A$AP Ferg: "Fanculo a tutti i riconoscimenti, voglio creare qualcosa di nuovo"

Il rapper di Harlem parla di come vuole fare "musica senza paura" e trasmettere nuove emozioni alla sua community tramite la sua nuova label Sewer Sounds.

di Dean Van Nguyen
|
16 dicembre 2021, 1:43pm

Questo articolo è apparso originariamente sul numero di i-D “Out Of The Blue Issue”, n. 366, Inverno 2021. Ordina la tua copia qui.

A$AP Ferg si considera un Bad Boy Baby. Chi è stato testimone della scena rap di New York degli anni ‘90, sa esattamente cos’è il Bad Boy Baby, ovvero quel ragazzino col cappellino storto che spunta dal logo dell’etichetta di Sean “Puffy” Combs. Nel caso di Ferg, questo claim non è metaforico. Il logo è stato disegnato da suo padre, Darold Ferguson Sr., e quasi tre decadi dopo ecco che Ferg si sta preparando per lanciare la sua azienda, seguendo l’esempio di Sean Combs.

“Mi ha acceso qualcosa dentro—mi ha fatto venire voglia di aprire la mia impresa e diventare un imprenditore,” afferma Ferg, parlando del fatto che si considera il ragazzino più riconoscibile di tutta la scena hip-hop. “È solamente giusto che io prenda esempio da quello che mio padre e Puff hanno fatto, e imparare dalla guida di Puff, condivisa da tutta la sua famiglia.”

L’etichetta di Ferg si chiama Sewer Sounds. Basta dare un’occhiata al sito per vedere la filosofia del brand riassunta come “un suono sperimentale che rappresenta il mondo underground’. Sewer Sounds rappresenta Antha Pantha, Leek, Tweek, e Hunter, tutti praticamente sconosciuti (per ora, almeno); una tela bianca su cui Ferg ricerca e sperimenta con azioni sonore. Il suo obiettivo è ambizioso. Vuole cambiare i suoni popolari come ha fatto Kanye West quando ha fatto 808s & Heartbreak.“È la musica e il collettivo dei miei sogni, qualcosa su cui ho sempre voluto lavorare. ‘Musica coraggiosa’ è come la chiamo,” ci racconta Ferg su Zoom–e c’è anche Antha Pantha con noi. “Quando fai delle hit, da artista, vieni frenato da quello che piace alla gente e smetti di mettere alla prova i tuoi fan. Volevo tornare in quello spazio creativo in cui me ne fregavo della fama o dei premi e dove potessi divertirmi per me stesso ancora, mettendo alla prova chi ascolta offrendogli qualcosa di nuovo da ascoltare.”

ASAP Ferg davanti all'obiettivo mostra la sua dentatura diamantata

Ferg, certamente, fa già parte di un collettivo. A$AP Mob, il gruppo rap di Harlem che ha preso il testimone dai Diplomats e che sognava di vivere nei quartieri paradisiaci della Upper Manhattan. Ed è passata ormai un decennio da quando A$AP Rocky ha proiettato la crew verso la fama mondiale, con un numero crescente di rapper con A$AP nel loro nome. Quando la Mob ha lanciato il proprio mix di debutto, Lords Never Worry nel 2012, è stato Ferg a spiccare, e ora prende ispirazione da quel lancio lavorando a una compilation che farà debuttare tutti x artistx di Sewer Sounds.

“Quelle canzoni sono diventate folli,” dice Ferg di Work, Persian Wine e Lords Never Worry di cui ha fatto una feature. “La vediamo allo stesso modo. Vedremo quale artista di Sewer Sounds spiccherà nella compilation, e chi verrà approcciato per collaborazioni e progetti. Chiunque lo voglia, si farà valere.” Per Ferg, Sewer Sounds non è solamente un’etichetta. È uno stile di vita, un modo di essere. Dal modo in cui lo descrive, Ferg sembra più un coach sportivo che un fondatore di una label. “La pratica è tutto. Se vuoi fare parte di Sewer Sounds, devi prepararti ad allenarti ogni giorno. Devi meditare. Mangiamo sano e ci alleniamo come atleti. Questa è un’espressione artistica, sext. Ecco cos’è Sewer Sounds.”

L’approccio ibrido di Ferg ha preso forma nelle sue release più recenti, Floor Seats e Floor Seats II. La title track prende come sample Smack My Bitch Up dei Prodigy, un pezzo che non avresti mai potuto immaginare come base per un singolo rap–eppure Ferg c’è riuscito. Ride ricorda l’R&B anni ‘90, mentre Hectic, con Diddy, ha un beat più techno. Il progetto di Floor Seats ha preso forma dopo che Ferg si è confrontato con Timbaland – che ha prodotto Hummer Limo – per qualche consiglio.

“Gli ho detto che volevo che il mio suono trascendesse e diventasse più fluido,” racconta Ferg. “Non so nemmeno se è la parola giusta, fluido, ma volevo che riuscisse ad andare ovunque la mia creatività lo portasse. Non volevo costrizioni.” E ci è riuscito con Floor Seats.

quattro uomini e una donna posano davanti alla telecamera vestiti di nero
(da sinister a destra) Malik indossa giacca e pantaloni BOTTEGA VENETA. T-shirt WARDROBE.NYC. Occhiali del modello. Hunter indossa canottiera CALVIN KLEIN. Pantaloni DIOR. Piercing del modello. Antha indossa giacca BALENCIAGA. Occhiali della modella. Orecchini Elsa Peretti® Open Heart in oro 18 caratiTIFFANY & CO. A$AP FERG indossa look completo LOUIS VUITTON. Collana di alta gioielleria in platino con opale nera di più di 26 carati e diamanti dalla 2021 Blue Book Collection e orecchini in platino con diamanti TIFFANY & CO. Tweek indossa giacca AMI. T-shirt e pantaloni BOTTEGA VENETA. Occhiali del modello.

