la nuova collezione just cavalli ci porta nella londra che tutti sogniamo

Muri di mattoni a vivo, infissi colorati, murales eversivi e fiumane di gente per strada: questo è l’habitat dei neo hippie ritratti nelle fotografie e nel video della collezione.

di Federico Rocco
|
23 giugno 2018, 10:29pm

È una Londra un po’ swinging e un po’ post punk quella di Just Cavalli. Una romantica gang ricoperta di stampe floreali e zoomorfe si aggira per Hampstead e lungo i canali di Camden Town ballando e scattando fotografie con macchine analogiche e polaroid. Dalla frenesia della City però poi si passa alla tranquillità dei prati soleggiati e all’ombra di alberi in rigogliosi parchi cittadini. Sdraiati al fresco sotto querce secolari, i ragazzi Just Cavalli si tengono per mano, si accarezzano spensierati i capelli e colgono fiori selvatici, peonie e rose di campo, incarnando quella gioventù dorata così anni ’60.

In un mood quasi cinematografico e iper sentimentale, languido a tratti, quello che predomina è il look deciso della donna Just Cavalli. Capelli tanto ossigenati da sembrare bianchi, maxi occhiali da sole anni ’70 con montature luminose, bluse morbide in lurex con colli a fiocco, silhouette asciutte e miniskirt iper sixties alla Mary Quant. Da Amy Winehouse alla sua Londra sgangherata e decadente fino alla Gran Bretagna di Michelangelo Antonioni fatta di edifici industriali riconvertiti e giardini urbani curatissimi, questa jeunesse Just Cavalli è ribelle dentro.

Piercing e spille da balia indossate come orecchini, luci psichedeliche e occhialetti tondi à la John Lennon, sguardi persi e viaggianti, maglieria dalle tinte acide super ’90s e piumini imbottiti smanicati. Il tutto ripreso in tinte over-saturate, sappiate e annebbiate. Una moderna Virginia Woolf, un po’ Florence Welch e un po’ Lily Allen, solitaria e sognatrice. In bilico appesa a moli fangosi sul Tamigi, al centro di cortili assolati di scuole pubbliche, la collezione Just Cavalli si muove all’interno di una Londra da cartolina, proprio per questo facilissima da esplorare. Al centro di tutto, la gang Just Cavalli pone il viaggio, la scoperta e l’avventura irruente della giovinezza. Spontanea e impulsiva, in pieno stile Cavalli.

Crediti


Testo Federico Rocco
Fotografia di Stella Asia Consonni
Regia Video di Jordan Hemingway

Director of Production Jeremy Valender
Direzione Creativa di Gloria Maria Capelletti
Executive Producer Rosario Rex Di Salvo
Direzione Artistica di Niccolò Fiorentini

Moda Giorgia Imbrenda
Trucco Rebecca Rojas
Capelli Joe Burwin
Unghie Cherrie Snow

Modelli: Arjan per The Squad, Ursula, Leili e Lara per Nevs

Tagged:
londra
just cavalli
roberto cavalli