Fotografia di Paoli De Luca

17 gallerie, spazi e serate a Napoli che dovresti conoscere

Dal clubbing ai brand emergenti, passando per gallerie d'arte e collettivi, ecco la guida agli epicentri culturali della città partenopea.

di Geremia Trinchese e Arianna Caserta
|
05 maggio 2022, 4:00am

Fotografia di Paoli De Luca

Città intrisa di una fortissima identità culturale, Napoli e le sue rappresentazioni più iconiche e stereotipate pervadono ormai il nostro immaginario. Ma tra l’essenza di una città e le sue rappresentazioni c’è spesso un divario incolmabile.

Quando si tratta di Napoli, una delle città più complesse e stratificate d’Italia, questo è ancora più vero: è facilissimo perdersi tra le molteplici influenze che si sono depositate sulla sua superficie culturale, elementi che ancora oggi la rendono un punto di riferimento tanto per la tutela della tradizione quanto per i movimenti rivoluzionari attualmente in corso.

Per provare a capire realmente com’è fatta la Napoli di oggi, abbiamo esplorato la città partenopea per scoprire quali sono i nuovi progetti, collettivi, community e piattaforme che la animano dall’interno.

Progetti, collettivi, spazi e piattaforme a Napoli

Club Venus

Clubbing, serate ed eventi a Napoli
Fotografia di Paoli De Luca

Un party queer-made inclusivo, una realtà creativa e safe space dove vivere l’atmosfera delle Ball mixata a quella del clubbing. Punto di riferimento della comunità LGBTIQ+, Club Venus è un gioiello della nightlife partenopea, uno spazio inclusivo in cui promuovere la diversità delle espressioni artistiche e dei movimenti estetici, all’insegna della libertà e dell’accettazione. 

Magazzini fotografici

Magazzini Fotografici nasce con l’intento di creare uno spazio non profit dedicato allo studio della cultura visuale e alla divulgazione della fotografia finalizzata allo scambio e all’incontro. Un luogo dove organizzare eventi, consultare libri fotografici nel bookshop—con particolare attenzione al self-publishing—o assistere a proiezioni. Lo spazio si propone inoltre come una piattaforma di promozione per giovani talenti e si occupa di promuovere le creazioni di artistз emergenti e offrire loro uno spazio espositivo, oltre che un luogo di condivisione e dialogo.

Segui Magazzini Fotografici su Instagram qui.

Futuribile Studio

Musica, eventi e serate a Napoli
Immagine per gentile concessione di Futuribile Studio

Collettivo artistico, estetico e soprattutto manifesto della transculturalità della disco music. Fondato da Cristiano Cesarano e Dario Di pace, aka Mystic Jungle, Futuribile Studio è un hub di ricerca, luogo di incontro, scambio di visioni e culture differenti e musica—con particolare attenzione alle origini partenopee tra tradizione e visione moderna del ritmo.

Segui Futuribile Studio su Instagram qui.

Smargiass

Progetti, realtà ed eventi a Napoli
Artwork di Ludovica De Santis

Collettivo creativo nato a Napoli a luglio 2021, Smargiass si è posto la missione di creare uno spazio per chi non ne ha uno, facendosi contenitore per chi cerca una piattaforma dove esprimersi. A rendere possibile il progetto è un’idea precisa: la totale autoproduzione e autovalidazione, lontana dalle tipiche dinamiche editoriali. Infatti, SMARGIASS significa proprio questo: osare, sperimentare e fare quello che non si può e che non si sa ancora fare. Dopo aver pubblicato la prima ZINE dal tema FUTURO in collaborazione con AverageItalianKid, ora sta lavorando al secondo numero dal tema GIOCARE—a cui puoi mandare la tua submission entro il 9 maggio.

Segui Smargiass su Instagram qui.

327 Studio

Studi creativi, brand e collettivi a Napoli
Immagine per gentile concessione di 327 Studio

Collettivo artistico basato nel quartiere Forcella, 327 Studio nasce da un processo creativo “generato dalla casualità“, ovvero da un numero civico e da un terrazzo del centro storico, dove uno spettro eterogeneo di artistз e creativз si trova a collidere. Guidato da valori quali l’inclusione, la collaborazione e la spontaneità.

Segui 327 Studio su Instagram qui.

