Billie Eilish: “Non invecchierò mai. Voglio rimanere giovane per sempre.”

Per celebrare il lancio del suo nuovo documentario, abbiamo fatto una chiacchierata con Sua Maestà Billie Eilish.

di Frankie Dunn
|
28 novembre 2019, 10:33am

Quando ripenseremo al 2019, lo ricorderemo come l’anno in cui Billie Eilish ha dato una scossa al mondo della musica. Con il successo planetario del suo album di debutto When We All Fall Asleep, Where Do We Go?, un tour mondiale sold-out e uno stile tanto vistoso quanto originale, questa 17enne ha rivoluzionato il concetto di pop-star. Grazie a lei, ora abbiamo un'idea nuova di come dovrebbe apparire, che musica dovrebbe fare e come dovrebbe sentirsi un'artista nel 2019.

Improvvisamente, è diventato ok per una delle artiste più famose della terra essere depressa, fare musica dark ispirata a film horror e indossare solo capi oversize. Il messaggio per le sue legioni di fan è questo: hai tutto il diritto di provare le emozioni che provi, il tuo corpo è solo tuo, è figo essere se stessi, anche quando vuol dire essere strani.

Non sorprende quindi che Billie—che ha appena vinto il premio di Best New Artist agli AMAs ed è stata nominata come Donna Dell’Anno da Billboard—sia il volto della nuova campagna delle Beats Solo Pro. Insieme agli scatti, inoltre, uscirà anche un intimo documentario girato a casa di Billie, a Highland Park, che analizza in profondità il percorso creativo che sta dietro il suo nuovo singolo, everything i ever wanted.

Avevamo bisogno di saperne di più, quindi abbiamo chiesto a Billie di fare una chiacchierata con noi per parlare un pò del film, ma anche dell’icona gay The Babadook, di sogni espliciti, del suo album che sta girando il mondo e del perché Instagram morirà presto.

Ciao Billie! Allora, di che parla in fondo everything i wanted?
Voglio che il suo significato rimanga segreto. Gli altri possono dargli il significato che preferiscono e traslarla sulle loro esperienze.

Per che film pensi che When We All Fall Asleep, Where Do We Go? possa essere la miglior soundtrack?
L’ho scritta ispirandomi The Babadook, ma credo che The Babadook sia perfetto così com’è.

Cosa ne pensi della gente che fa incessantemente commenti sul tuo senso estetico?
Era proprio questo ciò a cui puntavo.

Di cosa avete parlato tu e Naomi alla festa del LACMA?
Le ho solamente detto quanto penso sia bella.

Cosa faresti se Instagram sparisse domani?
Scomparirà presto se questa cosa del "no like" rimarrà.

billie eilish and her mom at home

Stai viaggiando. Hai le cuffie alle orecchie. Che album continui ad ascoltare?
Lissom di Lissom.

Ti capita di tenerti le cuffie addosso anche se non stai ascoltando nulla, solo per far si che la gente non ti parli?
No, ma ho fatto finta di essere al telefono per lo stesso motivo.

Cos’hai in programma per la tua festa di 18 anni?
Una festa privata.

Immaginati da anziana. Come ti pensi?
Non invecchierò mai. Sarò giovane per sempre.

Hai pensato il tuo world tour per essere il più eco-friendly possibile. Cosa pensi dovrebbe fare l’industria musicale per essere sempre più sostenibile?
Usare meno plastica, penso che questa sia una delle priorità. Ma ci sono così tante altre cose che possiamo fare.

In quale famoso duo vi riconoscete tu Finneas?
Finn e Jake di Adventure Time.

Qual è l’ultimo sogno che hai fatto?
Te lo direi ma è abbastanza esplicito.

Segui i-D su Instagram e Facebook

Una designer che crediamo Bille Eilish amerebbe, Barbara Bologna:

Questo articolo è originariamente apparso su i-D UK
Tagged:
intervista
billie Eilish
interviste di musica
when we all fall asleep where do we go?