© Alessandra Sanguinetti / Magnum Photos

“We Are Humans”: le mostre fotografiche da non perdere al Cortona On The Move

Grandi nomi della fotografia internazionale e molti talenti emergenti. Ecco i nostri consigli!

di Marco Frattaruolo
|
14 luglio 2021, 2:06pm

© Alessandra Sanguinetti / Magnum Photos

Un po' come succede per l’hype innescato dall'annuncio delle line-up di certi festival musicali, ogni anno arriva quel momento in cui chi ama la fotografia comincia a domandarsi quali saranno i nomi della nuova edizione del Cortona On The Move. Arrivato all'undicesima edizione, il festival toscano è ormai diventato uno degli eventi di punta del panorama italiano della fotografia contemporanea. Merito non solo della qualità della selezione, ma anche anche delle suggestive location itineranti che lo ospitano—su tutte la Fortezza del Girifalco, risalente al Cinquecento).

Il tema di questa edizione di Cortona On The Move (dal 15 luglio al 3 ottobre 2021) sarà “We Are Humans”. Come ha spiegato la direttrice artistica del festival Arianna Rinaldo, infatti, l'intenzione è quella di rendere ogni persona, da chi visita a chi crea fino allo staff, “il centro di questa edizione, l'essere umano torna al centro nella sua quotidianità, con le sue relazioni, gli affetti e la condivisione di esperienze, un omaggio all'ordinario e allo straordinario della nostra condizione umana.” Ma i protagonisti tra i protagonisti saranno i fotografi in mostra, tra cui troviamo nomi noti come Alec Soth, Deanna Dikeman, Jon Henry, Stephanie Gengotti (solo per citarne alcuni!), e tanti altre figure emergenti di cui sentiremo sicuramente parlare in futuro.

Nell'attesa abbiamo selezionato sei mostre che secondo noi non dovreste perdervi assolutamente! Per tutte le altre, vai a scoprirle direttamente sul sito del festival.

“I Know How Furiously Your Heart is Beating”, Alec Soth

donna anziana seduta su poltrana con attorno delle piante, foto di Alec Soth
fotografia di Alec Soth

Avete presente quando si dice che qualcuno “non ha bisogno di presentazioni”? Ecco, questo vale per Alec Soth. Il fotografo statunitense è la star più attesa di questa undicesima edizione del festival. Con le sue prime opere, tra le quali ricordiamo Sleeping by the Mississippi (Steidl, 2004), Broken Manual (Steidl, 2010) e Songbook (MACK, 2015), Soth è riuscito ad affermarsi come uno dei nomi più rilevanti della fotografia americana contemporanea, tanto da venire definito l'erede di Walker Evans. A Cortona, Soth presenterà per la prima volta in Italia il progetto I Know How Furiously Your Heart is Beating, scattato dopo un periodo di pausa dalla macchina fotografica. In queste diapositive non c'è quasi traccia dei desolanti paesaggi americani che avevano caratterizzato la produzione precedente di Soth, che in questo lavoro lascia spazio a una composizione più rilassata (frutto di un'epifania trascendentale che Soth ha raccontato di aver raggiunto durante un soggiorno a Helsinki), immortalando persone nell'intimità dei loro spazi domestici irradiati di luce naturale.

“An Everlasting Summer - The Adventures of Guille and Belinda”, Alessandra Sanguinetti

fotografia di Alessandra Sanguinetti
Alessandra Sanguinetti

Guille e Belinda sono due cuginette cresciute nella provincia di Buenos Aires. Sul finire degli anni Novanta Alessandra Sanguinetti ha iniziato a fotografare, per cinque anni, i loro momenti di quotidianità. Il risultato è An Everlasting Summer – The Adventures of Guille and Belinda—di cui vi avevamo già parlato in questa intervista. Le foto che compongono il lavoro dell'artista danno forma a un emozionante omaggio all'infanzia e all'adolescenza, immerso nell'incontaminato, per quanto povero, contesto rurale argentino.

“Leaving and Waving”, Deanna Dikeman

due persone anziane che si abbracciano nel vialetto di casa
Fotografia di Deanna Dikeman

Nel 1991 Deanna Dikeman, di passaggio dalla casa dei propri genitori, si fermò per un breve saluto e portò via con sé la foto di quel momento. Ma all’epoca non poteva immaginare che quel semplice rituale l'avrebbe accompagnata per 27 lunghi anni—come racconta in un'intervista pubblicata dai nostri colleghi di i-D France. Leaving and Waving, un'opera minimalista ma allo stesso tempo carica di emozioni (trattenute) e rituali comuni, venne pubblicato per la prima volta nel 2010, ma proprio a inizio 2021 è stato ristampato dalla casa editrice francese Chose Commune. Vedete la mostra per scoprire quale sarà l'immagine destinata a mettere la parola fine al lungo viaggio di Deanna.