Vienmnsuonno1926

Brand, sottoculture e collettivi a Napoli
Fotografia di Ben Drame, Styling di Alexandra Ciubutaru

“Vieneme 'nzuonno, sì, vieneme 'nzuonno” è il brand di Massimo Parisi, founder designer, Annalia De Falco, co-founder designer, e Raffaele Russo, PR manager, che racconta la loro esperienza di vita “da provincia”. Studiando e analizzando la città con gli occhi di chi ne è allo stesso tempo cittadino e turista, il brand parte dal dissidio centro-periferia per indagarne altri: storicità e modernità, tradizione ed innovazione, sacralità e profanità. Direttamente legato a Vnms1926 è il SiximLab, laboratorio artistico e serigrafico costruito in un ex monopolio di sali e tabacchi e, oggi, fondamentale polo d’aggregazione per le realtà creative fuori dal centro città—come anche Anartica Film, collaboratore di Vnms1926. 

Segui Vienmnsuonno1926 su Instagram qui.

LCND - Le cose che non dici

Eventi, progetti e collettivi a Napoli
Immagine per gentile concessione di LCND

LCND (le cose che non dici) party: Party Queer che riprende l’estetica del red light district di Amsterdam e della club culture berlinese, LCND è un’arteria, molto più dark, del party queer napoletano Anatema. Location segreta, fotocamere vietate durante la serata, dress-code severo e tatuaggi in pista, LCND (Le Cose Che Non Dici) sperimenta il connubio musicale tra techno e sexy pop, celebrando la libertà sessuale e quella di espressione individuale.

Segui LCND - Le cose che non dici su Instagram qui.

Napolisegreta

Progetto dei dj e collezionisti Lorenzo Sannino e Gianpaolo Della Noce, nasce con la missione di riscoprire le gemme nascoste della musica napoletana. Ad oggi, il progetto conta tra i suoi lavori dj set a tema, due compilation pubblicate insieme al duo elettronico Nu Genea e un’incessante ricerca su tutti i suoni che hanno caratterizzato Napoli: afro, funk, fusion, progressive e disco.

Segui Napolisegreta su Instagram qui.

Vesuvius Soul Records

Collettivi, serate e clubbing a Napoli
Immagine per gentile concessione di Vesuvius

Vesuvius Soul Records nasce come spazio di aggregazione, di svago e ricerca musicale, volto a promuovere la collaborazione sinergica tra vecchia e nuova generazione di artistз della scena underground elettronica napoletana. Situato nel centro storico della città, il negozio di dischi e Street Bar è un punto di riferimento per lз amanti della musica elettronica, con una label che fa da ponte tra le strade del centro storico e centinaia di realtà europee dedicate alla promozione delle nuove wave sonore.

Segui Vesuvius Soul Records su Instagram qui.

Tarsia

Gallerie, spazi e progetti artistici a Napoli
Immagine per gentile concessione di Tarsia

Spazio espositivo situato nel centro di Napoli—all'inizio di uno dei mercati più antichi della città, la Pignasecca—e fondato dall'artista Antonio Della Corte. Secondo un'ottica di coesistenza con la primitiva funzione dello spazio, qui artistз e curatricз si trovano a interagire con le persone che gestiscono il negozio di fiori, ma anche con l'ambiente socio-culturale del quartiere e lo spazio stesso, in continua evoluzione.

Segui Tarsia su Instagram qui.

United Tribes Napoli

United Tribes Napoli clubbing, serate, eventi
Immagine per gentile concessione di Giovanni Calemma, Lucio Luongo e Marco Basile

Nonostante la loro esperienza sia durata solo un paio di anni, United Tribes può essere considerato un vero e proprio culto, una delle prime organizzazioni progressive-techno napoletane, con base in un appartamento di piazza Dante. Anche se il collettivo ormai si è sciolto, le loro passioni—la musica, le feste, la vita—continuano a esistere grazie al loro libro d’archivio, mentre i membti continuato a lavorare a progetti elettronici e artistici, in tutta Europa, tra Barcellona, Berlino, Londra, Milano e Napoli, impegnandosi in tutto ciò che ritengono essere interessante sub-culturalmente.  

Segui United Tribes Napoli su Instagram qui.

Mewcolors

Brand, eventi e realtà culturali a Napoli
Immagine per gentile concessione di Mewcolors

Brand napoletano che nasce dall'amore per l'handmade, l'homemade e l'artigianato. Presenta collezioni di capi interamente realizzati a mano in casa, con l’utilizo di materiali recuoerati da mercati e mercerie; principalmente si tratta di lavori a maglia, tie dye, sartoria e wire jewelry.

