gli mtv vmas introducono i premi unisex

Addio "miglior attore" e "miglior attrice"!

|
26 luglio 2017, 10:45am

via Twitter

Dividere gli artisti uomini dalle artiste donne in categorie diverse è solo l'ennesimo modo per rinforzare l'idea che uomini e donne debbano essere giudicati secondo parametri diversi. Esempio: chiedersi se Nicki Minaj sia una rapper migliore di Kendrick Lamar sarebbe un cambiamento decisamente auspicabile per i media, che invece continuano a schierare Remy Ma e la Minaj l'una contro l'altra, in continuazione. Questo è il motivo per cui la decisione di MTV di eliminare le categorie Best Male e Best Female, semplicemente unendole in "Best", è un passo nella giusta direzione.

Dopo 33 anni dalla nascita dell'evento, gli VMAs del 2017 (che si terranno il 27 agosto) avranno categorie unisex. Nonostante questo, sembra che la star incontrastata sarà Kendrick Lamar, dichiarato il favorito grazie alle otto nomination ricevute. Lo seguono a parimerito Katy Perry e The Weeknd con cinque nomination a testa. 

Le divisioni di genere si stanno lentamente sgretolando in tutte le cerimonie di premiazione, non solo ai VMAs. I Grammy hanno fatto il passo inaugurale già nel 2011, ma l'intento era sembrato più un consolidamento del sessismo, non una lotta: in un tentativo di mantenere il prestigio della cerimonia, il comitato ha eliminato 31 categorie, facendone confluire alcune in un premio unisex.

Inoltre, la stessa MTV ha già eliminato nel 2016 le categorie basate sul sesso degli artisti per i suoi Movie Awards. A maggio, Emma Watson si è aggiudicata il premio come "Best Actor" per la sua interpretazione in La Bella e la Bestia e Millie Bobby Brown quello come "Best Actor in a TV Show" grazie al personaggio di Eleven in Stranger Things. "Il nostro pubblico non vede più differenze tra uomini e donne," ha dichiarato Chris McCarthy, direttore di MTV, prima della cerimonia, "quindi ci siamo detti, 'togliamole anche dai premi.'"

Ci sembra giusto. Perché non vogliamo tutti essere semplicemente i migliori, senza distinzioni?

Crediti


Testo André-Naquian Wheeler
Immagine via Twiter