anche public school unisce le sfilate uomo e donna

Il brand di New York sfilerà d'ora in poi a dicembre e giugno, riunendo sulla passerella le collezioni uomo e donna.

di Emily Manning
|
12 aprile 2016, 10:15am

public school spring/summer 16

Le ultime collezioni uomo e donna di Public School avevano qualche somiglianza notevole: si ispiravano entrambe agli anni '70 (la collezione donna si rifaceva alla New York dei fuorilegge mentre quella uomo al film del 1976 di Nicolas Roeg The Man Who Fell to Earth), e includevano entrambe cinture vistose, un taglio preciso e fantasie con triangoli. Secondo quanto è stato confermato oggi dal brand, le creazioni non saranno unite solo dalle stesse caratteristiche, ma sfileranno assieme sulla stessa passerella il prossimo giugno dato che Public School, proprio come Burberry, Vetements, Tom Ford e Gucci, ha ridotto le sfilate a due all'anno. 

Secondo WWD il brand mostrerà la Collection 1 (pre-spring e spring) e la Collection 2 (pre-fall e fall) rispettivamente in dicembre e giugno. "Mostrare le collezioni assieme due volte l'anno ci permetterà di sviluppare meglio le nostre idee durante l'anno e di rallentare i ritmi," ha detto il co-direttore creativo Dao-Yi Chow. "In questo modo possiamo goderci le nostre collezioni senza essere limitati dal calendario delle sfilate." 

La mossa sembra avere perfettamente senso, e non solo per uno dei motivi che ha spiegato Osborne: "Quando abbiamo lanciato la linea donna era nata come estensione di quella uomo. Era una collezione che le nostre amiche donne poteva apprezzare, senza alterare troppo gli abiti da uomo." Considerando che il duo di designer si sta occupando anche di DKNY e collabora con Jordan, non è difficile capire perché vogliano passare da 6 a 4 sfilate l'anno.

In linea con il pensiero del CEO di Vetements Guram Gvasalia, il presidente di Public School Anthony Landereau ha spiegato: "L'obiettivo è di migliorare le nostre performance e avere una resa migliore in termini di vendite, riuscendo a fornire i capi prima ai negozi," aggiungendo anche, "Avere un concept comune ad entrambe le collezioni aiuterà i nostri clienti a fare una selezione più consistente e d'impatto." 

WWD ha riportato inoltre che durante le fashion week di gennaio e giugno e di febbraio e settembre, Public School si focalizzerà "sui bisogni del consumatore". Dato che la sfilata del brand era una delle più attese alla New York Fashion Week: Men's calendars, sarà interessante vedere come si svolgerà lo show senza uno dei suoi punti di forza, ma soprattutto come si comporteranno gli altri designer rispetto a questo nuovo modello. 

VOTE for us at this year's Webby Awards for Best Fashion And Beauty Website

Crediti


Testo Emily Manning 
Foto Jason Lloyd Evans

Tagged:
Public School
Μόδα
sfilate
calendario sfilate