Tracy Power a Cape Coral. Immagine su g of Danelle Manthey

Le luci di Natale più assurde sono negli Stati Uniti, e questa fotografa documenta le migliori

Colossali e assolutamente folli, quelle contenute in "American Christmas" sono le luci natalizie più bizzarre in circolazione.

di Ryan White
|
14 dicembre 2020, 5:00am

Tracy Power a Cape Coral. Immagine su g of Danelle Manthey

Secondo uno studio condotto nel 2015, le luci di Natale che decorano le case americane consumano più di 6.63 miliardi kilowattora di elettricità. Per fare un paragone, il consumo energetico delle sole luci di Natale di tutta America è più alto di quello di interi paesi come El Salvador, l’Etiopia e la Tanzania. E se tutto questo risulta difficile da credere, basta immergersi nel libro della fotografa Danelle Manthey, per averne la più sfacciata conferma. American Christmas indaga infatti il vasto panorama delle luci di natale più assurde, stravaganti ed eccessive d’America, elevandole ad una delle forme d’arte folk più praticate nel paese. 

“Crescendo in Sioux Falls, South Dakota, durante il periodo natalizio era tradizione mettersi in macchina e girare per il quartiere, con il solo scopo di ammirare le luci di Natale della città,” afferma Danelle. “Ogni anno il giornale locale distribuiva addirittura una mappa delle migliori luci di Natale della zona. Le strade hanno nomi come Candy Cane Lane, Church Lane e Penguin Lane e tutti gli addobbi, le luci e le decorazioni sono a tema con il nome della strada.”

Danelle—una fotografa e artista basata a New York, che ha iniziato la sua carriera assistendo dei fotografi di matrimoni a Chicago, e poi a San Francisco—è sempre cresciuta a contatto con questo tipo di sfarzo natalizio, ma è stato solo nel momento in cui è tornata a casa per Natale da adulta che si è resa conto delle qualità folk e artistiche intrinseche nelle luci di Natale. “Completamente autodidatti, i creatori di questi display non si identificano come artisti, eppure creano delle installazioni site-specific che dovrebbero essere riconosciute come arte, essendo una pratica complessa e visivamente eccezionale”, si legge nel comunicato stampa del libro.

Una volta, mentre si trovava affossata nel sedile posteriore dell'auto di suo padre, sua sorella le suggerì di fotografare le luci di Natale della zona. "Ho subito risposto dicendo che sarei stata più interessata alle persone che decorano le loro case, più che alle luci in sé", afferma. "Poi abbiamo proseguito e non ci ho più pensato. Un paio di anni dopo, stavo pensando ad un progetto su cui lavorare quando mi sono ricordata delle luci di Natale. Mio padre e mia nipote mi hanno indirizzato verso alcune case e nel 2003 ho fatto i primi scatti. Non ero molto contenta del risultato, quindi poco dopo ho abbandonato il progetto. Nel 2005 però ho deciso di tornare a Sioux Falls per riprovare a scattare quelle luci.”

Negli anni a seguire, Danelle ha passato la maggior parte delle sue vacanze a viaggiare, per fotografare le luci di Natale più stravaganti ed eccentriche d’America e le famiglie a cui appartengono e che ogni anno progettano questi incredibili display natalizi. American Christmas è dunque questo: il risultato di un lavoro di una decade, che esplora l’assurdo universo delle luci di Natale americane e il ruolo che hanno nella società come opere d’arte folk. Noi non potevamo fare qualche domanda alla fotografa per saperne di più su come si è sviluppato questo progetto e chi sono i volti dietro quelle luci di Natale che vediamo soltanto nei film.

american-christmas-libro-raccoglie-le-luci-di-natale-più-eccessive-d'america
Garrett Mauser Babylon, NY Courtesy di Danelle Manthey

Raccontaci di come hai dato inizio al progetto American Christmas.
Il primo anno ho iniziato scrivendo un biglietto che spiegava chi ero e che mi sarebbe piaciuto molto fotografare le persone e le loro luci di Natale. Mio padre e mia nipote sono andati in giro a consegnare questi biglietti in tutte le caselle della posta delle case che ritenevano più adatte. Negli anni successivi sono andata in giro alla ricerca dei display che più mi piacevano, bussavo alle porte delle persone, spiegavo il progetto e poi programmavamo un orario per farlo. Una volta che ho iniziato a pianificare in anticipo i miei viaggi, mi facevo letteralmente risucchiare dalle ricerche Google per capire chi avesse i migliori display della zona.

