Come Valentino sostiene i talenti della letteratura di domani

La maison ha unito le forze con la scrittrice Tomi Adeyemi per #WritersRoadmapxValentino, dando a 50 giovani scrittori la possibilità di affinare il loro talento di scrittura.

di i-D Staff
|
09 febbraio 2021, 2:43pm

Sulla sinistra, immagine su gentile concessione di Annette Rodriguez (@nettiefromthebronx). Sulla destra, immagine su gentile concessione di Raeghn Draper (@_raeghn).

In collaborazione con Valentino.

La maggior parte dei brand di moda afferma di investire nei leader culturali di domani, ma pochi mettono lo stesso entusiasmo di Valentino nel farlo. L’ultimo esempio in ordine cronologico del durevole impegno del brand nel sostenere i talenti emergenti è #WritersRoadmapxValentino. Un programma d’istruzione creato con l’intenzione di scoprire e nutrire una nuova generazione di talenti letterari—un ulteriore dimostrazione dell’impegno di Valentino nel sostenere i settori dell’arte e della cultura.

L’obiettivo dell’iniziativa è scovare le voci che racconteranno il nostro futuro attraverso le loro parole, supportando la loro ricerca creativa attraverso il contributo del brand e l’inserimento di una figura che faccia da mentore ai giovani talenti della letteratura. E chi meglio della scrittrice Tomi Adeyemi? Sarà lei infatti a offrire la sua guida. “Sono così emozionata all’idea di unire le forze con Valentino per questa avventura,” ha dichiarato l’autrice nigeriano-americana. “Questi scrittori sono il futuro della letteratura.”

The Writers’ Roadmap è un programma di tutoraggio digitale che Tomi ha fondato lo scorso anno con l’obiettivo di aiutare i giovani scrittori nel navigare con successo le agitate acque della letteratura, sostenendoli quando incontrano degli ostacoli nel realizzare le loro idee.

Quando, lo scorso dicembre, sono state aperte le iscrizioni per i nuovi corsi del programma, c’era una grande novità ad attendere gli interessati: Valentino avrebbe fornito delle borse di studio al prestigioso servizio di mentorship. Seguendo un rigoroso processo di selezione, che ha visto i potenziali richiedenti proporsi su Instagram e spiegare perché avrebbero dovuto essere selezionati, 50 studenti da Nigeria, Nuova Zelanda, Colombia e Hong Kong sono stati invitati a entrare a far parte del programma.

Meabh de Brun.png
Immagine su gentile concessione di Meabh de Brun (@meabhdebrun)

Siccome le lezioni sono iniziate il 14 dicembre 2020, i 50 partecipanti al progetto voluto da Valentino sono stati piuttosto occupati nell’ultimo periodo nell’affinamento delle loro capacità di scrittura, presentando nel frattempo al resto del gruppo uno scorcio dei loro spazi creativi in giro per il mondo. Annette Rodriguez si collega solitamente agli appuntamenti con Tomi dalla sua “tana creativa” nello stato di New York, e dalla sua finestra si vede il Long Island Sound, dove “l’infrangersi delle onde è la mia colonna sonora continua che fa da sottofondo alle mie giornate.”

Un’altra partecipante, Giselle Vriesen Allen, preferisce invece “essere in un posto piuttosto tranquillo e silenzioso” quando scrive. “Seleziono immagini che mi ispirano qua e là, ascoltando le conversazioni che avvengono intorno a me per lo stesso motivo,” spiega. “Per me, è più facile accedere a questo tipo di ricordi quando sono da sola in una stanza, concentrata sulla mia creatività.”

I diversi ambienti in cui gli scrittori hanno deciso di lavorare esprime, come ci si aspetterebbe, la varietà di sfumature e prospettive che è possibile individuare nelle loro opere—i cui estratti possono oggi essere scoperti sul profilo Instagram di Valentino. Una cosa che tutti hanno in comune, a parte ovviamente il talento, è un profondo senso di riconoscimento per la generosità di Tomi e Valentino. “Il progetto The Writers’ Roadmap è una risorsa d’inestimabile valore per me, perché mi permette di affinare le mie capacità di scrittura,” dice Arzu Gurz Abay. “Significa essere parte di una comunità di persone che non si stanno solo dando da fare per uno stesso obiettivo, ma stanno anche collaborando per raggiungerlo,” continua Meabh de Brun. “È difficile per me esprimere quanto sia importante aver intrapreso questo percorso. Ne sono molto grata e me la sto godendo!”

Tagged:
Valentino
Moda