival e amici

Le fotografie sono per lui un rifugio, ed evocano introspezione e spiritualità.

di i-D Staff
|
24 dicembre 2019, 8:17am

Fotografia di Alessandro Vullo 

Questo contenuto fa parte della nostra rubrica Il 2019 in foto, in cui abbiamo chiesto ai nostri fotografi italiani (e non) preferiti di scegliere le 12 immagini che meglio rappresentano l'anno che si sta per concludere.

Alessandro Vullo è un fotografo, nato in Sicilia si è trasferito a Milano per gli studi e per lavoro gira continuamente il mondo alla scoperta di nuove strade da percorrere, nuove esperienze da vivere e nuove persone da conoscere.

2019  Alessandro Vullo fotografia

Gennaio l'attesa
A quanto pare negli ultimi anni non ho avuto un grande feeling con questo mese. Una serie di eventi mi lasciano stordito, in un limbo costellato di necessarie perdite e dolorose prese di coscienza. Questa è una foto che ho scattato a gennaio mentre aspettavo marzo.

2019  Alessandro Vullo fotografia

Febbraio nascita
La mia amica Martina dà alla luce un bellissimo bimbo. È la cosa più bella che accade in quest'inverno tanto severo. Un'esperienza che unisce ancora di più il gruppo di amici meravigliosi che ho la fortuna di avere.

2019  Alessandro Vullo fotografia

Marzo e i progetti
Quello che non ti ammazza ti fortifica. A marzo mi butto a capofitto con rinnovata energia su una serie di progetti personali in collaborazione con alcuni amici. È un periodo di apertura, di capovolgimento di paradigmi, di scambio di idee e di arricchimento, un passaggio dal buio alla luce. Credo che questa foto, realizzata nell'ambito di una collaborazione col mio amico Alex Ruiz, rappresenti perfettamente il momento.

2019  Alessandro Vullo fotografia

Aprile Reckless.Powrful.Youth
Questo progetto nasce per raccontare le vite di quei post adolescenti che sono i protagonisti dei party underground e della moda di Milano. Il progetto si espande e allargo la mia ricerca oltre il nucleo di ragazzi scattati durante l'anno precedente, cercando di afferrare e celebrare quel misto di potere e giovinezza che possiedono e che brucia così forte e così velocemente. La serie acquista più forza, coerenza e un nuovo nome: Fireworks. Lei è Andrea.

2019  Alessandro Vullo fotografia

Maggio tra amici
Lo Skate and Surf Film Festival di Milano è un figata. E una figata ancora più grande è stato coprire l'evento per Perimetro. Sono stato accolto calorosamente da una famiglia di persone splendide e ho avuto modo di realizzare uno dei lavori più interessanti del mio anno. Questa è una foto dei membri del collettivo Prosper Visionz, che sono anche diventati dei buoni amici per me.

2019  Alessandro Vullo fotografia

Giugno il mio mese preferito
Il mio mese preferito a Milano. Non importa cosa succeda, a giugno mi diverto sempre un sacco. Sviluppo valanghe di rullini che mi ritrovo in tasca o sparsi per casa, risultato di nottate e mattine folleggianti armato delle mie point and shoot. Questo ritratto l'ho scattato a Macao, durante il Saturnalia Festival, e ogni volta penso che dovrei avere la pazienza di aspettare l'alba invece di scattare tutta la notte e ritrovarmi in mezzo alla luce perfetta ma con solo tre scatti a disposizione.

2019  Alessandro Vullo fotografia

Luglio a Londra
Parecchie trasferte di lavoro, ma riesco comunque a portare avanti la serie Fireworks. Questo ritratto l'ho scattato a Hampstead Heath il mio parco preferito di Londra. Lui è Lorenzo, uno dei ragazzi della serie di Milano, che si trovava lì per un soggiorno di studio e lavoro all'estero.

2019  Alessandro Vullo fotografia

Agosto e la pioggia d'estate
Un sacco di viaggi in programma, ne ho realizzato uno a malapena. Questo è uno scatto realizzato all'O.Z.O.R.A. Festival, un raduno psytrance che si tiene ogni anno in Ungheria. Una notte ha diluviato così tanto che mi si è allagata la tenda, e tanti saluti alla mia Olympus Mju II, naufragata come i miei programmi. Da quel rullino sono riuscito a salvare cinque/sei scatti.

2019  Alessandro Vullo fotografia

Settembre di soddisfazioni
Realizzo uno dei lavori più importanti del mio percorso, per l'agenzia Reallife Television: una campagna digital per Levi's Made and Crafted. Un progetto in cui ho creduto tantissimo e una bellissima esperienza umana.

2019  Alessandro Vullo fotografia

Ottobre il mese della svolta
Tutti gli incontri, le decisioni e gli avvenimenti dei mesi passati hanno disegnato il perimetro di un'isola: Fuerteventura. È qui che mi trasferisco, senza essermi rotto troppo la testa a valutare pro e contro. Era il momento di cambiare aria, lo era da un paio d'anni, forse. Circostanze favorevoli e la certezza che il mio tempo a Milano abbia ormai largamente sorpassato la soglia della giusta misura mi hanno dato la spinta giusta. Intanto penso a Milano, Milano che brucia e che continua a bruciare. Questa è una foto di Ottobre dell'anno scorso , ma appartiene anche a quello di quest'anno.

2019  Alessandro Vullo fotografia

Novembre yoga
La vita sull'isola è lenta, curativa. Accesa dalla scintilla del nuovo e placata dalla feroce dolcezza degli immensi spazi desolati che mi circondano. L'aria è più buona qui. Passo i primi dieci giorni in questo posto e mi rendo conto che è difficile da definire. Una sorta di Yoga squat, direi. Sveglia alle 6.30, due ore di Yoga e meditazione, un pasto abbondante, un paio d'ore di lavoro (che c'è tanto da fare), un pasto frugale e poi mare, deserto, tramonto, stelle. Magari racconterò meglio questa storia, un'altra volta.

2019  Alessandro Vullo fotografia

Dicembre Pàthei Mathòs
Ho realizzato questo scatto a marzo 2018, in un momento cardine che col senno di poi è diventato un emblema dell'anno che si sta per concludere. È tratto dalla serie Pàthei Mathòs, sviluppata in collaborazione con l'artista e mio buon amico Dem. È stato un anno impegnativo, questo 2019, costellato da momenti di sofferenza mai sperimentati prima, ma necessari. È stato un anno di crescita e responsabilità, un anno in cui volente o nolente ho affrontato diversi faccia a faccia con i miei demoni, e sono qui a raccontarlo.

Segui i-D su Instagram e Facebook

Crediti

Fotografie e testi di Alessandro Vullo

Tagged:
giovani fotografi
i-d family
Alessandro Vullo
Il 2019 in foto
Alessandro vuole