Cos’è che ti attrae e intriga di più delle luci Natalizie? Cosa pensi rappresentino questi display eccessivi?
Non è propriamente il fenomeno delle decorazioni natalizie eccessive che trovo intrigante. Trovo intrigante il fenomeno di persone che creano una mostra pubblica gratuita, temporanea e site-specific per i loro vicini. Non cercavo necessariamente gli addobbi più eccessivi, quando decidevo quali persone fotografare. Cercavo schermi che mostrassero un tipo di carattere, che potessero essere diversi e distintivi di specifiche zone e regioni. Cerco di scoprire perché l’artista si prende il tempo ogni anno per progettare e costruire questi display per la propria comunità. Per ogni persona ha un significato diverso. Alcune persone lo fanno per attirare l'attenzione su di un determinato ente di beneficenza oppure lo fanno perché in ricordo di un genitore o seguendo un ricordo d'infanzia. Ovviamente, la reazione positiva della comunità li spinge a continuare.

american-christmas-libro-fotografico-che-documenta-le-luci-di-natale-più-stravaganti-d'america
Daniel Baughman Prosper, TX Courtesy di Danelle Manthey

Quali sono i tuoi sentimenti personali nei confronti del Natale? Personalmente, non sono una grande fan del Natale. Non è mai stata la mia vacanza preferita perché è piena di così tante aspettative ed è estremamente materiale. Ciò che questo progetto mi ha dato è stata una diversa percezione di questa celebrazione. Dare per far piacere agli altri. Questo è ciò che dovrebbe essere davvero il Natale, ed lo è per così tante persone—sicuramente per le persone che ho incontrato e che mi hanno gentilmente lasciato entrare nelle loro case.

Ti interessa studiare l'America moderna e le narrative legate alle famiglie che vivono nelle cittadine più piccole?
Mi interessa lo studio dell'America moderna, ma la porto avanti analizzando tante realtà diverse. Durante la pandemia ho vissuto principalmente a Catskills a New York, trascorrendo la maggior parte del tempo a fotografare le persone della mia contea e raccontando la loro storia attraverso foto e interviste. Il mio obiettivo è ottenere un resoconto di un’intera area, definendo le diverse prospettive che compongono una comunità.

american-christmas-libro-sulle-luci-di-natale-più-eccentriche-d'america
Dan and Mary Gromer Antelope, CA Courtesy di Danelle Manthey

Come si inserisce questo progetto nel tuo corpus più ampio di lavoro?
American Christmas si inserisce nel mio lavoro come uno dei progetti più su larga scala che ho fatto, che tocca i tipi di temi che più mi piace esplorare. Dove si inserisce qualcuno rispetto al resto del mondo? Come si mostra alla comunità? Cosa lo motiva a fare quello che fa?

Nel mio progetto Absence of Sound, uso i ritratti per raccontare la storia di chi è qualcuno, da dove viene, cosa gli piace mostrare, il tutto usando per lo più impostazioni vuote. In Dear John, porto lo spettatore in un viaggio con mio padre, per vedere dove ha vissuto e cosa gli hanno insegnato questi luoghi e le sue esperienze all’interno di essi. Uso lo stesso formato orizzontale per avere un'idea dello spazio, in modo tale che non lo guardiamo solo come luogo, ma come posto di formazione che ha reso una persona quella che è.

Anche se il American Christmas potrebbe sembrare più spensierato di questi altri due progetti, i temi sono gli stessi: la questione di chi sia qualcuno e come sia arrivato ad essere quello che è. Sono infinitamente affascinata dalle persone comuni e dalle scelte che hanno fatto e che le hanno portate dove sono oggi. Cerco di toccare questi temi in ciascuno dei miei progetti.

‘American Christmas’ documenta le storie di oltre 40 famiglie e individui attraverso 12 stati americani. Il libro è disponibile qui.

american-christmas-libro-sulle-luci-di-natale-più-assurde-d'america
Kielawa Family Huntington Station, NY Courtesy di Danelle Manthey
american-christmas-libro-sulle-luci-di-natale-come-forma-d'arte
Ryan Johnson Cypress, TX Courtesy di Danelle Manthey
american-christmas-libro-sulle-luci-di-natale-e-chi-le-crea
Adel Sanders Port Charlotte, FL Courtesy di Danelle Manthey
american-christmas-libro-sulle-luci-di-natale-e-le-famiglie-che-le-addobbano
Courtesy di Danelle Manthey
american-christmas-libro-sulle-più-eccessive-e-assurde-luci-di-natale-d'america
Karen Vaught Broomfield, CO Courtesy di Danelle Manthey

Segui i-D su Instagram e Facebook

Crediti


Tutte le immagini courtesy di Danelle Manthey

Tagged:
america
natale
addobbi
Stati Uniti
decorazioni
tradizioni natalizie
danelle manthey