i-D Magazine

i-d.co is best viewed using a newer browser

We recommend you choose one of the following for the best experience possible. Click to download:

I don't mind. Take me to i-D.co anyway

  • boyhood, il film di cui tutti parlano

    Boyhood è sulla bocca di tutti. Sean Baker scava per noi nelle capsule del tempo dell'ultimo film di Richard Linklater, girato in oltre 12 anni usando gli stessi attori. Qui per voi la nostra recensione a cinque stelle in cinque punti.

    Continua a leggereContinua a leggere
  • #ossessione. l'impatto dei social sul mondo dei teen

    Il più recente attacco di cyber-bullismo che ha fatto notizia era diretto a Paige Reifler, la modella diciottenne dell'agenzia Storm che la scorsa settimana, a quanto si dice, si è lasciata sfuggire quattro parole: “Sì, lo sto vedendo,” al Daily Mirror alla festa di French Connection #NeverMissATrick. Il “lui” è Harry Styles. Non vi dirò tutti i dettagli più sanguinosi che potete trovare ovunque. "Esci con Harry o no? Questa è l'unica cosa che vogliamo sapere, e quando non abbiamo una risposta uccidiamo," era uno dei tweet diretti a Paige. Brutale. Ma chi sono i ragazzini che stanno dietro a queste minacce di morte?

    Continua a leggereContinua a leggere
  • perché siamo tutti così cattivi sui social?

    Mentre poi siamo sempre tutti così felici di lasciare il posto a sconosciuti sui mezzi pubblici, di dare soldi in beneficenza e di piangere per analfabeti e asinelli orfani, e invece quando si tratta del nostro comportamento online - e in particolare fra le ragazze e le giovani donne - così tanti fra noi si comportano come se stessero marciando in guerra?

    Continua a leggereContinua a leggere
  • 5 cose che dovresti sapere su ITS

    “Si tratta di qualcosa che ancora non esiste; qualcosa di sorprendente, qualcosa di unico,” dice Carla Sozzani. “È bellissimo che i giovani abbiano qualcosa da dire... dovremmo avere tutti qualcosa da dire.” L'amante dell'arte, in passato fashion editor e fondatrice di 10 Corso Como, fa parte della giuria dell'edizione 2014 di ITS Fashion e, nella calda luce di Trieste, parla con i-D dell'evento per cui siamo tutti qui. ITS (International Talent Support) è un fashion festival annuale che si tiene nel cuore di Trieste. Attualmente alla sua tredicesima edizione, è riconosciuto come piattaforma internazionale per talenti creativi nuovi ed emergenti, offrendo migliaia di euro in premo donati da Diesel, Swarovski, Samsung e YKK. E comunque, qui a Trieste, tutti sono vincitori.

    Continua a leggereContinua a leggere
  • femminismo 2.0 – le donne che regnano sul web

    Da quando ci siamo connessi la prima volta, i social media hanno cambiato la nostra percezione delle donne. A parte gli occhi a palla, le dita nervose e un bisogno ossessivo-compulsivo di postare foto di tutto ciò che vediamo, mangiamo e con chi dormiamo, i social media hanno scatenato una nuova forma di inferno sessista? O hanno portato un senso di potere alle donne?

    Continua a leggereContinua a leggere
  • l'ultima parola sul femminismo?

    Questo è un duro colpo per il mondo del giornalismo indipendente e per l'intero movimento delle donne: The Feminist Times ha chiuso questa settimana, lasciando un vuoto nel mondo della letteratura femminista e senza compromessi. Con lo slogan "life not lifestyle" abbiamo chiesto alla Deputy Editor Sarah Graham di esplorare le difficoltà che la pubblicazione ha incontrato e cosa questo potrebbe significare per il futuro del femminismo.

