su zume ha qualcosa da dirvi sulla scena underground del sesso in giappone

La scena del sesso underground giapponese è una sottocultura dove il bondage è una forma d’arte, nei porno i genitali vengono pixelati e c’è un gruppo di persone che si eccita facendo esplodere dei palloncini. Su Zume, lavorando come giornalista da...

di i-D Team
|
13 novembre 2014, 3:18pm

Foto Nathalie Daoust

Quanto è importante la privacy nelle vite sessuali giapponesi e in che modo colpisce la cultura underground?
Direi che è di primaria importanza. Queste sottoculture esistono, ma solo in modo clandestino. Queste comunità possono esistere solo perché c'è un rispetto di fondo per le altre persone e per quello che fanno nelle loro "vite reali". Senza questo, questi spazi non vorrebbero né potrebbero esistere.

Com'è vista la scena del sesso giapponese dal resto del mondo?
La stampa occidentale tende a fare generalizzazioni basate su casi estremi. Questo libro non riguarda l'uomo medio giapponese. Non è una dichiarazione sulla sessualità mainstream, ma tratta delle sempre più numerose sottoculture di nicchia che esistono nella scena del sesso underground in Giappone. Ho davvero paura di commenti tipo "tutti i giapponesi sono XYZ", dato che queste sottoculture non sono per niente facili da trovare e non hanno nulla a che fare con "tutti i giapponesi".

Qual è la cosa migliore della cultura del sesso underground in Giappone?
Generalmente le persone sono molto educate. Se hai una certa perversione probabilmente in Giappone verrai accettato da una comunità e ovviamente riceverai attenzione per i tuoi dettagli visivi; le perversioni diventano una forma d'arte in Giappone.

E la più impegnativa?
Sembra esserci una gerarchia dell'accettazione. Penso venga accettato di più essere appassionati di S&M o essere un transessuale piuttosto che essere gay in Giappone. Il latex è considerato cool, mentre culture come otaku o zentai, che sono sostanzialmente inoccue, vengono considerate inquietanti e disgustose senza ragione, se non per un giudizio superficiale.

Pensi che censurare i genitali nei porno giapponese influenzi l'industria?
C'è questa mentalità per cui se i genitali sono pixelati allora va bene, anche se il contenuto è davvero scioccante. Mi ricordo di essere andata in un'agenzia di modelli per porno e il manager ha detto: "...la censura è come l'ultimo baluardo del pudore, e per questo molte ragazze accettano di girare delle scene."

Pensi che l'industria della moda abbia influenzato la scena del sesso in Giappone o viceversa?
Il crossover tra la moda alternativa e il mondo fetish è enorme. Nei club fetish molte persone vanno perché sono di moda, e allo stesso modo molte persone arrivano al mondo fetish attraverso la moda. Adolescenti come le gothic lolita spesso indossano un abbigliamento fetish come corsetti e PVC.

Qual è la situazione più assurda in cui ti sei trovata durante le tue ricerche per Pink Kinky?
Forse quando mi sono trovata con persone che facevano esplodere palloncini in un bagno di un hotel prima di un servizio fotografico porno con dei palloncini...Quello che mi ha scioccato è stato quanto queste persone fossero affidabili. Mi hanno pure dato i loro biglietti da visita!

Crediti


Testo Rosie Ellis
Foto Nathalie Daoust. Courtesy Pink Kinky: Japan's Sex Underground

Tagged:
giappone
sesso
Read
su zume