Anaïs indossa top della modella, John indossa pantaloni Kenzo.

le periferie di marsiglia sono pericolose, povere e bellissime

Tenendosi lontano da attrazioni turistiche e cliché, il fotografo Valerio Spada documenta le vite degli adolescenti marsigliesi nelle aree urbane dimenticate dal governo.

|
mag 10 2018, 3:23pm

Anaïs indossa top della modella, John indossa pantaloni Kenzo.

Questo articolo è originariamente apparso sul numero 352 di i-D The New Fashion Rebels, estate 2018.

"Mi sento naturalmente attratto dalle città di porto. Nascondono qualcosa di speciale, qualcosa che ai turisti sfugge sempre, o che forse vogliono lasciarsi sfuggire. A intrigarmi sono quei luoghi al di là della loro portata. Mi affascinano le persone che ci vivono e, più di tutto, la dignità che trasmettono gli adolescenti che vivono in zone urbane dimenticate dal governo. Spesso si tratta della loro bellezza—al di là del genere—e del modo in cui passano le loro giornate.

Il quartiere di Marsiglia che più amo è il Felix Pyat, uno dei più poveri e pericolosi d'Europa. Si trova nel nord della città, lontano dal mare e dai turisti. Lo vedo come una replica di Scampia: anche questa zona di Napoli è fuori dal centro, lontana dalla costa. In questi luoghi il tempo scorre più lentamente e so che troverò sempre individui disposti a entrare in contatto con me. Incontrarli mi fa tornare in mente il modo in cui le nostre vite sono influenzate da dettagli apparentemente insignificanti delle esperienze altrui. Quando lavoro, evito di tornare a casa finché non ho finito. Rimango lì, cerco di immergermi in ciò che mi circonda. Solo vivendo sulla mia pelle certe sensazioni posso capire com'è davvero passare anni e anni in quel posto. E solo così posso provare a immortalare tutto questo nelle mie foto.

A Marsiglia passavo tutto il mio tempo allenandomi in una palestra. Lì ho conosciuto nuovi amici, ma mi sono anche fatto un paio di nemici tra gli altri ragazzi che combattevano. Dopo dieci giorni di allenamenti intensi e particolarmente duri mi sono beccato una contrattura. Facevo fatica anche a camminare, così nei giorni seguenti sono stato con una coppia di amici milanesi e con le loro sei figlie. Sembravamo i personaggi di un film di Jarmusch ambientato al mare. Spero che le mie imagini mostrino sia la diversità, sia l'uguaglianza che regnano a Marsiglia. Oggi che conosco meglio la città, credo di poter affermare con sicurezza che si tratta di una città molto meno stereotipata di quanto si pensi. Per quanto riguarda le persone scattate, sono sicuro che anche loro racconterebbero ai vostri lettori storie di sincerità, bellezza, fallimento, speranza e voglia di lottare sempre e comunque. Basta guardare i loro occhi per capirlo."

Valerio Spada

Jules e Corto indossano abiti dei modelli.
Antony indossa top The Kooples.
Zac indossa tuta Valentino, cappello del modello.
Maelyss indossa giacca Adidas Originals.
John indossa pantaloni Kenzo.
Guillaume indossa abiti Dior Homme.
Antony indossa top e giacca The Kooples.
Melissa indossa felpa MSGM, orecchini della modella.
Guillaume indossa giacca e camicia Coach 1941, cappello del modello.
Marin indossa top Gosha Rubchinskiy, cappello del modello.
Marguerite indossa felpa Rag & Bone.
Melissa indossa top MM6.
Benoit indossa top Kenzo la Collection Memento.
Emma tutti abiti Adidas.
Chris indossa giacca Yohji Yamamoto.
Anaïs indossa top della modella.

Segui i-D su Instagram e Facebook.

E qui trovi altri fotografi che hanno celebrato la bellezza spesso sottovalutata delle periferie:

Crediti


Assistente allo styling Erika Golcher
Casting Valerio Spada e Michelle Cameron
Produzione caminante.fr.
Scannerizzazione pellicole Lorenzo Mascher
Un grazie speciale a Makiavle, Farid, Team Sorel, Luigi e Chiara
Modelli Jules, Corto, Zac, Maelyss, Antony, Yoram, John, Guillame, Melissa, Marin, Marguerite, Benoit, Emma, Chris e Anaïs.