Pubblicità

​vivienne westwood ci vuole più attenti

L'ultima campagna della designer e attivista è una chiamata alle armi per agire e salvare così il pianeta.

di i-D Staff
|
21 gennaio 2016, 2:13pm

Facendo seguito alla collezione primavera/estate 16 Politicians are CRIMINALS, Dame Viv è ancora una volta in prima fila per salvare il mondo. Dal preservare le foreste al mettere in evidenze le conseguenze della pesca industriale, per la sua ultima collezione, intitolata Be Specific, Dame Viv ha rivolto la sua attenzione al riscaldamento globale. In concomitanza con la sua filata per l'autunno/inverno 16, culminata in un toccante tributo a David Bowie, Vivienne ha anche pubblicato un video politicamente potente, che può essere sintetizzato come una chiamata alle armi.

Intanto la campagna per la primavera/estate 16 di Vivienne, intitolata Mirror the World, è finalmente arrivata. Scattate tra i canali, le gondole e i palazzi di Venezia, le sontuose immagini di Jeurgen Teller sottolineano la bellezza decadente e sostengono l'idea di doversi impegnare per salvare con urgenza la città - qualcosa a cui allude Vivienne nel suo Be Specific. "La Contessa Jane da Mosto ha preso parte alla campagna per salvare Venezia," ha affermato Vivienne, "La laguna è una delle più belle paludi al mondo: simbiosi perfetta tra piante e animali che determinano il sedimento ideale per la sua acqua e la stessa Venezia che è cresciuta con la laguna. Se Venezia non fosse esistita allora la palude sarebbe diventata un'isola o una baia - il mare avrebbe portato via i sedimenti. Il problema più grande oggi sembrano essere le navi da crociera, che lacerano la laguna. È un'economia totalmente sbagliata quella che le alimenta. La contessa afferma che Venezia 'rappresenta le Canarie in miniatura'. Se non possiamo salvare Venezia allora come possiamo salvare il mondo?"