Floor Seats 2 è uscito a metà della pandemia–in Hectic ci sono molti rimandi a quel progetto. E mentre il mondo era fermo in un limbo, così era anche Antha Pantha, che Ferg intendeva fare debuttare. “Ho iniziato a lavorare al disco di Antha e l'avevamo finito," spiega Ferg. “Ma poi è successo il Covid ed ero tipo, no, non voglio fare debuttare un’artista durante il Covid. Sembrava un’opportunità persa. Lei deve stare là fuori, voglio che l’energia da fuori si allinei a quella della musica. È difficile uscire con della musica e non avere una platea di fronte a cui performare..”

Nella call Zoom, Antha descrive il suo background nella musica semplicemente come cantante di chiesa: “Ma ho sempre avuto la personalità di una rapper e Ferg mi ha spinto a tirarla fuori. Ho iniziato cantando R&B ma Ferg mi ha spinto a rappare. C’è una canzone dell'album che è stato il primo pezzo che abbiamo fatto insieme, si chiama Knees and Elbows. Mi sono sorpresa di me stessa. Sono uscita di testa e da allora non ho mai smesso di rappare. Non credo di sapere nemmeno più cantare.”

“Ma figurati!” interviene Ferg. “Scherzo, scherzo,” ride Antha.“Sei una cantante incredibile.” “Mi sono scioccata di me stessa,” continua. “Ogni volta che facciamo un pezzo mi sento di migliorare.”

Antha Pantha ci presenta il suo gatto, che passeggia sullo sfondo della chiamata. “Questo è Batman.” Ha una fissa per i felini, come il suo nome, il suo look che oggi è leopardato e, ovviamente, è una fan dei gatti dell’Universo DC. L'eroina di Antha è Eartha Kitt, custode una volta soltanto del titolo di Catwoman. “Credo che sia semplicemente l’essenza di una donna sexy che non deve fare troppo. È solo tipo”–imita Kitt in Boomerang–”‘Marcus, tesoro.”

“I want to be more fluid sonically. I want to be able to go wherever I want to go creatively. I don’t want there to be any restraints.”

Con il lavoro fermo nel 2020, Ferg si è concentrato più sulla beneficenza che sulla musica. A Harlem, ha unito le forze con il progetto Melba per procurare cibo e sostentamento ai lavoratori e alle lavoratrici dell’Harlem Hospital Center, luogo dov’è nato. Più recentemente, Ferg ha aiutato a raccogliere fondi per il Bodega and Small Business Group, un’organizzazione che aiuta e supporta i piccoli negozi indipendenti di New York. Per Ferg, era un’azione per mostrare ciò che le bodegas fanno per la gente locale.

“Ci sono molte persone senza soldi che non possono permettersi di portare il cibo in tavola, e che devono aspettare la settimana dopo per il proprio stipendio. E le bodegas possono permetterti di mangiare. Mi hanno sostenuto per anni, e volevo ripagarle in qualche modo.” Ma niente esprime la connessione che Ferg ha per il suo luogo di nascita quanto la cerimonia tenuta in ottobre per la riapertura del Greg Marius Court dell’Holcombe Rucker Park. Ferg e l’artista Set Free Richardson hanno ridisegnato uno dei campi più storici di Harlem, aggiungendo un nuovo tabellone segnapunti, gradinate e canestri. Questo luogo era particolarmente noto per il torneo Entertainer’s Basketball Classic dei primi anni Duemila, che vedeva star dell’NBA giocare in squadra con rapper come Jay-Z e Fat Joe. Ferg ricorda che i tornei offrivano l’opportunità ai ragazzini locali di vedere i propri giocatori preferiti senza dover pagare. “Venivano tutte le celebrità ed era assurdo, c’era una energia incredibile,” racconta.

Dopo questa parabole, il sodalizio tra A$AP Ferg e Harlem si è cristallizzato. “Per me, sistemare un campo e avere il mi nome su sull’insegna di quel parco,” conclude, “non posso esprimere la gratitudine che provo.”

ASAP Ferg sulla copertina di i-D

Crediti


Un ringraziamento a Tiffany & Co.

Testo: Dean Van Nguyen
Fotografia: Mario Sorrenti
Styling: Alastair McKimm
Capelli: Bob Recine
Make-up: Frank B per The Wall Group
Nail artist: Honey per Exposure NY con prodotti CHANEL
Assistente fotografie: Kotaro Kawashima e Javier Villegas
Tecnico digitale: Chad Meyer 
Assistente Stylist: Madison Matusich, Milton Dixon III, Jermaine Daley e Casey Conrad
Sarto: Martin Keehn
Assistente capelli: Kazuhide Katahira
Assistente make-up: Elle Haein Kim
Produzione: Katie Fash e Layla Néméjanki
Produzione sul set: Steve Sutton
Assistente produzione: William Cipos
Direttore casting: Samuel Ellis per DMCASTING
Tutti i gioielli (indossati per tutto l’editoriale) TIFFANY & CO

Tagged:
Rap
New York
Música
Asap Ferg