Fotografia di Leonardo Scotti

la nuova collezione nike c/o virgil abloh è un inno alla determinazione

Si chiamerà "Athlete in Progress" e ve la raccontiamo attraverso un editoriale ad hoc.

di Creato in collaborazione con Nike
|
24 giugno 2019, 1:50pm

Fotografia di Leonardo Scotti

Agosto 1984, XXIII giochi Olimpici. Siamo a Los Angeles e la temperatura tocca i 27° C. Il gruppo di testa è compatto, ma a 30 chilometri dall’arrivo rimangono solo in dodici a condurre la gara. Uno dopo l’altro i favoriti abbandonano la competizione: Alberto Salazar per primo e poi Robert de Castella, Thoshihiko Seko e Djama Robleh. È in questo momento che l’atleta portoghese Carlos Lopes ne approfitta per staccarsi dal gruppo con uno scatto e conquistare la prima posizione. A 5 chilometri dall’arrivo ha un vantaggio di 22 secondi su Charles Spedding, che progressivamente aumenta. Nel momento in cui varca il traguardo i secondi sono 35 e Lopes, all’età di 37 anni, segna il nuovo record olimpico, fissandosi nella storia dell’atletica leggera come il vincitore più maturo della maratona.

1561379616268-NIKE_IPPO_078_8

Un limite viene infranto e un nuovo tassello della community internazionale del running viene posato, andando a unire sempre di più gli atleti in nome di una serie di valori motivazionali condivisi e che li spingono a una crescita continua. Lo dimostrano i recenti record, come quello stabilito nel 2018 da Eliud Kipchoge alla maratona di Berlino con il tempo di 2h01'39". Non mollare mai e non smettere mai di migliorarsi, questo il mantra degli atleti a ogni singola competizione: una sfida contro il mondo e gli avversari, ma soprattutto contro se stessi e i propri limiti.

1561379648717-NIKE_IPPO1110_3

Queste le basi da cui Nike è partita per disegnare la sua nuova collezione c/o Virgil Abloh. Si chiama Athlete in Progress, nome perfetto, che rimanda alla determinazione di chi ne indossa i capi. Per celebrare questo messaggio, Nike ha creato un editoriale ad hoc realizzato da Leonardo Scotti. Protagoniste degli scatti sono cinque ragazze dall'attitude e stile totalmente diverse tra loro, ma con una passione comune: la corsa e il concetto di athlete in progress stesso, grazie al quale ognuna di loro vive lo sport come un modo per andare oltre i propri limiti.

1561379668555-NIKE_IPPO1049_3

"Lo sport ha sicuramente dato forma alla mia personalità," racconta Raphaela Ludko, velocista italiana specializzata nei 400 metri e volto della nuova collezione Nike c/o Virgil Abloh. "Mi ha aiutata ad essere più determinata e non abbattermi mai,” prosegue. “Io credo che il vero successo sia mentale, più che fisico," spiega invece la social marketing communication Anna Morena Grieco. Perché lo sport può essere proprio quello stimolo che ti mancava per darti la forza di credere in te stesso e superare le tue barriere mentali, provare per credere.

1561379688196-NIKE_IPPO210_2-1

Spesso è questione di millesimi di secondo, di un soffio di vento, di un tempo particolarmente sfavorevole, ma fa tutto parte del gioco; un gioco bellissimo che celebra la fiducia nelle proprie capacità, a prescindere da tutto e tutti. “Pormi dei goal nella corsa significa concentrarmi su me stessa, dedicare tempo ed energia per ciò che voglio raggiungere”. Le parole della modella Margherita Tondelli fanno capire quanto lo sport non sia solo una manifestazione che inizia a finisce nell’arco di un allenamento o di una giornata, ma una vera e propria filosofia di vita: “L’allenamento è sempre una sfida con me stessa, per cercare di superarmi: è quasi un circolo vizioso positivo, di cui alla fine non puoi fare a meno.” spiega l’atleta Sofia Montagna.

1561379731042-NIKE_IPPO827_5

Una filosofia in cui crede ogni membro della community, all’interno della quale atleti e amatori cercano gli stimoli per cercare dentro di sé volontà e determinazione, ma anche modelli da cui trarre ispirazione e rinnovare la spinta ad andare avanti. C’è chi la trova negli atleti che hanno fatto la storia dello sport come Serena Williams, “il simbolo della determinazione” secondo Raphaela Lukudo, o proprio in quelli che sono crollati ma hanno “avuto la forza di non mollare mai anche quando le cose non vanno come programmato; perdere a volte è necessario per crescere come persona e come atleta”.

