i-D Magazine

i-d.co is best viewed using a newer browser

We recommend you choose one of the following for the best experience possible. Click to download:

I don't mind. Take me to i-D.co anyway

  • cos'è per te l'amore nel 2014?

    Come potete vedere, questo mese tutto i-D parla d'amore. Quel campo minato di libido che è la prima cotta adolescenziale, l'amore tra fratelli, tra amanti e tra due individui che non vogliono lasciarsi mai più. Quindi, dopo aver chiacchierato sull'argomento con le star del nuovo What Is Love? Issue, qui da i-D Italy abbiamo abbiamo chiesto ad alcuni dei nostri creativi preferiti cosa significa oggi l'amore per loro. Preparate i cuori multicolor tra le ultime emoji su WhatsApp e scioglietevi insieme a noi.

    Continua a leggereContinua a leggere
  • baron magazine sta cambiando il nostro consumo di porno dal 2012

    Baron Magazine, la creazione di Jonathan Baron e Matthew Holroyd, offre la possibilità ad alcuni dei migliori talenti creativi in circolazione di mostrarci cosa li eccita. Per il secondo numero il fotografo Tyrone Lebon ha preso le redini del magazine, esplorando l’evoluzione della sessualità nell’immagine della società di oggi basata sulla (più che) condivisione. Un numero non facile da replicare, ma Baron #3 è qui ed è il loro miglior numero di sempre. The Future of Sex Issue si interroga su come la tecnologia stia influenzando la nostra esperienza sessuale, nel modo più esteticamente piacevole possibile. La lista dei collaboratori è grandiosa, con artisti del calibro di Harley Weir, Brett Emerson, Lena C. Emery e Bloomers/Schumm. Abbiamo incontrato Robert Henry Rubin, co-direttore di NIGHT magazine a New York dal 1978 e co- guest editor di Baron #3 per parlare di Madre Teresa, astinenza e le differenze tra moda e porno.

    Continua a leggereContinua a leggere
  • dean e dan caten ci parlano dell’amore fraterno

    Doppi guai e doppio divertimento, questi sono Dean e Dan Caten. I più giovani di nove fratelli e gemelli identici, Dean (quello dispettoso) e Dan (quello saggio) fanno tutto insieme: lavorano insieme, giocano insieme, dormono persino nello stesso letto. Sono passati dodici anni da quando il duo canadese ha fondato la casa di moda Dsquared2, nonostante sognassero i vestiti da molto più tempo. Elogiati per la loro raffinata sartoria e la loro verve irriverente (per la loro collezione primavera/estate 12 ispirata a Glastonbury hanno mandato in passerella i modelli coperti da 10cm di fango), originariamente avevamo concepito Dsquared2 come un marchio di denim di lusso. Tornando rapidamente a oggi, sia le collezioni maschili che femminili sono istituzioni fisse per la Milano Fashion Week, mentre i loro profumi, occhiali e accessori in pelle sono ambiti dai fan di tutto il mondo. Abbiamo chiacchierato con la coppia a proposito di amore fraterno, il vero amore, e di come, tutto sommato, il sangue sia davvero più denso dell’acqua.

    Continua a leggereContinua a leggere
  • 42 anni di alternative miss world con andrew logan

    All’inizio degli anni ’70, l’artista Andrew Logan lanciò un party chiamato The Alternative Miss World. Tra gli invitati c'era Derek Jarman, e si dice che David Bowie provasse ad entrare. Questo weekend, 42 anni dopo e numerosi Alternative Miss World nel mezzo, l’evento ritorna al Shakespeare Globe di Londra per incoronare il suo tredicesimo vincitore. Princess Julia ne ha parlato con Andrew, il suo fondatore.

    Continua a leggereContinua a leggere
  • thomas tait è nato per distinguersi

    Sin da dalla sua laurea alla Central Saint Martins nel 2012 (lo studente più giovane di sempre ad ottenerla) Thomas Tait è sempre in ascesa, prima vincendo l’ambito Dorchester Collection Prize e poi aggiudicandosi il LVMH Young Fashion Designer Prize che ha gli ha decisamente cambiato la vita. Abbiamo incontrato il designer che ha trasformato le sue sfilate-rave in magazzino negli eventi più desiderati della London fashion week!

    Continua a leggereContinua a leggere
  • abbiamo parlato di gif e arte digitale con margot bowman

    Trasformando lo strano in bello e l’immaginato in reale, la net artist Margot Bowman ci ha colpito con il suo incantesimo e con la sua meravigliosa magia che viene dal web. Sovvertendo elementi digitali di uso quotidiano – PDF, browsers, email da vostra nonna – Margot dà un nuovo respiro all’ordinario e confonde le nostre aspettative sui luoghi comuni. Dopo la sua laurea alla Central Saint Martins qualche anno fa, Margot ha trasportato i suoi poteri magici su brand come Alexander McQueen, Costume National, the BFC, Diesel, e il brand di swimwear futuristico Auria, mentre tre anni fa ha unito le forze con i suoi compagni maghi del web Sean Frank e Jolyon Varley per fondare 15Folds, la galleria d’arte digitale dedicata alla mostra delle migliori GIF del mondo. Una piattaforma così innovativa da essere inclusa dalla Serpentine Gallery nell'annuale Frieze Marathon, che quest’anno ruota attorno al tema "Estinzione". Abbiamo incontrato Margot per parlare di come la GIF continui ad avere successo e del perché, quando si tratta di arte su internet, ogni cosa è così meravigliosa!

    Continua a leggereContinua a leggere
  • fabien baron si dirige verso gli iceberg con leica e moncler

    Il francese Fabien Baron è una leggenda del settore, riconosciuto per il design del Sex Book di Madonna, per la creazione delle campagne emblematiche di Calvin Klein e per aver reinventato riviste come Vogue Italia, Harper Bazaar e Interview di Andy Warhol. Ora sta spostando la sua attenzione verso della Groenlandia, con l'aiuto della Moncler Edition Leica X 113.

    Continua a leggereContinua a leggere
  • david ostrowski, il golden boy dell'arte contemporanea

    Settembre non è solo il mese dedicato a celebrare la moda fra le strade di NYC, Londra, Milano e Parigi. È anche il mese in cui gallerie d’arte, fondazioni e musei ripartono con i loro nuovi e, a volte, visionari programmi culturali. Così da Milano il team di i-D si è spostato a Torino, che negli anni si è conquistata il ruolo di centro di promozione della cultura contemporanea in Italia e nel mondo.

    Continua a leggereContinua a leggere
  • ritorno al futuro con il direttore creativo di lacoste felipe oliveira baptista

    Scavando in profondità negli archivi di Lacoste, il direttore creativo Felipe Oliveira Baptista ha deciso di riproporre le originali trainer da tennis del brand. Una volta ai piedi dei campioni, le nuove LS.12 rimarranno fedeli alle originali del 1987, ma saranno interamente rinnovate e pronte a sfide che vanno ben oltre il campo da tennis. Leggete la nostra intervista e preparatevi ad un ritorno al futuro...

    Continua a leggereContinua a leggere