Pubblicità

cosa vale la pena guardarsi su netflix a settembre

Innanzitutto, la quinta stagione di Bojack Horseman. E poi il nuovo documentario sul caso di Stefano Cucchi, una miniserie con Emma Stone e un sacco di altre cose.

|
ago 29 2018, 11:25am

Screenshot via YouTube.

Fate ciao ciao con la manina all'estate: settembre è alle porte, e con lui l'inizio delle serate all'insegna di divano + copertina leggera + serie tv del momento. Ma se scegliere cosa guardarvi richiede più tempo di una puntata di Sherlock, qui trovate le cose che usciranno nei prossimi 30 giorni su Netflix e che, a nostro modestissimo parere, vale proprio la pena guardarsi.

Pubblicità

Dopo una quarta stagione da pelle d'oca, noi puntiamo tutto sui nuovi episodi di Bojack Horseman, ma anche gli altri titoli selezionati non sono per niente male. Del resto, la lista aggiornata delle uscite Netflix a settembre è davvero lunga. Se volete leggervele tutte tutte tutte, le trovate a questo link.

Sierra Burgess È Una Sfigata (7 settembre)
Vi ricordate Barb di Stranger Things? La piccola nerd amica di Nancy che dopo un paio di puntate fa una brutta fine? Quel personaggio un po’ inutile e lagnoso che ha, inspiegabilmente, scatenato un ritorno di occhiali da vista poco puliti e maglioncini orripilanti? Ecco, che la si ami o la si odi, è Shannon Purser la protagonista di Sierra Burgess È Una Sfigata, il nuovo film prodotto da Netflix stesso che rivisita in chiave moderna la commedia ottocentesca Cyrano de Bergerac. Ed è come se il personaggio di Barb resuscitasse e si prendesse una bella rivincita, nel nome di tutte le studentesse con lentiggini e occhiali che vengono bullizzate al liceo. A darle un piccolo aiuto sarà proprio la ragazza più popolare della scuola, Veronica, che per scrollarsi di dosso un ragazzo gli dà il numero sbagliato e, coincidenza, è proprio quello di Sierra. Come usciranno da questo catfish involontario e improbabile? Restiamo in attesa.

City of Joy (7 settembre)
Ultimamente si parla spesso di resilienza, ovvero la capacità di reagire in modo positivo ai traumi e alle difficoltà. Per le donne congolesi vittime di tremendi stupri e violenze nel corso di una guerra durata vent’anni, la resilienza è l’unico modo che hanno per reagire agli abusi subiti e trasformare la sofferenza in forza. È questo il concetto alla base della Città della Gioia, un’oasi di pace fondata dal dottor Denis Mukwege, nominato al Nobel per la Pace nel 2006, insieme alla drammaturga e attivista Eve Ensler, autrice de I monologhi della vagina, e all’attivista per i diritti umani Christine Schuler-Deschryver. In questo luogo protetto, lontano dai soldati, le donne congolesi possono iniziare a guarire, a superare il loro dolore e a ridare un senso alle loro vite. Da vedere, specialmente con l'aria che tira in Italia ora.

Sulla mia pelle (12 settembre)
Un film tutto italiano che racconta gli ultimi sette giorni di vita di Stefano Cucchi, interpretato dall’ormai immancabile volto del cinema nostrano: Alessandro Borghi. Basandosi sui verbali e sulle testimonianze contenuto nel fascicolo giudiziario sulla morte di Cucchi, Sulla mia pelle ripercorre i fatti precedenti il 22 ottobre 2009 quando, a soli 31 anni, Cucchi morì mentre si trovava in custodia cautelare al Regina Coeli. Anni di udienze, perizie, consulenze e testimonianze hanno cercato di fare luce sulle circostanze della sua morte, ma rimane un fatto di cronaca nera ancora molto discusso e privo di una risposta chiara.

BoJack Horseman - Stagione 5 (14 settembre)
È stata annunciata in pieno stile BoJack, in risposta a un tweet di una fan qualunque che, come molti altri, chiedeva sul profilo ufficiale di BoJack Horseman quando sarebbe uscita la quinta stagione. Poco dopo Netflix ha pubblicato la prima immagine delle nuove puntate: BoJack sdraiato a terra, colpito da un’arma da fuoco da un personaggio-lucertola (una misteriosa new entry) e circondato da gente vestita come a uno dei tanti party hollywoodiani in casa Horseman. Questo è tutto ciò che sappiamo finora. Tanto, quando si tratta di BoJack, ogni ulteriore commento sarebbe superfluo.

D. L. Hughley: Contrarian (18 settembre)
Una stand up comedy senza filtri né limiti, di quelle che piacciono a noi. Hughley infiamma il palco del Merriam Theater di Philadelphia toccando i temi più scottanti del momento: l’ipocrisia del razzismo in America, essere uomo durante il #MeToo, come i cellulari stanno rovinando le relazioni e i genitori che non sanno interpretare i segnali di pericolo. Insomma, un’analisi lucida e politicamente onesta su ciò che sta succedendo oggi nel mondo. Manca il trailer, ci perdonerete?

Pubblicità

Maniac (21 settembre)
Emma Stone e Jonah Hill tornano insieme dopo più di dieci anni, ma scordatevi tutta la demenzialità di Superbad: ora la commedia si è tinta di nero, complici la penna di Patrick Somerville (sceneggiatore di The Leftovers) e la direzione di Cary Fukunaga (True Detective). I due, nei panni di Annie Landsberg e Owen Milgrim, si rivolgono all'istituto scientifico Neberdine Pharmaceutical & Biotech per cambiare le loro vite tentando l’ultima spiaggia: partecipare a un misterioso trial clinico che dovrebbe risolvere i loro problemi psicologici – ossessione per Annie, schizofrenia per Owen. Tra universi paralleli, realtà alternative, viaggi mentali e pillole inventate da un folle medico ubriacone (Justin Theroux aka James K. Mantelray) la sperimentazione finirà completamente fuori controllo. Come accennavamo qui, Maniac è basata sull’omonima serie norvegese, ma non sappiamo fino a che punto: nel dubbio evitatela, il rischio spoiler è alto.

America’s Next Drag Queen - Stagione 10 (30 settembre)
Torna il reality show più glamour, queer e irriverente di sempre. La grande notizia di questa decima stagione è la ricomparsa dell’agguerritissima Eureka O’Hara, eliminata durante la scorsa stagione per problemi di salute. Anche a questo giro il bottino sarà succulento: un premio in denaro del valore di 100mila dollari [circa 85.500 euro] e una fornitura di un anno di cosmetici Anastasia Beverly Hills. Preparatevi ad assistere a una sfida all’ultimo lustrino, senza esclusione di colpi.

Bonus track
Netflix a settembre ci regalerà qualche chicca che non ha neanche bisogno di presentazioni. Questi quelli che sicuramente ci guarderemo noi, poi a ognuno il suo:

Mulholland Drive (05 settembre)

Lost in Translation (
27 settembre)

The 3rd Eye (28 settembre)


Segui i-D su Instagram e Facebook.

Non avete Netflix? Nessun problema:

more from i-D