1561380058326-NIKE_IPPO046_2

C’è chi, invece, la trova ovunque, “anche in un cantiere in città in continua evoluzione come Londra e Milano," racconta Margherita Tondelli, che cerca “di trarre ispirazione da più cose possibili: nei musei, nei viaggi, negli anime, nelle persone che incontro." C’è chi basta a se stesso, come l’artista contemporanea Sofia Ginevra Gianni, che si ispira al suo “gorgeous self”, e chi sa trarre il meglio dalle persone che la circondano, come Anna Morena Grieco, che racconta di dovere tutto ai suoi genitori, alla sua sorella più piccola e alle persone che ama, “fonte di ispirazione quotidiana. Spesso tendiamo a guardare lontano nel cercare modelli di riferimento ideali, quando in realtà abbiamo tutto quello che serve proprio qui, accanto a noi."

1561380058463-NIKE_IPPO271_2

La forza vitale potentissima che la community internazionale del running sprigiona e spinge sempre più persone a entrarvi è proprio ciò che ha ispirato Virgil Abloh a creare la nuova collezione con Nike: Athlete in Progress. Un titolo che rimanda chiaramente al concetto di progresso applicato al mondo dello sport: una continua - e potenzialmente infinita - evoluzione. Perché: “Migliorarsi non significa soltanto raggiungere il primo posto, ma tante cose: da superare il proprio personal best, superare un avversario, migliorare le proprie prestazioni. L’importante è dare il massimo sempre, non porsi dei limiti e superare le difficoltà,” spiega perfettamente Raphaela Lukudo.

1561379839827-NIKE_IPPO766_5-copia

E, come dice Anna Morena Grieco, il risultato è qualcosa che non ha prezzo: “Ne consegue una maggiore convinzione in te stesso che cresce ogni volta che, raggiunto un traguardo, alzi lo sguardo per individuare immediatamente quello successivo. È adrenalina pura, non puoi fermarti, non vuoi farlo. Che poi non sempre ce la fai, anzi. Ma non demordi, perché la prossima volta sei certo che ce la farai. La prossima volta dimostrerai a te stesso che quel limite non esiste più. E non vedi davvero l’ora”.

1561379778594-NIKE_IPPO1212_3

Questo lo spirito che la collezione Primavera/Estate 2019 Nike c/o Virgil Abloh ha voluto celebrare lo scorso settembre alla sfilata di debutto a Parigi, chiamando a sfilare alcune delle migliori atlete runnig del team Nike. Il pezzo forte sono le Nike Zoom Terra Kiger 5, che avete sicuramente già visto indossate in anteprima sulla campionessa degli 800 metri Caster Semenya, disponibili in limited edition insieme a top e leggings da corsa. Ispirandosi all’abbigliamento classico di atletica leggera, Abloh unisce tecnica e comfort agli inconfondibili dettagli Off-White, per una collezione che include capi da competizione a outfit post-allenamento.

1561379771878-NIKE_IPPO1222_3

L’equilibrio perfetto per chi, come Raphaela Lukudo, si trova “per la maggior parte del tempo in tenuta sportiva, quando è fondamentale che un capo sia performante e tecnico." Senza dimenticare che “la moda è un modo non verbale per esternare ciò che siamo," dicono Margherita Tondelli e Sofia Montagna, quindi la scelta di un capo durante gli allenamenti non prescinde dall’estetica o il sentirsi a proprio agio, forti e sicure di sé. “Quando mi alleno, raggiungo la massima espressione di libertà. Mi spoglio dei titoli, ruoli, doveri e responsabilità che hanno caratterizzato la mia giornata per vestirmi di me stessa e basta, concentrarmi sul mio respiro, vedere il traguardo e raggiungerlo. Il resto non esiste.” E non ci sono parole migliori di quelle di Anna Morena Grieco per descrivere il legame che intimamente lega il concetto di libertà nello sport e nella moda.

La collezione Athlete In Progress è disponibile da oggi, 24 giugno, qui.

1561379762169-NIKE_IPPO301_7

Segui i-D su Instagram e Facebook

Crediti


Testo di Benedetta Pini
Fotografia Leonardo Scotti
Moda Riccardo Maria Chiacchio
Trucco e capelli Alexia Varyaren
Modelle Sagg Napoli, Margherita Tondelli, Sofia Montagna, Morena Greco, Raphaela Luduko

Tagged:
nike
Virgil Abloh
Sneakers
Sport
off-white
collaborazioni cool
Nike Zoom Terra Kiger 5
Thoshihiko Seko
Djama Robleh
Raphaela Lukudo