Dino Dinco, Untitled (Liza), 2001. Courtesy of the artist.

la los angeles underground dai pachucos al movimento post-punk

Tastemakers & Earthshakers esplora 70 anni di culture giovanili a Los Angeles.

di Emily Manning
|
31 ottobre 2016, 10:50am

Dino Dinco, Untitled (Liza), 2001. Courtesy of the artist.

All'inizio del mese la modella e curatrice Gil Veni Vici ha inaugurato East Side Story, una mostra collettiva che celebra la ricca storia del suo quartiere della zona est di Los Angeles. In uno scatto la donna è in posa davanti a un'auto anni '50, con addosso un completo. In un altro sfoggia una giacca Tommy Jeans, un esempio degli abiti vintage che potete trovare da @veteranas_and_rucas — un archivio pubblico dei giovani chicani della California del sud.

Tastemakers & Earthshakers: Notes from Los Angeles Youth Culture 1943 - 2016, una nuova mostra al Vincent Price Art Museum di LA, prende in cosiderazione la stessa tematica. Ma l'approccio di Tastemakers & Earthshakers è sia artistico che antropologico. L'exhibition mette assieme 80 anni di foto, quadri, disegni, sculture, installazioni, programmi TV, giornali, abiti e musica — uno studio sociale che racconta la rapida evoluzione della cultura giovanile.

Gusmano Cesaretti, Mosca 1975 East L.A., 1975, archival pigment print. Su gentile concessione dell'artista.

Tastemakers & Earthshakers parte dagli anni '40, con le Zoot Suit Riots (una serie violenta di scontri a sfondo razziale tra giovani fan dell'abbigliamento zoot suits e coloro che invece lo vedevano come un lusso poco patriottico). La mostra non solo ripercorre gli stili dei decenni successivi, ma mostra anche come queste forme espressive giovanili si intersechino con i cambiamenti socio-politici di un'epoca. "La mostra non fa una panoramica storica, ma presenta l'evoluzione delle sottoculture e del significato di aggregazione, ponendo l'accento sulla creatività, l'inventiva e la varietà che caratterizzava il periodo dopo la Seconda guerra mondiale per arrivare ai giorni nostri," si legge nel comunicato stampa.

Janette Beckman, The Rivera Bad Girls East LA 1983, 1983. Su gentile concessione dell'artista.

La mostra, che include i lavori di fotografi di spessore come Janette Beckman e Guadalupe Rosales, creatrice dell'archivio @veteranas_and_rucas menzionato in precendenza, è suddivisa per settori. Essi includono "la fusione tra generi musicali e le identità sociali e la moda di strada," "la nascita di spazi sociali," e "la connessione tra Los Angeles e la cultura giovanile britannica e il dialogo tra le due."  

Patssi Valdez, DeDe Diaz and Anthony Villarreal, 1980s. Su gentile concessione dell'artista.

Tastemakers unisce esponenti del post-punk, raver, dandy, giovani messicani queer, low rider rockabilly, fan dell'house e molti altri. È un'esplorazione colorata e ambiziosa di una comunità e di una cultura che continua ad avere un certo peso, ieri come oggi. 

Janette Beckman, Hoyo Maravilla, East LA 1983, 1983. Su gentile concessione dell'artista.

Deputy Sheriff Bartley Brown of East Los Angeles inspects the haircut of prisoner Alex "Largo" Rodriguez, who is wearing an $85.00 zoot suit, 1943. Su gentile concessione dell'artista.

Gregory Bojorquez, Rocking Out At The Roxy, Sunset Strip, 2010, archival pigment print. Su gentile concessione dell'artista.

Crediti


Testo Emily Manning