Il meglio dell'arte performativa lo trovi al "LIVE WORKS SUMMIT" di Centrale Fies

Dal 9 al 13 giugno a Dro (TN) si riuniranno i resident della prestigiosa piattaforma di arti performative, per celebrare la fine e l'inizio di un percorso.

di Carolina Davalli
|
07 giugno 2021, 1:48pm

Live Works, Immagine su gentile concessione di Centrale Fie

Se hai appena visitato gli headquarter di Centrale Fies in occasione del festival artistico di tre giorni THANK YOU FOR COMING—scoprendo forse per la prima volta la realtà densa e in costante mutamento del centro di ricerca per le pratiche performative contemporanee—, allora non ti stupirà sapere che l’hub artistico multidisciplinare di Dro ha già organizzato un secondo evento tanto immersivo quanto il precedente.

Questa volta di tratta di LIVE WORKS SUMMIT 2021, una programmazione di performance, film ed esposizioni artistiche che si estende per un totale di cinque giorni—dal 9 al 13 giugno—e che segna la fine e il conseguente inizio della nuova edizione di LIVE WORKS.

LIVE WORKS è infatti uno dei fiori all’occhiello di Centrale Fies, inserendosi nel panorama artistico italiano come una delle poche piattaforme che permette a performer e artisti internazionali di indagare i legami tra performance art e realtà attraverso un periodo di residenza e di ricerca guidata dai curatori Mackda Ghebremariam Tesfau’ e Justin Randolph Thompson, e da tre speaker—i direttori museali Krystel Khoury e Kathryn Weir e l’artista Onyeka Igwe. 

LIVE WORKS SUMMIT 2021, il meglio dell'arte performativa a Central Fies
Studiovisit, 2018, fotografia di Roberta Segata

Così nasce LIVE WORKS SUMMIT 2021, curato per questa edizione da Barbara Boninsegna e Simone Frangi, come occasione per celebrare la fine della residenza d’artista dei performer partecipanti all’edizione 2020-2021 e per accoglie allo stesso tempo i nuovi fellow dell’edizione 2021-2022, gli artist* Sergi Casero Nieto, Gabriele Rendina Cattani, Selin Davasse, Joannie Baumgärtner, Ivan Cheng, Ada M. Patterson & Clementine Edwards e Silvia Rosi.

L’evoluzione di uno spazio artistico e dei suoi abitanti come occasione per mettere in scena i risultati di ricerche, progetti e collaborazioni. Così, il pubblico potrà fruire delle opere e performance inedite dei resident della classe 2020 LIVE WORKS (Thais Di Marco, Harilay Rabenjamina, Giulia Crispiani & Golrokh Nafisi, Olia Sosnovskaya, Göksu Kunak, Buenos Tiempos, Int., Noor Abuarafeh) e partecipare attivamente ad un cambio generazionale dell’arte performativa.

LIVE WORKS SUMMIT 2021, il meglio dell'arte performativa a Central Fies
Madison Bycroft, the fouled compass, still courtesy dell'artista

In concomitanza a questa celebrazione, saranno presenti altri alumni della piattaforma come Astrit Ismaili, Dina Mimi, Mohamed Abdelkarim, Madison Bycroft, Ursula Mayer, Jacopo Miliani e Julie Béna, che contribuiranno attraverso incursioni filmiche, espositive, allestitive e live per ribadire il mantra su cui si fonda l’intero progetto di Centrale Fies: transdisciplinarietà. Un mantra che viene assecondato anche dalla presenza delle esposizioni degli artist* Josèfa Ntjam e Joar Nango, le quali occupano e sovvertono gli spazi della Sala Comando.

Ciò che ci si staglia di fronte è una programmazione fitta, intensa e fortemente improntata alla condivisione e alla sovrapposizione di pratiche, dalla performance all’arte visiva, dagli allestimenti alle mostre, dalle live session alle proiezioni di montaggi, una commistione di linguaggi corali che alla fine sembrano delinearne uno solo; il linguaggio dell’arte.

LIVE WORKS SUMMIT 2021 si terrà presso Centrale Fies dal 9 al 13 giugno 2021. Leggi qui la programmazione e le info per come partecipare.

LIVE WORKS SUMMIT 2021, il meglio dell'arte performativa a Central Fies
Gruppo Live Works, fotografia di Roberta Segata
LIVE WORKS SUMMIT 2021, il meglio dell'arte performativa a Central Fies
Josèfa Ntjam, Unknown Aquazone, impression sur plexiglas, acier, terre crue, Anticorps, Palais de Tokyo, @Aurelien Mole, 2020.jpg

Segui i-D su Instagram e Facebook

Crediti

Testo di Carolina Davalli
Immagini su gentile concessione di Centrale Fies

Leggi anche:

Tagged:
Festival
Performance
mostra
Arte performativa
Centrale Fies