“Stranger Fruit”, Jon Henry

due persone di colore che reinterpretano la pietà di michelangelo foto di Jon Henry
Fotografia di Jon Henry

Tra le opere più coinvolgenti di questo Cortona On The Move c'è Stranger Fruit dell'artista visivo di base a Brooklyn Jon Henry. In questa serie, che prende il nome da una famosa canzone di Billie Holiday, Henry condanna le brutalità della polizia commesse nei confronti della comunità afro-americana negli ultimi anni. Le composizioni vedono delle madri stringere in braccio i loro figli, in una posizione che ricorda da vicino una pietà. Le donne fotografate, come ha raccontato l'artista americano sulle pagine di Hyperallergic, “non hanno perso i loro figli, ma sanno bene che questo potrebbe accadere alla loro famiglia”. Ed è proprio questo senso di vulnerabilità, di vuoto e di costante paura e tensione che emerge con forza dagli scatti di Henry.

“Padanistan”, Tomaso Clavarino

due ragazze in spiaggia vicine l'una all'altra Tomaso Clavarino
fotografia di Tomaso Clavarino

Selezionato dalla open call 2020 New Visions—realizzata in collaborazione con LensCulture—, Padanistan (2017 – in corso) di Tomaso Clavarino ha come oggetto quel termine “Padania” che a partire dagli anni Novanta ha assunto una serie di significati spesso contrastanti e ultra-stereotipati. Le foto del fotografo torinese ci catapultano direttamente in quel non luogo, dove si percepisce una certa tensione (influenzata dalla narrazione mediatica e politica che ne è stata fatta negli ultimi trent'anni) dettata da una continua e “indefinita” ricerca di identità sospesa tra il passato industriale e un futuro alquanto “nebbioso”.

Giovane Fotografia Italiana #08 (Reconstruction)

lavoratori con pannelli solari in un paesaggio africano Foto di Marco Garofalo
Foto di Marco Garofalo

Visitare le suggestive sale del Cortona On The Move significa anche scoprire nuovi promettenti fotografi e artisti italiani. Grazie alla sezione Giovane Fotografia Italiana #08 si potranno infatti ammirare, tra le altre, le opere di Domenico Camarda, che con il suo Liquido ci obbligherà a porci due domande sul concetto di identità. E poi gli scatti di Martina Zanin, che attraverso la storia I Made Them Run Away farà luce sulle dinamiche delle relazioni moderne. Infine, il lavoro digitale dell'artista bolognese Irene Fenara—di cui vi avevamo già parlato in questa intervista—, che attraverso un algoritmo crea nuove immagini volte a farci riflettere sulla percezione alterata tra noi e la realtà.

Cortona On The Move si terrà dal 15 luglio al 3 ottobre 2021 presso Cortona (Arezzo), qui trovi tutte le informazioni e qui il programma completo.

donna con bambino su un letto mentre guarda cellulare Hannah Reyes Morales
Hannah Reyes Morales
due persone nre dentro una barca in un lago Jonathan Torgovnik
foto di Jonathan Torgovnik
polaroid davanti a piscina con scritto color transparency foto di Catherine Panebianco
Foto di Catherine Panebianco
ragazza con lama nella stanza foto Aleksi Poutanen
foto di Aleksi Poutanen
Nosferatus alla finestra disegno Andrea Mastrovito
Foto di Andrea Mastrovito
paesaggio freddo con rocce foto di Aurore Dal Mas
foto di Aurore Dal Mas
ragazzo con binocolo davanti a città su una montagna Federico Estol
foto di Federico Estolo
ragazzo nel bosco con corvo sulle spalle foto di Francesca Todde
foto di Francesca Todde
donna a piedi nudi in una cucina davanti alla finestra Jo Ann Chaus
foto di Jo Ann Chaus
una donna con un'oca e un uomo seduto sulle scale davanti a una roulotte da circo foto di Stephanie Gengotti
foto di Stephanie Gengotti
ragazza asiatica primo piano camicia a righe foto di Tim Franco
foto di Tim Franco
foto vecchia con persone attorno a un motociclista in vespa Archivio Publifoto Intesa Sanpaolo
Archivio Publifoto Intesa Sanpaolo

Segui i-D su Instagram e Facebook

Crediti

Testo di Marco Frattaruolo
Fotografie su gentile concessione di Cortona on the move

Leggi anche:

Tagged:
Festival
Fotografia
estate
2021
cortona on the move