È confermato: nel 2020 arriverà un nuovo film dello Studio Ghibli!

Si chiamerà "Aya To Majo", racconterà la storia di una bambina adottata da una strega e non vediamo l'ora che esca.

di i-D Staff
|
08 giugno 2020, 2:08pm

Still dal film "Il mio vicino Totoro"

Se abbiamo superato la quarantena senza andare fuori di testa, in parte lo dobbiamo anche allo Studio Ghibli. Grazie ai suoi film così rilassanti e piacevoli, la casa d'animazione giapponese ci ha aiutato a distendere i nervi durante la pandemia, facendoci dimenticare per un'ora o poco più la distopica realtà che andava peggiorando di giorno in giorno fuori dalle nostre case. Le magiche pellicole create da Hayao Miyazaki ci hanno tenuto compagnia durante questi tre mesi di isolamento, facendoci sentire meno soli, diventando a volte un surrogato di situazioni e viaggi che non potevamo vivere, stimolandoci e indicandoci una strada per evadere temporaneamente dalle nostre angosce. Il fatto che nel catalogo di Netflix siano stati inseriti (quasi) tutti i film dello Studio Ghibli proprio in questo periodo e che online fosse fruibile il documentario su 10 anni della sua storia è stato salvifico; oltre agli sfondi a tema per rendere le nostre infinite call su Zoom un po' meno noiose.

E mentre Miyazaki, il fondatore dello Studio, sta ancora lavorando al film annunciato ormai da tempo, How Do You Live?, il figlio Goro ha confermato l'uscita del prossimo film dello studio, di cui firma la regia affiancato dal padre come sceneggiatore: Aya to Mayo, letteralmente "Aya e la strega", e racconta la storia di Aya (nel libro Earwig), una ragazza orfana che viene adottata da una strana coppia, ovvero una strega e un demone. “Se Pippi Calzelunghe racconta la storia della bambina più forte del mondo, Aya racconta quella della ragazzina più intelligente del mondo,” ha dichiarato il produttore Toshio Suzuki, ora sollevato dopo le difficoltà dovute al Covid-19 che minacciavano di impedire la realizzazione e la distribuzione del film entro la fine del 2020. “Ho realizzato che il tema principale del film è l’ingegno di Aya e che se si è abbastanza furbi si può sopravvivere a qualsiasi periodo della storia. Pensandoci mi sono sentito sollevato,” ha aggiunto.

Tratto dal romanzo fantasy Earwig e la Strega dell’autrice britannica Diana Wynne Jones (autrice anche del libro da cui è tratto Il castello errante di Howl), sarà il primo film di animazione realizzato in 3D dallo studio cinematografico giapponese, segnando una svolta significativa per il futuro di questa realtà, da sempre strettamente legata a tecniche tradizionali.

In Giappone sarà trasmesso in prima visione su NHK quest’inverno ed è stato selezionato al Festival di Cannes, ma non abbiamo ancora informazioni sulla distribuzione internazionale.

Segui i-D su Instagram e Facebook

Leggi anche:

Tagged:
Hayao Miyazaki
Studio Ghibli
Toshio Suzuki
nuovo film