    Continua a leggereContinua a leggere
  • chanel vi ha portati al supermarket, ora è arrivato il momento di andare in palestra

    Esattamente come il meteo a Glastonbury, la vita amorosa di Cheryl Cole e la quantità di tempo che passate su Instagram (che varia fra le 7 e le 11 ore al giorno), le maree della moda sono in costante mutamento. Ciò che un momento è la cosa più ambita al mondo, ciò per cui venderesti un braccio, una gamba, o un animale domestico, è ora qualcosa per cui morireste piuttosto che indossarla. Grazie alla nostra cultura del clicca-e-compra siamo stati abituati a consumare tutto alla vista, e molto più velocemnete che mai nel passato. Le mode iniziano online o in strada, filtrano fino alle passerelle, e solo alla fine arrivano nelle ceste del metà prezzo dei negozi, mentre il resto del mondo si muove affamato verso la prossima novità. Allora, perché il cambiamento repentino di Karl Lagerfeld dalla sfilata a tema supermarket alla sua campagna ispirata alla palestra ha messo così in confusione il mondo della moda?

    Continua a leggereContinua a leggere
  • il denim è risorto

    The Smart Issue del 1993 è stato un numero molto importante di i-D. Non solo per aver avuto la prima cover di Kate Moss per i-D – tinto di blu e con lei con addosso una felpa cinque volte più grande della sua piccola figura - ma anche perché all'interno venne pubblicata questa citazione di Helmut Lang: “La moda è una questione di atteggiamento, non di orli.” Secondo Helmut la moda avrebbe dovuto riflettere la cultura contemporanea, e la rinascita di oggi sulle passerelle del materiale della ‘persona comune’, il denim, riflette un momento in cui la democrazia è spinta all'estremo.

    Continua a leggereContinua a leggere
  • ecco come instagram può farvi dimenticare perché amate la moda

    Dalle modelle alle blogger fino alle It Girl, il flusso costante di scarpe regalate, borse e facce abbronzate e spensierate che vi intasano il feed di Instagram potrebbero farvi dimenticare (nel caso non siate una modella/blogger/It Girl) il perché lavoriate fino a orari folli per due soldi in un mondo che, almeno dall'esterno, dimostra di favorire solo i famosi. Ma forse non state solo seguendo le persone sbagliate su Instagram?

    Continua a leggereContinua a leggere
  • essere gay nel mondo della moda è come appartenere a una famiglia surrogata

    Ti ricordi ancora di quando hai fatto coming out? Forse sembra l’altro ieri, forse lo era. C’è decisamente qualcosa di eccitante, unico, fantastico, qualcosa insieme virile e femminile in quel periodo. Sei sul punto di diventare un vero uomo gay, quello che hai sempre sognato di essere. Questo riflette il periodo che la moda maschile sta attraversando adesso. È un’estetica che prende dal mondo gay pur essendo etero. Stiamo dando l’addio ai fronzoli e al massimalismo che ha contagiato le collezioni uomo negli anni scorsi, e dando il benvenuto a una nuova forma di mascolinità. Una che permette agli uomini di essere stylish ma un po’ imprecisi, duri ma ingenui. È un periodo in cui i cappelli in stile legionario e i pantaloni da ginnastica possono essere di moda come un completo di Marni, e dei nuovi canoni di bellezza vengono definiti. Adam Fletcher investiga…

    Continua a leggereContinua a leggere
  • penso, quindi instagrammo. Lo scrittore cyberpunk j.g. ballard aveva predetto i social media su i-d 27 anni fa

    Il 2014 potrà anche non assomigliare alla sinistra visione evocata dalla letteratura distopica dalla metà del tardo ventesimo secolo, ma non si può nemmeno dire che nessuna delle oscure predizioni si sia realizzata. La società potrà anche non essere diventata così brutale e amorale come concepita da Burgess o governata da tiranni come nell'affresco di Orwell, ma la crescente ossessione per il pubblicare e curare ogni aspetto della nostra vita online era stato predetto dallo stimato e controverso scrittore cyberpunk J. G. Ballard nel The Fear Issue, No. 53, del novembre 1987.

    Continua a leggereContinua a leggere