Segui mew.colors su Instagram qui.

Libreria Tamu

Eventi, spazi e progetti a Napoli
Immagine per gentile concessione di Tamu

Per rafforzare la consapevolezza storica e i legami con la contemporaneità, Tamu Edizioni nasce come una casa editrice indipendente con focus su società postcoloniali, pensiero femminista ed ecologista. Progetto editoriale nato dalla libreria omonima, che dal 2018 è uno spazio d’incontro su mediterraneo e medio oriente situata nel centro storico di Napoli, Tamu Edizioni vede tra i suoi tanti progetti Arabpop, una rivista di arti e letterature arabe contemporanee, e la creazione del Lib(b)ra, festival fondato insieme ad altre librerie indipendenti del suolo napoletano.

Segui Libreria Tamu e Tamu Edizioni qui e qui.

Ex-Asilo Filangieri

Collettivi, progetti e serate a Napoli
Immagine per gentile concessione di Ex-Asilo Filangieri

Dal marzo 2012, l’Ex Asilo Filangieri è uno spazio pubblico abitato da una moltitudine di artistз, ricercatorз e lavoratorз del settore culturale che si occupano di animare e dare identità a un grande edificio nel pieno centro storico, organizzando eventi, concerti, mostre e rassegne. La comunità aperta e self-governed ha come scopo quello di favorire l’incontro e lo scambio, e di garantire l’utilizzo libero e collettivo di spazi come biblioteca, teatro e sala cinema a chiunque voglia contribuire alla ricerca artistica e culturale dello spazio.

Segui Ex-Asilo Filangieri su Instagram qui.

Zero Stigmata

serate, eventi e galleria a Napoli
Immagine per gentile concessione di Zero Stigmata

Nato nel 2003 da un’idea di Simona, stilista napoletana alla ricerca di un luogo inclusivo dove poter celebrare i movimenti estetici underground e vendere le proprie creazioni, Zero Stigmata è un atelier di accessori e abbigliamento goth che da tempo accoglie diverse generazioni di adolescenti napoletanз appartenenti alle sottoculture. Creato per essere un laboratorio artistico, Zero Stigmata è più di un semplice negozio: è un luogo di comprensione, accettazione e ritrovo, dove esprimersi e liberarsi dalla pressione dei giudizi altrui. Da 12 anni, il laboratorio è inoltre legato a una onlus che organizza mostre e performance artistiche per raccogliere fondi e sensibilizzare l’opinione pubblica sulle malattie infantili. 

Segui Zero Stigmata su Instagram qui.

Sala Assoli

progetti collettivi e spazi culturali a Napoli
Fotografia di Simone Picardi (@sigarra1917)

Parte integrante del centro di produzione teatrale “Casa del Contemporaneo”, Sala Assoli è uno spazio dedicato all’interazione e all’intimità tra attore e pubblico in una forma capace di coniugare pratiche antiche e contemporanee, memoria e futuro. Progettata con un’attenzione ai linguaggi artistici della contemporaneità, la Sala è un avamposto dell’innovazione artistica, la cui programmazione tende a intercettare le ultime tendenze e connettere tra loro le diverse discipline, coinvolgendo artistз già affermati ma anche talenti ancora sconosciuti.

Segui Sala Assoli su Instagram qui.

Punk Tank

progetti collettivi e spazi culturali a Napoli
Immagine per gentile concessione di Punk Tank

Nato con l’intento di promuovere artistз emergenti ed eventi culturali, Punk Tank Cafè è un caffè letterario, cocktail bar, music store e spazio espositivo che sorge nel cuore del centro storico di Napoli. Inaugurato nel 2019 con una mostra dedicata al Punk e all’album London Calling dei Clash, l’intento del Café e dell’associazione omonima è aprire le porte a ogni forma di espressione artistica, celebrando il Punk e le altre sottoculture come simboli e strumenti per un la creazione di un ambiente inclusivo.

Segui Punk Tank su Instagram qui.

Segui i-D su Instagram e Facebook

Crediti

Testo: Arianna Caserta e Geremia Trinchese
Immagini per gentile concessione delle piattaforme, spazi e collettivi

Leggi anche:

Tagged:
Napoli
Gallerie
arte
Clubbing
collettivi